Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 15-16 febbraio

Lazio

Cala il sipario sulla mostra “Riscatti di città” a Palazzo Merulana: tra fotografia, grafica, video e progetti architettonici realizzati e visionari, l’esposizione offre una panoramica sullo scenario urbanistico e architettonico di Roma

Ultimi giorni per la mostra “Unforgettable Childhood – L’Infanzia indimenticabile”, che chiuderà domenica 16 febbraio al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese: in esposizione più di 60 tra artisti italiani e israeliani (oltre 80 opere esposte)

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

“Riscatti di città”

Lunedì 17 febbraio calerà il sipario sulla mostra “Riscatti di città” a Palazzo Merulana: tra fotografia, grafica, video e progetti architettonici realizzati e visionari, l’esposizione offre una panoramica sullo scenario urbanistico e architettonico di Roma per mezzo di un approccio multidisciplinare al fine di stimolare (anche con una serie di attività correlate) la discussione e il confronto sul tema della rigenerazione urbana.

“Unforgettable Childhood – L’Infanzia indimenticabile”

Ultimi giorni al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese per la mostra “Unforgettable Childhood – L’Infanzia indimenticabile”, che chiuderà domenica 16 febbraio: più di 60 tra artisti italiani e israeliani (per oltre 80 opere esposte) indagano la dimensione intima e immaginifica dell’infanzia e ne raccontano, attraverso varie tecniche espressive, le esperienze, le sensazioni e gli stati emotivi.

Mostre ed eventi in corso a Roma a febbraio 2020

“Just measuring unconsciousness”

Fino al 13 aprile alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, la personale di Gregorio Botta, dal titolo “Just measuring unconsciousness”, presenta opere realizzate dal 2007 al 2020. La mostra si focalizza sulla riflessione dell’artista sul tema della fragilità e della transitorietà dell’esistenza umana.

La mostra su Dario Fo negli spazi del Micro

Fino al 20 febbraio negli spazi del Micro a Roma è allestita la mostra su Dario Fo, curata da Vittorio Sgarbi e Salvo Nugnes, che ripercorre opere e vita del maestro grazie anche al supporto degli scatti del celebre fotografo Roberto Villa, amico del Premio Nobel per la letteratura, e di Piero Paolo Pasolini.

“Ara Güler. Scatti in Turchia”

Il Museo di Roma in Trastevere ospita la mostra “Ara Güler. Scatti in Turchia” fino al 3 maggio. Sono esposte 45 fotografie iconiche di Istanbul e 37 ritratti di personaggi importanti del mondo dell’arte, letteratura, scienza e politica firmati dal fotografo turco scomparso nel 2018, nominato uno dei sette fotografi migliori al mondo, insignito del prestigioso titolo di “Master of Leica” e soprannominato per i suoi lavori “l’Occhio di Istanbul”.

“Federico Fellini”

La mostra “Federico Fellini” è in programma alla Biblioteca Angelica fino al 28 febbraio. Il progetto si propone di raccontare l’uomo accanto all’artista attraverso una selezione di 30 immagini provenienti dalla Fototeca Nazionale (Centro Sperimentale di Cinematografia).

“C’era una volta Sergio Leone”

C’era una volta Sergio Leone”, all’Ara Pacis fino al 3 maggio, celebra uno dei miti del nostro cinema a 90 anni dalla nascita e a 30 dalla scomparsa: sei sezioni della mostra delineano l’universo creativo del regista attraverso modellini, scenografie, bozzetti, costumi, oggetti di scena, sequenze indimenticabili e fotografie; inoltre il pubblico potrà entrare nello studio di Leone, dove nascevano le idee per il suo cinema, con i suoi cimeli personali e la sua libreria.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

“Carnevale Pontecorvese”

A Pontecorvo, in provincia di Frosinone, fino al 25 febbraio è in programma "Il Carnevale Pontecorvese". Feste in costume, gruppi mascherati rappresentanti i più svariati temi carnevaleschi, iniziative fantasiose che nel tempo si sono consolidate divenendo eventi caratteristici dell’avvenimento. L’anno di nascita del Carnevale risale al lontano 1952.

Eventi per bambini a Roma

“Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”

Sullo sfondo sembra di sentire l’eco di rulli di tamburi e squilli di tromba, dentro le mura dove armi e militari sono stati realmente presenti per secoli, tra aerei, navi, carri armati, fortini e, naturalmente, soldatini. In legno, stagno, piombo, gesso, cartapesta, cartone o semplicemente carta, per decenni hanno fatto compagnia ai bambini di tutto il mondo, quando a scandire i ritmi del gioco non c’erano ancora i videogame. Questa è l’atmosfera ricostruita della mostra “Ra-Ta-Ta-Ta, Bang-Bang, si gioca”, allestita a Roma, al Museo delle Mura, fino all’1 marzo 2020. Nelle torri dell’antica Porta di S. Sebastiano sono esposti 137 pezzi della collezione di giocattoli antichi di proprietà di Roma Capitale, per lo più riferibili alla cosiddetta “età d’oro” del giocattolo, cioè gli anni compresi tra il 1860 e il 1930.

“I Love Lego”

Fino al 19 aprile 2020, a Palazzo Bonaparte, è allestita la mostra “I Love Lego” per bambini e adulti di tutte le età. Ci saranno scenari minuziosamente riprodotti e ambienti realizzati in decine di metri quadrati con i mattoncini più famosi del mondo. Orario: dal lunedì al venerdì 9–19; sabato e domenica 9–21. Aperture straordinarie: lunedì 6 gennaio 9–21; domenica 12 aprile 9–21; Lunedì 13 aprile 9-21.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24