Viterbo, domiciliari ai due militanti di Casapound accusati di stupro

Lazio
Foto di archivio

In base a quanto si apprende, ai due è stato applicato il braccialetto elettronico. Nei giorni scorsi la Procura ha chiesto per i due il giudizio immediato. La violenza verso la 36enne è avvenuta lo scorso 12 aprile nel circolo Old Manners 

Francesco Chiricozzi (CHI È) e Riccardo Licci, gli ex militanti di Casapound arrestati con l'accusa di violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate hanno ottenuto gli arresti domiciliari. In base a quanto si apprende, ai due è stato applicato il braccialetto elettronico. Nei giorni scorsi la Procura ha chiesto per i due il giudizio immediato.

La vicenda

La vittima è stata aggredita il 12 aprile scorso in un circolo privato di Viterbo, l’Old Manners, considerato un punto di ritrovo tra i militanti del movimento di estrema destra. Secondo quanto si è appreso, la 36enne e i due uomini erano a una festa e si sono poi spostati nel locale, che in quel momento era chiuso ma di cui uno di loro aveva la chiave. I due avrebbero tentato un primo approccio con la donna e la violenza sarebbe scattata dopo il rifiuto della 36enne, colpita a calci e pugni fino quasi a svenire e poi abusata e filmata con i cellulari. "Stai zitta, tanto non ti crederà nessuno", avrebbero poi detto alla vittima.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24