Traffico di droga tra Lazio e Calabria, 18 arresti

Lazio

Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati oltre 100 chili di cocaina, circa 143 chili di hashish, un laboratorio clandestino e un arsenale 

Blitz antidroga della guardia di finanza, a Roma, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 18 persone appartenenti a un'organizzazione criminale dedita al traffico di sostanze stupefacenti, con base nel quartiere di Montespaccato. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, sono state arrestate in flagranza sette persone e sono stati sequestrati oltre 100 chili di cocaina, circa 143 chili di hashish e un laboratorio clandestino utilizzato per il "taglio" e confezionamento della droga. Sotto sequestro anche un arsenale composto da 20 armi da fuoco, 6 chili di esplosivo e 5 detonatori.

I legami con la 'ndrangheta

Il gruppo di narcotrafficanti, secondo quanto accertato i PM della Dda, coordinati da Michele Prestipino, era capeggiato da Costantino Sgambati, già in carcere perché condannato in abbreviato a 16 anni di carcere per associazione a delinquere. Quest'ultimo, definito "personaggio emergente dalla criminalità romana", poteva contare sull'appoggio di esponenti della 'ndrangheta (cosca Bellocco di Rosarno) e della Sacra Corona Unita. L'arsenale sequestrato, scoperto nel marzo 2016, era custodito dal braccio destro di Sgambati e rappresentava un "favore" che il gruppo criminale romano aveva fatto al clan dei Bellocco.

Roma: I più letti