Elezioni comunali Reggio Calabria, chi sono i candidati e come si vota

Politica
elezioni comunali reggio calabria

Sono otto gli aspiranti sindaco che contenderanno la poltrona al primo cittadino uscente Giuseppe Falcomatà, candidato del centrosinistra. Seggi aperti domenica 20 settembre dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15. Il sistema elettorale è un maggioritario a doppio turno: se nessuno dei candidati ottiene il 50% +1 dei voti, si andrà al ballottaggio

Nella tornata elettorale del 20 e 21 settembre i cittadini di 962 Comuni sono chiamati alle urne anche per eleggere il nuovo sindaco e rinnovare il Consiglio comunale, oltre che per il referendum sul taglio dei parlamentari, per le Regionali in 7 regioni e per le Suppletive in alcune zone del Veneto e della Sardegna (LA GUIDA). Tra queste città interessate dalle elezioni comunali c'è anche Reggio Calabria, dove a contendere la poltrona di sindaco al primo cittadino uscente Giuseppe Falcomatà ci sono altri otto candidati.

Quando si vota

approfondimento

Elezioni comunali 2020: come e quando si vota

Anche per evitare assembramenti (il voto è già slittato dalla scorsa primavera a settembre a causa dell'emergenza coronavirus), il voto si svolge in due giornate: domenica 20 settembre l’orario di apertura dei seggi è dalle 7 alle 23 e lunedì 21 dalle 7 alle 15. Lo spoglio dei voti per il primo turno delle elezioni Comunali inizierà alle ore 9 di martedì 22 settembre: verrà data infatti la precedenza allo spoglio per il referendum sul taglio dei parlamentari.

Il sistema elettorale

approfondimento

Elezioni regionali 2020, alle urne in 7 Regioni: come e quando si vota

L'elezione del sindaco è diretta e, poiché Reggio Calabria ha più di 15mila abitanti, il sistema elettorale è un maggioritario a doppio turno: se al primo turno nessuno dei candidati ottiene la maggioranza assoluta dei voti (50% più 1), si procederà al ballottaggio tra i due candidati più votati nella seconda domenica successiva al primo turno. Ciascun candidato può essere collegato a una o più liste. È previsto un premio di maggioranza: alle liste collegate al candidato sindaco che risulta vincitore con almeno il 40% dei voti, o eletto al ballottaggio, verrà attribuito il 60% dei seggi per garantire una maggiore governabilità. Prevista anche una soglia di sbarramento: per entrare in Consiglio comunale una lista deve ottenere almeno il 3% dei voti.

Come si vota

Gli elettori possono esprimere due scelte: una per il sindaco e una per la lista dei consiglieri. È ammesso il voto disgiunto: è quindi possibile scegliere una lista diversa da quella collegata al candidato sindaco che si vota. È prevista inoltre la doppia preferenza di genere: si potranno esprimere due voti di preferenza sulla lista dei consiglieri, ma uno per ogni genere e non due uomini o due donne. In caso di ballottaggio, tra primo e secondo turno i due candidati che vanno al secondo turno possono collegarsi a liste diverse rispetto a quelle che li avevano appoggiati nella prima tornata. Nel ballottaggio gli elettori possono scegliere soltanto il candidato sindaco, non sono ammessi voti alle liste.

Chi sono i candidati

approfondimento

Elezioni e referendum di settembre 2020: quando e cosa si vota

Sono nove i candidati alla carica di sindaco di Reggio Calabria.

 

Giuseppe Falcomatà, avvocato ed esponente del Pd, classe 1984, è il primo cittadino uscente e punta a un secondo mandato. È il candidato del centrosinistra. Oltre a Pd e Italia viva, lo sostengono altre nove liste.

 

Antonino Minicuci è il candidato del centrodestra, indicato dalla Lega. È stato direttore generale alla Città Metropolitana e segretario comunale a Genova. A sostenerlo Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Cambiamo con Toti, e altre 6 liste.

 

Il Movimento 5 stelle sostiene la candidatura di Fabio Foti, 54 anni, medico chirurgo specializzato in microbiologia e virologia clinica.

 

Tra i candidati c’è anche Klaus Davi, noto giornalista, opinionista televisivo e massmediologo. A sostenerlo una lista civica con il suo nome.

 

Saverio Pazzano, insegnante di lettere, impegnato nello scoutismo e nella cooperazione internazionale, è considerato vicino alla sinistra ed è sostenuto da due liste civiche: La Strada e Riabitare Reggio.

 

Fabio Putortì, classe 1976, è un giurista e consulente d’impresa il cui impegno civico è cominciato con la creazione del Comitato pro aeroporto dello Stretto, in difesa del “Tito Minniti” di Reggio Calabria. Lo sostiene la lista Miti – Unione del Sud.

 

Pino Siclari, ex docente di filosofia ora in pensione e attivista sindacale, è il candidato sindaco del Partito comunista dei lavoratori.

 

Maria Laura Tortorella è sostenuta dalla lista Patto civico. Commercialista e scout Agesci, attualmente lavora alla Prefettura di Reggio Calabria.

 

Angela Marcianò è professoressa associata di diritto del lavoro all’università di Messina. Dal 2014 al 2017 è stata assessore esterno al Comune di Reggio Calabria con deleghe ai Lavori pubblici. È sostenuta da Msi Fiamma Tricolore, Identità reggina, Per Reggio Città metropolitana e In marcia.

I nove candidati a sindaco a Reggio Calabria, da sx in alto a dx in basso: Giuseppe Falcomatà, Antonino Minicuci, Fabio Foti, Klaus Davi, Saverio Pazzano, Fabio Putortì, Pino Siclari, Maria Laura Tortorella, Angela Marcianò

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.