Arrestato il detenuto evaso a Roma: nascosto da una parente a Napoli

Lazio
Foto di Archivio (ANSA)

Vincenzo Sigigliano era fuggito lo scorso 16 agosto dopo essere stato condotto all'ospedale romano Sandro Pertini per una visita. Stava scontando una pena di sette anni, un mese e sei giorni per truffa e falso

È stato arrestato oggi, giovedì 22 agosto, Vincenzo Sigigliano, il detenuto del carcere di Rebibbia evaso lo scorso 16 agosto dopo essere stato condotto presso l'ospedale romano Sandro Pertini per una visita. Il fuggitivo è stato fermato a Napoli dalla polizia.

Trovato a casa di una parente

Sigigliano si era rifugiato in un appartamento di via Arno a Melito, nel Napoletano, nell'abitazione di una parente. L'uomo stava scontando una pena di sette anni, un mese e sei giorni per truffa e falso in seguito a un ordine di esecuzione emesso nell'agosto 2016 dalla Procura Generale presso la Corte d'Appello di Brescia.

La proprietaria dell'abitazione

La proprietaria dell'abitazione, dove aveva trovato rifugio l'evaso, è la vedova di un uomo scomparso nell'ambito della faida avvenuta all'interno del clan Amato-Pagano tre anni fa. I cadavere dell'uomo fu ritrovato due anni dopo nelle campagne del Giuglianese. Il figlio della donna, un giovane di 24 anni, è stato arrestato per procurata inosservanza di pena e verrà giudicato domani, venerdì 23 agosto.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24