Roma, abbandona bimbo in carrozzina: arrestata a Bologna. VIDEO

Lazio

Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, la donna si trovava su un treno che aveva preso alla stazione Termini ed era diretta a Monaco

La donna, 25enne nata in Italia e di origine croata, che ha abbandonato un bimbo di sette mesi in una carrozzina per strada a Roma è stata rintracciata e arrestata a Bologna dalla polizia ferroviaria. Secondo quanto si è appreso, la ragazza era sul treno Euronight 296 Roma-Monaco che aveva preso alla stazione Termini. La giovane è stata rintracciata attraverso le celle telefoniche agganciate dal suo cellulare e ora deve rispondere di abbandono di minore. Con lei viaggiava anche un'altra figlia, una bimba di cinque anni.

La carrozzina è stata abbandonata in zona stazione Termini

Il bambino è stato avvolto in una copertina, messo in una carrozzina e poi abbandonato in una strada trafficata di Roma nel tardo pomeriggio. La carrozzina è stata lasciata su un marciapiede in via Principe Amedeo poco lontano dai terminal della stazione Termini e i capolinea di alcuni bus nell'ora di punta: probabilmente la donna voleva essere certa che il bimbo potesse essere soccorso e accolto. A notarlo è stata una passante: ha visto la carrozzina incustodita, si è sporta per guardare dentro e ha visto il piccolo che dormiva beatamente. Ha così dato l'allarme.

Il bimbo è ben nutrito e risponde agli stimoli

Le forze dell'ordine, oltre ad occuparsi del bimbo affidato alle cure dei medici, hanno subito vagliato le telecamere della zona. Dalle immagini è emerso che ad abbandonare la carrozzina sarebbe stata una donna vestita di scuro con un cappuccio in testa e una bambina in braccio. Il bimbo è stato trovato in buone condizioni dai medici che lo hanno sottoposto ad analisi e accertamenti: è ben nutrito e curato e risponde a tutti gli stimoli. L'ospedale ha attivato i servizi sociali che si prenderanno cura del piccolo, che verrà affidato, almeno per il momento, agli assistenti sociali.

Le indagini e il fermo della 25enne

La piccola che viaggiava con la 25enne è stata fatta visitare al pronto soccorso pediatrico del Sant'Orsola dove è stato accertato che, tranne una lieve ecchimosi a uno zigomo, sta bene. La bimba è stata affidata ai servizi sociali e collocata in una struttura per minori, mentre la 25enne è stata portata nel carcere della Dozza. Gli agenti della Polfer di Bologna erano stati allertati dai colleghi di Roma, che avevano inviato la segnalazione con le descrizioni della donna e alcuni fotogrammi ricavati dalle telecamere di sorveglianza della zona. La 25enne, che come ultimo domicilio conosciuto risulta avere una struttura di accoglienza per madri in difficoltà sulla Cassia a Roma, è stata contattata telefonicamente dal responsabile del centro e la polizia ha potuto così localizzarla.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24