Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Roma, Campidoglio cancella per errore scritta storica “Vota Garibaldi”

i titoli di sky tg24 delle 13 del 13/03

3' di lettura

Era impressa dal 1948 su un muro di via Basilio Brollo, nel quartiere della Garbatella, ed è stata scambiata per una scritta vandalica. Il Campidoglio: "Verrà restaurata" 

La scritta “Vota Garibaldi Lista n. 1” era impressa su un muro di via Basilio Brollo, nello storico quartiere della Garbatella, a Roma dal 1948. Oggi gli uffici del decoro urbano del Campidoglio, scambiandola per una scritta vandalica, l’hanno fatto cancellare, coprendola con della vernice. L'incidente ha suscitato non poche reazioni critiche nei confronti del Campidoglio, che ha poi diffuco una nota in cui si legge: "La storica scritta 'Vota Garibaldi', nel quartiere Garbatella di Roma, non andava cancellata e il Campidoglio non ha mai dato disposizioni in tal senso. Verrà restaurata". Sempre nella nota è stato precisato che si è trattato di "un errore di un addetto della ditta appaltatrice del servizio per il decoro urbano, recatosi sul posto su richiesta della polizia locale, per cancellare dei graffiti ingiuriosi, che di propria iniziativa ha rimosso anche quella storica scritta"

Smeriglio: “Atto che mortifica la memoria”

"A via Basilio Brollo a Garbatella c'era una scritta storica, fatta nel 1948 dal fronte popolare: Vota Garibaldi Lista n. 1. Scritta che avevo fatto restaurare da presidente di Municipio e che questa mattina è stata fatta cancellare. Un atto inaccettabile che mortifica la memoria. Una città è fatta di storie, di tracce, di segni del passato. Chi non sa riconoscere l'identità di un luogo non può governarlo". Così il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, ex presidente dell'attuale Municipio VIII, che ha denunciato l'incidente. "Non ci arrendiamo alla superficialità di chi non sa vedere e apprezzare la storia popolare di Roma - ha continuato Smeriglio - Faremo di tutto per ripristinare quella testimonianza. Lo dobbiamo ai nostri nonni che con tanta passione si impegnavano per la loro comunità".

Le parole del presidente del Municipio VIII

"Questa mattina il nostro territorio sconta un insulto gravissimo alla sua memoria storica e all'identità democratica cittadina. Senza nessuna logica, una squadra del decoro urbano di Roma Capitale ha cancellato la storica scritta del Fronte Popolare 'Vota Garibaldi' in via Basilio Brollo alla Garbatella che era lì da circa 70 anni. Una scritta murale risalente alla campagna elettorale per le elezioni del primo parlamento repubblicano. Una testimonianza riconosciuta e salvaguardata negli anni dal Municipio e che è un documento storico unico in città". Queste le parole di Amedeo Ciaccheri, presidente del Municipio Roma VIII, che ha commentato l'episodio. "La Raggi non sa cos'è la memoria - ha aggiunto - Eppure accanto alla scritta, coperta da una pensilina messa lì per non farla rovinare dalla pioggia, c'è una targa in marmo che ricorda il restauro effettuato pochi anni fa della scritta storica. Oggi il Campidoglio apre una ferita nel cuore della nostra comunità e qualcuno dovrà pagare per il danno arrecato al territorio e a tutta le città e provvedere immediatamente al ripristino e restauro della scritta murale. Questa - ha concluso Ciaccheri - è la testimonianza di una città governata senza consapevolezza della sua identità e dei veri problemi che meritano attenzione e cura".  

Data ultima modifica 13 marzo 2019 ore 16:50

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"