Fiumicino, migranti: striscione di CasaPound contro il sindaco Montino

Lazio

"Montino tutela i clandestini ma abbandona i cittadini!": questo lo slogan leggibile sullo striscione affisso nella notte sul Ponte 2 Giugno

"Montino tutela i clandestini ma abbandona i cittadini!": questo lo slogan leggibile sullo striscione affisso nella notte sul Ponte 2 Giugno a Fiumicino. Il manifesto, firmato da CasaPound Italia, è stato poi rimosso nella mattinata di oggi, giovedì 10 gennaio, dalla balaustra dove era stato appeso.

Le parole di CasaPound Italia Fiumicino

"Nei giorni scorsi - fa sapere CasaPound Italia Fiumicino dalla sua pagina social - il sindaco si è accodato ai dissidenti sulla questione sicurezza dimostrando di non avere a cuore i suoi cittadini ma gli immigrati. Da tempo ci battiamo per la chiusura del centro di accoglienza di via Bombonati. Invitiamo il sindaco a pensare ai problemi degli italiani o in alternativa a dimettersi il prima possibile - conclude Cpi - dalla sua carica facendo tornare i cittadini di Fiumicino alle urne".  

La replica del sindaco di Fiumicino

“Ennesimo attacco strumentale”. È così che il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha bollato lo striscione che lo accusa di "tutelare i clandestini e di abbandonare i cittadini". "Pensano di poter diventare interlocutori politici, ma sono solo capaci di imbrattare la città – ha affermato Montino - È l'ennesimo attacco strumentale che arriva a me e alla mia amministrazione da formazioni neofasciste. Ma noi non cediamo al populismo e agli slogan che puntano a creare divisioni e odio tra i cittadini. Nessuno deve restare indietro, nella nostra città, qualunque sia il colore della sua pelle, il suo orientamento sessuale, il suo credo religioso. L'unica cosa che questi soggetti hanno ottenuto, con quest'ultima bravata, è un'ammenda per avere agito contro il decoro urbano".

Roma: I più letti