Roma, Xi Jinping a Mattarella: “Commosso dalla sua amicizia”

Lazio

Sono le parole del presidente cinese riportate in un messaggio letto dall'ambasciatore cinese Li Junhua in occasione di un concerto che si è tenuto al Quirinale 

Profondamente "commosso" nel constatare come "la vera amicizia si veda nel momento del bisogno", con queste parole il presidente cinese Xi Jinping si è rivolto al capo dello Stato, Sergio Mattarella, in un messaggio letto dall'ambasciatore cinese Li Junhua in occasione di un concerto al Quirinale. "In questo momento in cui il popolo cinese sta lottando contro il coronavirus con tutte le sue forze, le parole del suo messaggio sono un segnale della sua fiducia e del suo sostegno nei nostri confronti", scrive Xi, ricordando poi la visita fatta da Mattarella agli scolari cinesi.

Le parole di Xi Jinping

"La scorsa settimana - scrive ancora Xi rivolto a Mattarella - Lei ha voluto incontrare gli studenti di una scuola elementare presso un quartiere di Roma in cui la comunità cinese è molto numerosa. Oggi ha voluto organizzare questo concerto straordinario di una pianista di origini cinesi. Si tratta di un ulteriore gesto concreto che mostra come la vera amicizia si veda nel momento del bisogno e io ne sono profondamente commosso".

Mattarella: “Le difficoltà sono temporanee, le amicizie imperiture"

"Abbiamo un nemico comune nell'epidemia in corso e come ha scritto il presidente Xi Jinping nel messaggio che mi ha inviato, le difficoltà sono temporanee, le amicizie imperiture", ha detto Mattarella rispondendo alle parole del presidente cinese.

Roma: I più letti