Latina, rapisce il figlio per far prostituire la madre: arrestata

Lazio

La polizia ha ammanettato per sequestro di persona una 28enne. La giovane, insieme ad alcuni complici, ha sottratto alla donna il piccolo di soli 6 mesi. Le forze dell’ordine indagano per rintracciare gli altri componenti del gruppo criminale 

La polizia di Latina ha arrestato in flagranza di reato una 28enne romena, domiciliata presso il centro di accoglienza della città “Al Karama”, per sequestro di persona. La giovane, insieme ad alcuni complici, per costringere una donna a prostituirsi tra Roma e il capoluogo del Lazio, le avrebbe rapito il figlio di appena 6 mesi.

L'intervento della polizia

Gli agenti della squadra mobile e del commissariato di Cisterna di Latina (nell’omonima provincia) hanno ritracciato il bimbo all’interno dell’alloggio della cittadina straniera. La madre e il piccolo, che era tenuto in una roulotte, sono in buone condizioni di salute e saranno collocati in una struttura protetta. Le forze dell’ordine stanno indagando in queste ore per risalire agli altri componenti del gruppo criminale.

Le violenze contro la donna

La mamma del bambino rapito, che versava il ricavato della sua attività illecita ai propri sfruttatori, in una circostanza è stata anche sottoposta a un violento pestaggio: è stata colpita con pugni ai fianchi e al dorso per aver tentato di sottrarsi ai soprusi.  

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24