Droga, camorra e 'ndrangheta a Roma: 33 misure cautelari

Lazio

I carabinieri hanno sequestrato beni per circa un milione di euro. Tra le 33 persone coinvolte, c'è anche un ispettore di polizia. Secondo l'accusa, effettuava accertamenti nella banca dati Sdi su richiesta degli indagati

Operazione dei carabinieri di Roma, in collaborazione con i comandi territorialmente competenti e della Guadia Civil spagnola, che hanno eseguito delle misure cautelari nei confronti di 33 persone ritenute appartenenti a due diverse associazioni: una vicina alla 'ndrangheta e l'altra alla camorra. Tra gli indagati, c'è anche un ispettore di polizia che, secondo l'accusa, effettuava accertamenti nella banca dati Sdi su richiesta degli altri membri delle organizzazioni. I reati contestati, a vario titolo, sono di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, cessione e detenzione ai fini di spaccio di droga, aggravate dall'uso delle armi.

Il sequestro

Nella vasta operazione scattata all'alba nelle province di Roma, Napoli, Cagliari, Oristano, Reggio Calabria e Varese, nonché in Spagna, i militari hanno inoltre sequestrato beni per circa un milione di euro, tra cui anche una Ferrari e un gommone, oltre tre chili di cocaina, 72 chili di marijuana, 55 chili di hashish, 10 chili di esplosivo, un fucile calibro 12, un revolver, tre carabine, 1.648 cartucce e 30mila euro in contanti. L'attività investigativa ha consentito di arrestare in flagranza 13 persone.

Le indagini

Camorra e 'ndrangheta si sono divise per anni le piazze di spaccio nella Capitale in un accordo "pacifico" di collaborazione. Questo è quanto emerge dalle indagini, che hanno portato alla luce due distinte consorterie criminali capeggiate da V.P. e F.F., legati alla 'ndrina di Rosarno in Calabria, l'altra dai fratelli S.E. e G.E., collegati con il gruppo camorristico dei Licciardi di Secondigliano a Napoli.

Il tweet di Virginia Raggi

"Bene operazione contro narcotraffico di camorra e 'ndrangheta. Ringrazio carabinieri Roma, direzione distrettuale antimafia e Tribunale di Roma", è il tweet della sindaca, Virginia Raggi.

Roma: I più letti