Siccità, Verona raziona l'acqua potabile: ordinanza fino al 31 agosto

Politica

La stretta del neo sindaco Damiano Tommasi per contrastare l'emergenza idrica: limitato l'uso ai fini domestici, per la pulizia personale e l'igiene. Multe fino a 500 euro per i trasgressori

ascolta articolo

Per contrastare l'emergenza idrica che da settimane allarma il Paese, il neo sindaco di Verona Damiano Tommasi ha firmato un'ordinanza che limita l'uso dell'acqua potabile ai fini domestici, per la pulizia personale e per l'igiene. Fino al 31 agosto sarà quindi vietato per i cittadini usare acqua potabile proveniente da fonte idrica per l'irrigazione di orti, giardini e campi sportivi, per il lavaggio di automobili, salvo impianti autorizzati, per il riempimento di piscine e per ogni altra attività che non sia strettamente necessaria ai fini del fabbisogno umano. Una stretta che invita i cittadini a ridurre gli sprechi.

Multe fino a 500 euro

approfondimento

Siccità: Fvg chiede al Governo di dichiarare stato emergenza

 

Il comune di Verona ha fatto sapere che "l'eventuale utilizzo per gli scopi sopra descritti e vietati, seppur sconsigliato, può avvenire soltanto dalle ore 21 alle 6". Per i trasgressori dell'ordinanza firmata da Tommasi sono previste sanzioni fino a 500 euro.

Politica: I più letti