Neonata morta a Roma, domani l'interrogatorio della madre

Lazio

La donna, accusata dell'omicidio della figlia partorita in casa sabato scorso a Vitinia, si trova agli arresti domiciliari. Sul corpo della bimba sono state trovate ferite e riscontrato un profondo trauma cranico 

È fissato per domani l'interrogatorio di garanzia per la 30enne accusata dell'omicidio della figlia partorita in casa sabato a Vitinia. La donna, di origini svedese e da alcuni mesi giunta in Italia dalla Germania dove risiedeva con il compagno, si trova attualmente agli arresti domiciliari. Sul corpo della piccola, portata al pronto soccorso dopo l'allarme lanciato dalla nonna, sono state trovate ferite e riscontrato un profondo trauma cranico. La donna, dopo l'arresto, si è difesa affermando di non sapere di essere incinta e che la bimba è rimasta ferita dopo essere caduta in seguito al parto. La Procura di Roma nelle prossime ore affiderà l'incarico per effettuare l'autopsia. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24