Scontri Roma-Cska: 15 romanisti identificati, Daspo per 6 russi

Lazio
digos

Daspo a sei tifosi della CSKA Mosca per lesioni personali ai danni di due sottufficiali della guardia costiera. Per il lancio di oggetti sulle forze dell’ordine, invece, al vaglio 15 romanisti 

Daspo per sei tifosi della CSKA Mosca per essersi resi responsabili del reato di lesioni personali ai danni di due sottufficiali della guardia costiera. Secondo la ricostruzione della Procura, i sei russi, staccatisi da un gruppo di 15 persone giunto alla stazione Termini da Milano per assistere al match Roma-CSKA, hanno aggredito con calci, pugni e cinghiate i due sottufficiali, per poi fuggire a piedi.

I provvedimenti Daspo

In seguito gli uomini sono stati rintracciati e bloccati dalla Polizia di Stato nella serata di lunedì 22 ottobre. I militari vittima delle violenze hanno riportato lesioni con prognosi di 15 e 20 giorni. Gli agenti sono riusciti ad identificare gli aggressori grazie alle telecamere presenti all’interno della Stazione Termini e alle testimonianze dei presenti. Per tutti e sei i tifosi sono stati emessi dalla Divisione Anticrimine della Questura provvedimenti di Daspo per la durata di 5 anni.

Scontri fuori dallo stadio

Quindici invece i romanisti identificati, attualmente al vaglio della Digos, per il secondo episodio di violenza precedente l’incontro Roma-CSKA: ieri, martedì 23 ottobre, nei pressi dell’Olimpico le forze dell’ordine sono state bersagliate dal lancio di oggetti, ad opera di tifosi giallorossi, prima dell’inizio della partita.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.