M5S, Di Battista: "Non sono come loro, sotto Grillo padre padrone non ci sto". VIDEO

Politica

"Non ritengo ci siano le condizioni per una mia candidatura alle prossime elezioni politiche". Così in un video sui canali social dell'ex 5 stelle. "Tante componenti dell'attuale M5s non mi vogliono, da Grillo passando per Fico". Su Conte afferma: "E' stato molto sincero, è un galantuomo"

ascolta articolo

"Non mi fido di Beppe Grillo, che fa ancora, in parte, da padre padrone. E io sotto Beppe Grillo non ci sto". Sono le parole di Alessandro Di Battista, in un passaggio del suo video postato sui social per annunciare il suo no a un'eventuale candidatura con il Movimento 5 Stelle. (ELEZIONI POLITICHE - LE ULTIME NOTIZIE)

"Non sono come loro"

approfondimento

Casalino: "Non mi candido con il M5S per non danneggiare Conte"

Di Battista appare in un video girato nell'abitacolo dell'auto, con un seggiolino per i bambini a fare da sfondo, sul sedile posteriore. "Grazie a Dio non sono come queste persone che sgomitano per un seggio", dice. Riconosce però meriti a Giuseppe Conte che "per me è un galantuomo che ha davvero a cuore l'interesse del Paese. E' stato molto sincero". Poi parla di chi non lo vuole all'interno del Movimento: "Soprattutto Grillo, che ha indirizzato M5s verso il governo dell'assembramento, ma anche Roberto Fico". Parla anche di Luigi Di Maio, 'protetto' all'epoca della corsa a capo politico dall'ostracismo denunciato da Di Battista ai propri danni "perché era un onta dire che avevo tre volte i suoi consensi". L'ex 5s parla anche di alcune interviste: "Le più gentili erano 'se torna si deve allineare' e le meno erano 'non abbiamo bisogno di lui perché è un distruttore tipo Attila".

Una nuova associazione

"Nei prossimi mesi insieme ad altre persone creerò un'associazione culturale per fare politica insieme da fuori, per darci una struttura e un'organizzazione civica per fare cittadinanza attiva. Per fare proposte e scrivere leggi, e poi magari portarle in Parlamento come leggi di iniziativa popolare", annuncia Di Battista. L'intenzione dell'ex deputato M5S è quella di "creare un percorso, poi - spiega - vedremo in futuro a cosa potrà portare questo percorso. Io credo molto nei percorsi dal basso e non nei cartelli elettorali nati in fretta e furia perché ci sono le elezioni anticipate".

Politica: I più letti