Mattarella: "Esercito italiano al servizio della Repubblica"

Politica

Il presidente della Repubblica, in un messaggio inviato al Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, ha espresso la sua gratitudine verso i militiari italiani "nel contesto internazionale caratterizzato da gravi minacce alla pace e alla stabilità del nostro continente"

ascolta articolo

"L'Esercito, con le capacità professionali e operative delle sue donne e dei suoi uomini, si propone come componente efficace del nostro strumento militare, al servizio della causa della Repubblica e nell'ambito delle responsabilità proprie alla comunità internazionale". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel messaggio inviato al capo di stato maggiore dell'Esercito, generale di corpo d'armata Pietro Serino, per il 161esimo anniversario della costituzione dell'Esercito.

Apprezzamento per l'attivita svolta

approfondimento

Primo maggio, Mattarella: “Lavoro non sia gioco d'azzardo letale"

"In questa giornata” ha detto il capo dello Stato “rivolgendomi agli uomini e alle donne della Forza Armata e al personale civile che in essa opera, desidero esprimere l'apprezzamento per l’attività svolta, sia nel concorso alla sicurezza interna nel presidio territoriale atto a prevenire attacchi di matrice terroristica, sia nelle missioni all'estero a tutela dei valori di libertà e democrazia propri dell'Alleanza Atlantica, sia nelle missioni di mantenimento della pace nelle zone più martoriate del mondo, sia, infine, nell'operare, a fianco del Servizio Sanitario Nazionale, per contrastare gli effetti della pandemia". "La politica di difesa incardinata nella nostra Costituzione – ha proseguito - sottolinea la vocazione alla pace dell'Italia, testimoniata dalla partecipazione agli organismi multilaterali e alle alleanze internazionali a cui ha aderito dopo la Liberazione. In essa, l'Esercito, con le capacità professionali e operative delle sue donne e dei suoi uomini, si propone come componente efficace del nostro strumento militare, al servizio della causa della Repubblica e nell'ambito delle responsabilità proprie alla comunità internazionale".

La gratitudine verso l'esercito

approfondimento

Strasburgo, Mattarella al Consiglio europeo: "Russia sappia fermarsi"

"Nel contesto internazionale caratterizzato da gravi minacce alla pace e alla stabilità del nostro continente, mi è grato riaffermare, in occasione del 161esimo anniversario della sua costituzione, la gratitudine verso una Forza Armata protagonista nella storia della unificazione del Paese e parte importante nella gestione della sicurezza della Repubblica, nei molteplici impegni sviluppati a livello internazionale in aderenza alle decisioni del Parlamento". E ancora: "Alla bandiera dell'Esercito, che riassume tutte le espressioni di valore dei suoi Corpi e delle sue specialità, e a quanti hanno offerto il loro sacrificio per il bene della Patria, rivolgo il mio commosso pensiero. A voi e alle vostre famiglie invio il più caloroso saluto e l'augurio più fervido. Viva l'Esercito Italiano, viva le Forze Armate, viva la Repubblica!", conclude il Capo dello Stato.

Politica: I più letti