Decreto sul Green Pass, Speranza: "Serve per evitare chiusure e per libertà"

Politica
©Ansa

Il ministro della Salute è intervenuto in conferenza stampa al termine del Cdm che ha approvato l'estensione della certificazione verde: "Obbligatorio per tutto il personale scolastico, stessa misura per l'università". Sui trasporti: "Vogliamo rendere più sicuri i mezzi a lunga percorrenza". Bianchi: "A scuola circa il 90% è già vaccinato". Giovannini: "Green Pass non serve per il trasporto pubblico locale"

Ascolta:

"Abbiamo approvato un nuovo decreto legge che punta sullo strumento del Green Pass per gestire questa fase epidemica. I numeri davanti a noi sono incoraggianti con 70 milioni di dosi somministrate: in questa fase, la scelta del governo è investire sul pass per evitare chiusure e tutelare la libertà". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza in conferenza stampa dopo il Consiglio dei ministri. "Sono tre gli ambiti che riteniamo decisivi per il nostro Paese: il primo è la scuola perché possa riaprire in sicurezza e in presenza. Disponiamo dunque il Green pass obbligatorio per tutto il personale scolastico, stessa misura per l'università. L'altro ambito ha a che fare con le infrastrutture e i trasporti: vogliamo rendere più sicuri i mezzi a lunga percorrenza", ha aggiunto il ministro (PUNTO PER PUNTO, IL NUOVO DECRETO - COSA CAMBIA DAL 6 AGOSTO).

"Green pass è vittoria di tutto il Paese"

approfondimento

Rsa e Green pass: le nuove regole per le visite

"Il provvedimento sul Green pass è stato approvato all'unanimità in Cdm. Per me non è assolutamente la vittoria di una parte ma del Paese, perché è un provvedimento giusto che ci aiuterà a gestire questa fase", ha detto Speranza. Sul prezzo calmierato dei tamponi rapidi, il ministro ha annunciato la sottoscrizione "di un accordo sul costo dei tamponi, che prevede un prezzo abbattuto di 8 euro per i 12-18 anni e 15 euro per gli altri. Al momento, la norma è vigente fino alla fine di settembre e il governo si riserva di fare poi le sue valutazioni". Su una possibile terza dose: "Siamo pronti, abbiamo dosi a sufficienza e aspettiamo le indicazioni delle autorità scientifiche per dirci il tempo giusto per somministrarla. Le prime indicazioni ci lasciano presupporre che si inizierà dai piu fragili".

Bianchi: "Rientro in presenza, investiamo 2 mld per riaprire"

approfondimento

Green pass, via libera del Cdm al nuovo decreto: cosa prevede

Durante la conferenza è intervenuto anche il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi: nell'articolo 1 del decreto si sottolinea "con solennità" il ritorno in presenza "per assicurare il ritorno a scuola come comunità", ha detto. "Al punto 2 si danno le regole di sicurezza: sono quelle che ci ha dato il Cts. È fatto obbligo di usare le mascherine, tranne da parte dei bambini di meno dei 6 anni e per lo svolgimento di attività sportive. È raccomandato il rispetto di distanza di 1 metro laddove sia possibile", ha aggiunto. Poi sugli investimenti: "Questo provvedimento è stato accompagnato da una lunga azione del ministero, avviata fin da maggio. Investiamo quasi 2 miliardi per la riapertura".

"Introdotto il Green pass, non l'obbligo di vaccinazione"

Sull'introduzione del Green pass a scuola, il ministro Bianchi ha sottolineato che l'ambiente scolastico "ha reagito meglio alla vaccinazione, con più convinzione. Oltre l'86% del personale è vaccinato, in alcune Regioni i numeri sembrano più bassi ma molti non hanno detto di essere insegnanti, quindi stimiamo essere intorno al 90%. Con questo provvedimento abbiamo dato mandato al commissario Figliuolo di predisporre un piano di screeening della popolazione scolastica: l'appello è a tutte le famiglie di proseguire nella vaccinazione dei ragazzi, tutti dobbiamo tornare a vivere la scuola in presenza e la vaccinazione è il modo per farlo". Poi aggiunge: "Abbiamo previsto il Green pass, dunque non l'obbligo di vaccinarsi e per chi non vuole farlo l'invito è a fare il tampone. Il mancato rispetto non prevede la fine del rapporto di lavoro ma la sospensione. È una cautela che ha al centro l'attenzione di tutti. Negli atenei sono tutti maggiorenni. Ricordo che le università hanno statuti di autonomia".

Giovannini: "Green pass per aerei, navi e trasporti interregionali"

approfondimento

Da oggi scatta il Green pass: ecco come avverranno la verifiche

Per quanto riguarda l'utilizzo del Green pass nel settore dei trasporti, a spiegare il provvedimento è il ministro Enrico Giovannini: "Sarà obbligatorio per l'accesso ai voli aerei, a navi e traghetti per servizi di trasporto interregionali - con un'eccezione per i collegamenti dello stretto di Messina -, sui treni Intercity, Intercity notte e alta velocità", ma anche "sugli autobus, se il percorso collega più di due Regioni e per il noleggio con conducente ad esclusione degli autobus impiegati in servizi aggiuntivi di Regioni e Comuni, come quelli per le scuole". Lo stesso Giovannini poi ricorda: "Tutto questo scatta dall'1 settembre. Poiché sappiamo che ci sono dei rischi di assembramento in particolare sui traghetti, e negli aeroporti, insieme al ministero della Salute emetteremo delle circolari per ricordare ai soggetti che gestiscono questi spazi, questi trasporti, che devono ottemperare alle regole. Ci saranno controlli a campione per assicurare che, appunto, non ci siano assembramenti, in particolare in alcune fasi o in alcuni luoghi".

"Green pass non serve per il trasporto pubblico locale"

approfondimento

Green pass e scuola, Figliuolo chiede dati su professori vaccinati

L'obbligo di Green pass nel settore dei trasporti non riguarderà i trasporti pubblici locali ma è possibile, anche da settembre, "una loro gestione molto più adeguata ai bisogni", spiega Giovannini. Dal Cts è arrivata "un'indicazione molto importante, che il tasso di riempimento del trasporto pubblico locale può restare all'80% anche in zona gialla. Questo è evidentemente un punto di rilievo che consente a Regioni, Province e città di programmare meglio i propri lavori", sottolinea il ministro.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24