Ostia, aggredisce compagna e fa cadere il figlio neonato: arrestato

Lazio

L'accusa è di maltrattamenti in famiglia. La vittima ha raccontato che l'uomo era rientrato a casa alle 4 del mattino, ubriaco, e aveva aggredito lei e il loro coinquilino, intervenuto in difesa della donna

Un romeno di 25 anni, disoccupato e con precedenti penali alle spalle, è stato arrestato ieri, martedì 28 maggio, dai carabinieri del nucleo radiomobile di Ostia (Roma), con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. 

L'aggressione alla compagna

Secondo quanto denunciato dalla compagna, sua connazionale di 34 anni, l'uomo era rientrato alle 4 del mattino, ubriaco, e aveva aggredito, sia lei, che il loro coinquilino egiziano, intervenuto in difesa della donna. Nella colluttazione, la 34enne è finita contro il lettino del figlio, di quasi due mesi, che è caduto a terra. Il neonato ha riportato un lieve trauma cranico, ed è stato dimesso dall'ospedale con due giorni di prognosi.

Roma: I più letti