Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 15-16 giugno

Lazio
mostre-roma-ansa

Al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, fino al 6 ottobre, è allestita la mostra "Il ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria"

A Roma fino al 29 settembre si potrà visitare la personale di Clara Garesio “Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte”, allestita alla Casina delle Civette. Inoltre, domenica 16 giugno è in programma un’appassionante avventura tra storia e archeologia per i bambini alle Terme di Caracalla (dalle 10 alle 12.30).

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

"Il ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria"

Al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia da ieri al 6 ottobre è allestita la mostra "Il ciclo della vita. Nascere e rinascere in Etruria". Attraverso le testimonianze archeologiche, con le forme della religiosità popolare degli Etruschi e delle popolazioni vicine, il percorso espositivo svela quanto le genti dell’Italia antica considerassero importanti i passaggi fisiologici, dalla nascita alla malattia, dalla vecchiaia alla morte.

"Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte"

Fino al 29 settembre si potrà visitare la personale di Clara Garesio "Mirabilia e Naturalia. Ceramiche e carte", allestita alla Casina delle Civette. La mostra propone al pubblico una selezione delle ceramiche dell'artista, di recente produzione e inedite, installazioni site specific e disegni, opere che propongono una summa della sua ricerca artistica.
Orari: da martedì a domenica ore 9-19.

"Le Malelingue"

Da mercoledì 12 giugno al 21 luglio Casa Vuota ospita "Le Malelingue", personale di Domenico Ventura. In mostra i racconti iperbolici e boccacceschi che il pittore traduce sulla tela, creando un universo figurativo surreale, che da Altamura (dove Ventura è nato) si ricollega a Roma.
Orari di apertura: dalle 10 alle 18.

Mostre ed eventi in corso a Roma a giugno 2019

Omaggio a Bowie, "L’uomo che cadde sulla terra"

A 50 anni dalla pubblicazione dell’iconico brano di David Bowie "Space Oddity", la Galleria SpazioCima a Roma, mette in mostra, fino a venerdì 21 giugno, la collettiva omaggio al Duca Bianco e al suo rapporto con lo spazio. “Far above the moon” comprende circa trenta opere e installazioni, di vari formati. Una mostra incentrata sul rapporto tra il cantante e l’infinito, che in tante occasioni è stato approfondito.

"Jeff Bark. Paradise Garage"

Un mondo onirico, composto da frammenti sospesi di una storia affascinante ed enigmatica: è la mostra "Jeff Bark. Paradise Garage", prima personale del fotografo statunitense in Italia, al Palazzo delle Esposizioni fino al 28 luglio. Nel percorso oltre 50 opere inedite dedicate alla Città Eterna, in cui i set costruiti da Bark diventano paesaggi surreali, scene conviviali, ritratti monumentali che rievocano lo spirito delle quadrerie allestite per temi nei palazzi barocchi romani.

"Roma contemporanea dagli anni Cinquanta ai Duemila/1"

Fino al 28 luglio Palazzo delle Esposizioni ripropone "Roma contemporanea dagli anni Cinquanta ai Duemila/1", sei mostre che si sono tenute nella Capitale dagli anni ‘50 agli anni 2000. In una sorta di passeggiata romana nella storia dell’arte contemporanea, il pubblico potrà rivedere le mostre di Titina Maselli, Giulio Paolini, Luciano Fabro, Carlo Maria Mariani, Jan Vercruysse e Myriam Laplante, che raccontano, ognuno a emblema di una decade diversa, questo viaggio filologico ma emozionale.

"Nanni Balestrini. Vogliamo tutto"

Visionarea Art Space rende omaggio a Nanni Balestrini, poeta, scrittore, saggista e artista non convenzionale scomparso lo scorso 19 maggio, nella mostra "Nanni Balestrini. Vogliamo tutto", allestita fino al 2 settembre. L’esposizione presenta undici opere dell'artista, realizzate tra il 1965 e il 2004, una raccolta che lo stesso Balestrini ha selezionato per raccontare il proprio lavoro in questo progetto.

"Lucio Fontana. Terra e oro"

La Galleria Borghese celebra l’arte di Lucio Fontana, presentando al pubblico due sue specifiche produzioni, i Concetti Spaziali in oro e le Crocifissioni in ceramica. Allestita fino al 28 luglio, l’esposizione si intitola "Lucio Fontana. Terra e oro" e si compone di una cinquantina di opere, fra dipinti a olio in oro e ceramiche, realizzate principalmente nel decennio tra il 1958 e il 1968. Dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19. Ultimo ingresso alle ore 17.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

"Magnifici ritorni" ad Aquileia

È un viaggio a ritroso nel tempo quello offerto dalla mostra "Magnifici ritorni" che riporta al Museo Archeologico Nazionale di Aquileia fino al 20 ottobre ben 120 tesori aquileiesi conservati al Kunsthistorisches Museum di Vienna. Un rientro a casa a distanza di quasi 200 anni, per festeggiare i 2200 anni dalla fondazione di Aquileia ma anche per rinsaldare i plurisecolari legami tra la città adriatica, crocevia di culture, e Vienna, che dal 1817 ha raccolto e valorizzato molti dei tesori aquileiesi. 

Giacomo Leopardi, a Sperlonga due mostre per i 200 anni dell’Infinito

A 200 anni dalla composizione dell’Infinito di Giacomo Leopardi, completata in un mese imprecisato del 1819, sono visitabili due mostre in programma a Sperlonga, in provincia di Latina, fino al 7 luglio. Le opere pittoriche saranno esposte al piano terra della Torre Truglia; quelle fotografiche nello spazio dell’odierno Auditorium. La città di Sperlonga farà da sfondo a questa mostra inedita, gemellandosi per l'occasione con Fondi.

Eventi per bambini a Roma

"Alla Scoperta delle Terme di Caracalla"

Domenica 16 giugno, dalle 10.30 alle 12, è in programma un’appassionante avventura tra storia e archeologia per i bambini alle Terme di Caracalla. Si potranno visitare le grandi terme imperiali dove i romani giocavano a palla e facevano molto altro. I più piccoli, accompagnati dalle loro famiglie, rivivranno così l’esperienza delle terme antiche.

"Dinosauri in carne e ossa" nell'Oasi WWF di Fregene

Fino al 10 novembre (dalle 10 alle 19) si potrà vivere un’esperienza suggestiva per riflettere sulla caduta dell'asteroide che ha provocato la scomparsa dei dinosauri mesozoici e sull’impatto spesso negativo che l’uomo ha sulla natura. Una mostra aperta a famiglie con bambini e non solo, per capire i meccanismi che hanno causato l’adattamento o l’estinzione di alcune specie come quella dei dinosauri mesozoici.

Roma: I più letti