Roma, uccide la madre a coltellate: 20enne non risponde al giudice

Lazio

Davanti al Gip il ragazzo, accusato dell'assassinio della donna avvenuto la notte tra sabato 21 e domenica 22 marzo, è rimasto in silenzio 

Si è avvalso della facoltà di non rispondere V. M., il giovane di 20 anni accusato di aver ucciso la madre a coltellate la notte tra sabato 21 e domenica 22 marzo a Roma. Davanti al Gip, nell'ambito dell'interrogatorio di convalida del fermo, il giovane ha scelto di rimanere in silenzio. Nei suoi confronti il pm Giovanni Musarò contesta i reati di omicidio volontario e lesioni. Quest'ultima fattispecie è legata al fatto che il ragazzo, dopo avere ucciso la madre colpendola anche al collo, ha aggredito anche la sorella che però è riuscita a scappare mettendosi in salvo a casa dei vicini. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24