Roma, ragazza morta per overdose a Ladispoli: preso lo spacciatore

Lazio
carabinieri-ansa

Sottoposto a fermo un uomo di 41 anni, indiziato per la morte di una ragazza per overdose. I fatti risalgono al 2017 quando la giovane, vent’anni, era deceduta nella propria abitazione 

I carabinieri della stazione di Ladispoli hanno sottoposto a fermo un uomo di 41 anni come indiziato di delitto per la morte di una ragazza per overdose. I fatti risalgono all'ottobre 2017 quando la giovane, vent’anni, era deceduta nella propria abitazione di Ladispoli. Il sospettato, originario della Guinea, è in Italia senza una dimora fissa e risulta avere precedenti per spaccio. E’ indiziato per la morte della ventenne come conseguenza di altro reato e per spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini

Il fermo è il risultato delle attività di indagine iniziate al momento del decesso della giovane, quando i militari, al termine dei primi accertamenti, hanno avuto la conferma che la causa della morte era dovuta a overdose da droga. A quel punto è scattata l'attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, durante la quale sono stati ascoltati numerosi testimoni ed effettuati accertamenti tecnici e pedinamenti che hanno permesso di risalire al pusher.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.