Fiumicino, autista Ncc investe un vigile all’aeroporto

Lazio

L’episodio è accaduto ieri, mentre l’agente stava effettuando un controllo sulla licenza del conducente, poi denunciato, il quale ha dichiarato di non essersi accorto di nulla ma di aver solamente sentito un rumore, preferendo comunque andare via 

Un agente della polizia municipale è stato investito ieri, intorno alle 18:30, da un autista Ncc, non in regola, all’aeroporto di Fiumicino, rimanendo lievemente ferito. A riferire l’episodio è il sindaco Esterino Montino. Il vigile, spiega in una nota il primo cittadino, stava effettuando un controllo sul titolare della licenza Ncc, il quale stava proponendo i suoi servizi, senza prenotazione, ad una coppia di turiste. "A quel punto - si legge nel comunicato -, il vigile ha seguito l'uomo che, accortosi della situazione, ha caricato le valige delle due donne, già a bordo, è salito in auto e ha messo in moto travolgendo il vigile durante la partenza”. L’agente ha riportato ferite al braccio e alla gamba ed è stato soccorso da un'altra pattuglia della municipale. È stato giudicato guaribile in cinque giorni.

"Pronto un altro Daspo"

Una volta rintracciato, "questo signore - prosegue Montino - ha preferito finire la sua corsa prima di tornare in aeroporto”, sostenendo poi “di non essersi accorto di avere investito una persona, ma di avere sentito un rumore e avere comunque preferito andare via”. All’autista, denunciato, è stata ritirata la patente, messa l'auto sotto fermo amministrativo e gli sono stati contestati tutti i reati amministrativi del caso per avere effettuato una corsa senza prenotazione. Il vigile se la caverà con cinque giorni di prognosi.
Solo pochi giorni fa, il 7 dicembre, lo scalo aeroportuale è stato teatro di un altro episodio di violenza: protagonista un tassista, che ha colpito con un pugno un turista il quale aveva chiesto il regolare utilizzo del tassametro. Come in quel caso, Montino ha riferito che “si sta provvedendo ad emettere un altro Daspo".

Taxi, domani vertice in Prefettura su sicurezza Fiumicino

Alla luce dei recenti avvenimenti, i sindacati dei tassisti hanno riferito che domani, alle 12:15, si terrà un vertice in Prefettura a Roma “durante il quale proporremo di intensificare i controlli delle forze dell'ordine all'aeroporto di Fiumicino, ormai terra di nessuno, dove quotidianamente da anni denunciamo aggressioni e truffe ai danni dei turisti che sbarcano alla porta di ingresso del Paese”. Tra le altre proposte, “un accordo tra Comune di Roma e Comune di Fiumicino affinché i vigili del Gpit (Gruppo pronto intervento traffico preposto al controllo dei taxi e degli Ncc), tornino ad operare in pianta stabile presso gli scali aeroportuali”. Convocati i sindacati Ugl taxi, Uil trasporti, Fit Cisl Lazio, Federtaxi Cisal, Ati taxi e Atlt.
A stigmatizzare la vicenda è anche il responsabile nazionale dell'Ugl taxi, Alessandro Genovese: "Nel vertice in Prefettura - ha spiegato - proporremo di intensificare i controlli delle forze dell'ordine all'aeroporto di Fiumicino, ormai terra di nessuno, dove quotidianamente da anni denunciamo aggressioni e truffe ai danni dei turisti che sbarcano alla porta di ingresso del Paese".

Roma: I più letti