Rapine e traffico di merce rubata dall'Italia all'Algeria: 7 arresti

Lazio

I 10 indagati sono ritenuti responsabili di furto, rapina, ricettazione, riciclaggio internazionale e favoreggiamento della prostituzione

I carabinieri hanno scoperto un traffico di merce rubata dall'Italia verso l'Algeria. Tra Roma, Tivoli e Montesilvano (Pescara) è stata eseguita un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 10 indagati (sette in carcere e tre con obbligo di presentazione alla P.G.), ritenuti responsabili di furto, rapina, ricettazione, riciclaggio internazionale e favoreggiamento della prostituzione.

L'attività investigativa

Le indagini, condotte nei mesi di dicembre 2016 e gennaio 2017, hanno permesso di individuare un gruppo di transessuali che si prostituiva e commetteva rapine e furti ai danni di clienti o passanti: uno stratagemma ben riuscito perché le vittime, per la paura di essere scoperti, difficilmente avrebbero sporto denuncia. Poi, venivano organizzati viaggi periodici in aereo per il trasporto in Algeria di carichi di merce elettronica, come tablet, cellulari e computer.

Roma: I più letti