Sardegna in zona bianca, Solinas a Sky TG24: "La sfida è mantenere questi risultati"

Politica

Il governatore ha spiegato che scriverà al presidente del Consiglio Draghi per far diventare la regione un laboratorio nazionale per i vaccini contro il coronavirus. "L'obiettivo è far partire la stagione turistica in sicurezza", ha aggiunto

La Sardegna da lunedì 1 marzo sarà la prima regione italiana ad entrare in zona bianca, quella con le minori restrizioni contro il coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE). Il governatore della regione, Christian Solinas, è intervenuto a Sky TG24 illustrando come cambierà la quotidianità dei cittadini: "Ci sarà una riapertura graduale, verificheremo giornalmente l’andamento dei contagi per capire come muoverci di conseguenza", ha dichiarato.

"Zona bianca non significa che la pandemia è finita"

approfondimento

Da Milano a Roma, folla in strada e assembramenti. LE FOTO

Solinas è fiducioso per la zona bianca, ma si dice convinto che "la sfida ora è mantenere i risultati" perché il cambio di colore "non significa che pandemia è finita e che il virus è morto". Per questo, oltre alla riapertura graduale delle attività anche alla sera, con la possibilità di cenare nei ristoranti, rimarrà per esempio il coprifuoco. "Sarà però dalle 23.30, per consentire chi andrà a cena fuori di tornare tranquillamente a casa", ha spiegato il governatore. "Abbiamo poi scritto ai prefetti perché a partire da lunedì serve la collaborazione delle forze dell’ordine per garantire maggior controlli, ci deve essere responsabilità da parte di tutti i cittadini", ha aggiunto Solinas.

"Da lunedì test rapiti a chi arriva sull'isola"

approfondimento

Gli aggiornamenti sul coronavirus in Italia e nel mondo

Il governatore ha ricordato, inoltre, di aver proposto già dopo il primo lockdown "un modello di verifica della negatività per chi si sposta, così da permettere a chi arriva qui di viaggiare in sicurezza. E da lunedì per tutte le persone che arriveranno in Sardegna ci sarà la possibilità di fare un test rapido gratuito". Solinas ha mandato anche un messaggio ai sardi: “La pandemia è ancora in corso e per poterla sconfiggere serve mantenere le buone regole di condotta come il distanaziamento, le mascherine, lavare spesso le mani e in generale avere un grande senso di responsabilità per dare un contributo non solo alla Sardegna ma in tutto il mondo".

"Chiederò a Draghi di poter acquistare più vaccini"

approfondimento

Scaccabarozzi: "Vaccino Johnson & Johnson forse in Italia da aprile"

Il governatore ha concluso dicendo che il primo marzo scriverà al premier Draghi "per chiedere di diventare un laboratorio nazionale ed europeo per i vaccini contro il Covid". Il punto, ha sottolineato Solinas, è che "bisogna vaccinare di più e per questo vorrei rogare dei fondi regionali a favore dei cittadini. Ci serve certezza, rapidità e costanza nella fornitura delle dosi", ha chiesto ancora il governatore. Per questo, ha aggiunto il presidente, nella lettera a Draghi chiederà anche di poter "acquistare le dosi in modo da vaccinare più in fretta ed arrivare alla stagione turisicapronti ad accogliere in serenità i turisti".

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.