Berlusconi: "Riprenderemo la ricerca sul nucleare di quarta generazione"

Politica
©Ansa

Lo ha spiegato il leader di Forza Italia, nelle consuete "pillole" sul programma del Centrodestra. “Riprenderemo in mano la ricerca sul nucleare di quarta generazione, come tutta l'Europa ha deciso di fare: la ricerca che ci potrà dare in futuro energia pulita e sicura in grande quantità”, ha sottolineato 

ascolta articolo

“Riprenderemo in mano la ricerca sul nucleare di quarta generazione, come tutta l'Europa ha deciso di fare: la ricerca che ci potrà dare in futuro energia pulita e sicura in grande quantità”. Lo ha riferito il leader di FI, Silvio Berlusconi.

“In tutto il mondo l’energia è grande problema”

approfondimento

È morto Niccolò Ghedini, storico avvocato di Silvio Berlusconi

“In tutto il mondo, ma soprattutto in Italia, l'energia è un grande problema”, ha proseguito Berlusconi nelle sue pillole del programma del Centrodestra. “L'aumento delle bollette mette in ginocchio famiglie e imprese e la dipendenza dall'estero, magari da paesi instabili o dilaniati da conflitti, pone a rischio i nostri rifornimenti”, ha spiegato ancora il Cav.

Le previsioni sulle tariffe in aumento

Proprio nelle scorse ore, ha argomentato ancora, “sono pervenute nuove previsioni, secondo le quali le tariffe dell'energia potrebbero raddoppiare. Un vero dramma per le famiglie e imprese italiane. Il nostro compito è quello di tutelare l'ambiente, la qualità dell'aria che respiriamo, il mondo intorno a noi”, ha sottolineato Berlusconi. “Per questo, quando saremo al governo accelereremo al massimo la realizzazione di impianti per le energie rinnovabili, per sfruttare il calore del sole, l'energia del vento e dell'acqua, il moto delle maree”. E, ha concluso il leader di Forza Italia, “nello stesso tempo, riprenderemo in mano la ricerca sul nucleare di quarta generazione, come tutta l'Europa ha deciso di fare: la ricerca che ci potrà dare in futuro energia pulita e sicura in grande quantità Dobbiamo investire nella autosufficienza energetica, per pagare di meno e per essere sicuri degli approvvigionamenti”.

Politica: I più letti