Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 29 febbraio-1° marzo

Lazio

Alla Centrale Montemartini e alla Galleria d’Arte Moderna resterà aperta fino al 26 aprile la mostra “Miresi. Sguardi e Architetture. Berlino / Roma / Barcellona”

Fino al 29 marzo sarà il Museo Bilotti la prima tappa del progetto pilota “Le altre opere. Artisti che collezionano artisti”, nato con l’obiettivo di far conoscere al pubblico oltre 80 artisti d’arte contemporanea

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

“Le altre opere. Artisti che collezionano artisti”

Da ieri al 29 marzo sarà il Museo Bilotti la prima tappa del progetto pilota “Le altre opere. Artisti che collezionano artisti”, nato con l’obiettivo di far conoscere al pubblico attraverso una grande kermesse oltre 80 artisti che “si presentano” attraverso la loro collezione d’arte contemporanea. La mostra propone un dialogo tra linguaggi diversi attraverso le scelte artistiche degli autori che hanno la possibilità di interagire con le opere da loro amate e collezionate nelle realtà museali capitoline, ma sarà anche un modo per conoscere i “gusti” dei singoli artisti attraverso le loro scelte collezionistiche.

“Miresi. Sguardi e Architetture. Berlino / Roma / Barcellona”

Alla Centrale Montemartini e alla Galleria d’Arte Moderna resterà aperta fino al 26 aprile la mostra “Miresi. Sguardi e Architetture. Berlino / Roma / Barcellona”, nuovo concept espositivo del progetto “From La Biennale di Venezia & OPEN to Rome. International Perspectives”. L’artista italiana Miresi, attiva da oltre 20 anni a Berlino, presenta una serie di opere dedicate agli “sguardi” e alle “architetture” di tre città europee - Berlino / Roma / Barcellona - in parallelo con gli spazi museali e le collezioni capitoline. 

Mostre ed eventi in corso a Roma tra febbraio e marzo 2020

At Home. Progetti per l’abitare contemporaneo

Tema centrale del nuovo allestimento delle collezioni di architettura è l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, analizzato attraverso le opere dei grandi maestri del ‘900 e delle nuove figure emergenti nel panorama dell’architettura internazionale. L’allestimento della mostra si basa sull’intersezione di più percorsi, intrecciando le varie scale dell’abitare, dall’individuale al collettivo, con particolare attenzione alle esperienze più articolate e ibride che testimoniano i nuovi rapporti tra individuo e comunità. Visitabile fino al 22 marzo 2020. Orari: dalle 11 alle 19, ma solo il sabato dalle 11 alle 22. Chiuso il lunedì.

“Just measuring unconsciousness”

Fino al 13 aprile alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, la personale di Gregorio Botta, dal titolo “Just measuring unconsciousness”, presenta opere realizzate dal 2007 al 2020. La mostra si focalizza sulla riflessione dell’artista sul tema della fragilità e della transitorietà dell’esistenza umana.

“Ara Güler. Scatti in Turchia”

Il Museo di Roma in Trastevere ospita la mostra “Ara Güler. Scatti in Turchia” fino al 3 maggio. Sono esposte 45 fotografie iconiche di Istanbul e 37 ritratti di personaggi importanti del mondo dell’arte, letteratura, scienza e politica firmati dal fotografo turco scomparso nel 2018, nominato uno dei sette fotografi migliori al mondo, insignito del prestigioso titolo di “Master of Leica” e soprannominato per i suoi lavori “l’Occhio di Istanbul”.

“C’era una volta Sergio Leone”

C’era una volta Sergio Leone”, all’Ara Pacis fino al 3 maggio, celebra uno dei miti del nostro cinema a 90 anni dalla nascita e a 30 dalla scomparsa: sei sezioni della mostra delineano l’universo creativo del regista attraverso modellini, scenografie, bozzetti, costumi, oggetti di scena, sequenze indimenticabili e fotografie; inoltre il pubblico potrà entrare nello studio di Leone, dove nascevano le idee per il suo cinema, con i suoi cimeli personali e la sua libreria.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

“Il mercatino dell’antiquariato a Latina”

Ogni prima domenica del mese, nella piazza del Popolo di Latina, è allestito il mercatino dell’antiquariato. Ai visitatori è concesso “rovistare” tra i reperti del tempo, porcellane, stoffe, francobolli, grammofoni e vinili. L’appuntamento è così fissato per domenica 1 marzo.

Eventi per bambini a Roma

“Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”

Chiude il 1° marzo la mostra “Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”, allestita a Roma, al Museo delle Mura. Sullo sfondo sembra di sentire l’eco di rulli di tamburi e squilli di tromba, dentro le mura dove armi e militari sono stati realmente presenti per secoli, tra aerei, navi, carri armati, fortini e, naturalmente, soldatini. In legno, stagno, piombo, gesso, cartapesta, cartone o semplicemente carta, per decenni hanno fatto compagnia ai bambini di tutto il mondo, quando a scandire i ritmi del gioco non c’erano ancora i videogame.

“I Love Lego”

Fino al 19 aprile 2020, a Palazzo Bonaparte, è allestita la mostra “I Love Lego” per bambini e adulti di tutte le età. Ci saranno scenari minuziosamente riprodotti e ambienti realizzati in decine di metri quadrati con i mattoncini più famosi del mondo. Orario: dal lunedì al venerdì 9–19; sabato e domenica 9–21. Aperture straordinarie: lunedì 6 gennaio 9–21; domenica 12 aprile 9–21; Lunedì 13 aprile 9-21.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24