Crisi di governo, Boccia: "Maggioranza ci sarà". Rostan (Iv) si schiera col governo

Proseguono i contatti per garantire un sostegno forte al governo Conte. Il ministro per gli Affari regionali: "Avremo la maggioranza, numeri diranno se relativa o no". Dalla Annunziata, Renzi conferma la linea: "Non credo che Conte avrà i numeri al Senato". Martedì, a Palazzo Madama, potrebbero essere 154 i voti a favore del premier

1 nuovo post

Boccia: "Parlamentari Iv votino con il Pd"

"I parlamentari di Italia Viva sono stati eletti con il Pd, spero vogliano rispettare la volontà di quell'elettorato, sennò si prendono seggi di quella comunità e si vota contro la sua volontà. Faccio appello a tutti gli eletti del Pd di votare con il Pd. La maggioranza ci sarà, se è relativa o meno lo diranno i numeri". Così il ministro Francesco Boccia a Che tempo che fa su Rai Tre sulla crisi di governo che domani approderà in parlamento. 
- di Daniele Troilo

Boccia: "Relativa o meno, ci sarà maggioranza"

(AGI) - Roma, 17 gen. - "La maggioranza ci sarà poi se sarà una maggioranza relativa o no lo diranno i numeri". Così ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, a 'Che tempo che fa'. 
- di Daniele Troilo

Sibilia: "Essere da parte Conte è essere con italiani"

"Il presidente Conte è e rimane l'unico faro nella nebbia dei numeri di queste ore. Ha saputo difendere gli interessi dell'Italia e saprà traghettare il nostro Paese fuori da questa orribile pandemia, l'unica crisi di cui dovremmo occuparci: è quello che gli italiani si aspettano, non certo i litigi e le sfide senza costrutto. Essere dalla parte di Conte equivale ad essere dalla parte degli italiani". È quanto scrive su Facebook il sottosegretario all'Interno Carlo Sibilia.
- di Daniele Troilo

Maiorino (M5S): "Renzi inaffidabile e machiavellico"

"Solo chi non ha a cuore il Paese può pensare di metterne a rischio le sorti per saldare conti personali. Perché per quanto si sforzi di negarlo, è chiaro a tutti che Renzi è mosso esclusivamente da volontà di rivalsa verso Conte, reo di essere più popolare e più autorevole di lui dopo solo 3 anni in politica, e verso noi del M5s, che abbiamo determinato la sua sconfitta al referendum del 2016 e di conseguenza la sua caduta". Così su Facebook la senatrice del MoVimento 5 Stelle Alessandra Maiorino, che sottolinea: "Il bene del Paese non può essere perseguito con un personaggio tanto inaffidabile e machiavellico".
 
- di Daniele Troilo

Psi: "Sì a governo autorevole con maggioranza allargata"

"Formare una maggioranza organica dentro un quadro politico certo, senza immaginare soluzioni di fortuna. Serve invece utilizzare queste ultime ore per ricostruire l'unità delle forze di maggioranza. Questa fase va affrontata con coraggio e visione lunga da un governo autorevole, ripartendo da questa coalizione, che va rafforzata e allargata alle forze di ispirazione europeista presenti in parlamento. L'Italia non può permettersi un governo privo di un progetto politico". È quanto si legge nel documento redatto dalla segreteria nazionale del Psi, sulla base della relazione del segretario Maraio, che si è riunita oggi da remoto per discutere della crisi di governo. "Il documento è stato approvato all'unanimità; la segreteria ha dato mandato al segretario del partito, Enzo Maraio e al senatore Riccardo Nencini, di gestire la fase di crisi dell'esecutivo nel rapporto con le forze politiche di maggioranza". 
- di Daniele Troilo

Governo: domani alle 12 comunicazioni Conte alla Camera

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, lunedi' 18 gennaio alle ore 12 terrà alla Camera dei Deputati le Comunicazioni sulla situazione politica in atto. E' quanto conferma una nota dell'ufficio stampa della presidenza del Consiglio. 
- di Maurizio Odor

Meloni: "Monti? Tecnocrati vogliono sfruttare pandemia"

"Il senatore a vita Mario Monti sostiene che una delle condizioni per votare la fiducia al governo sia quella di togliere i ristori ad artigiani, commercianti, ristoratori e tutte quelle attività a cui è stato impedito di lavorare. La soluzione che propone Monti è semplice: far fallire le partite Iva e la piccola impresa italiana. A dimostrazione di come tecnocrati e globalisti vogliano sfruttare l'epidemia per impiantare il loro modello economico: via la libera impresa e tutti dipendenti sottopagati di multinazionali e grandi agglomerati finanziari. Non possiamo permettere a questa gente di massacrare ulteriormente le piccole imprese. Elezioni subito per dare all'Italia un governo di Patrioti che difenda la libertà e il lavoro degli italiani". Lo scrive su Facebook la presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni.
 
- di Daniele Troilo

Patuanelli: "Mentre qualcuno apre crisi noi sosteniamo imprese"

"Mentre qualcuno pensa ad aprire crisi di governo in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, continuiamo a resistere e a portare avanti il lavoro che i cittadini ci chiedono e che si aspettano da noi". Lo scrive il ministro delle Sviluppo economico su Facebook sottolineando come il Mise sia "impegnato, anche in giornate così complicate, a sostenere le imprese e i lavoratori nel risolvere situazioni complesse sia in termini di produzione che occupazionali, per offrire agli imprenditori non solo una visione di crescita e sviluppo, ma anche gli strumenti adeguati per realizzarla".
- di Daniele Troilo

Meloni: "Monti vuol far fallire imprese italiane"

"Il senatore a vita Mario Monti sostiene che una delle condizioni per votare la fiducia al governo sia quella di togliere i 'ristori' ad artigiani, commercianti, ristoratori e tutte quelle attività a cui è stato impedito di lavorare. La soluzione che propone Monti è semplice: far fallire le partite Iva e la piccola impresa italiana. A dimostrazione di come tecnocrati e globalisti vogliano sfruttare l'epidemia per impiantare il loro modello economico: via la libera impresa e tutti dipendenti sottopagati di multinazionali e grandi agglomerati finanziari". Lo afferma Giorgia Meloni di Fdi. "Non possiamo permettere a questa gente di massacrare ulteriormente le piccole imprese. Elezioni subito per dare all'Italia un governo di Patrioti che difenda la libertà e il lavoro degli italiani", conclude Meloni. 
- di Daniele Troilo

Taverna: "Paese non sarà gestito da chi senza scrupoli"

"Non c'è niente da fare, nel nostro Paese le persone capaci invece di generare riconoscimento e gratitudine con il suscitare invidia. Dovremmo essere tutti orgogliosi del Presidente Conte e pretendere che continui a governare l'Italia, perché finora lo ha fatto egregiamente. Ma evidentemente a tanti, troppi, non è il bene di questo Paese che sta a cuore, bensì i loro interessi personali". Così su Facebook la senatrice del MoVimento 5 Stelle Paola Taverna, vicepresidente del Senato. "In questo momento, in cui siamo ancora nel pieno di una pandemia e stanno per essere messi a terra più di 200 miliardi, non permetteremo che l'Italia venga gestita da gente senza scrupoli. Adesso i cittadini sono dentro le Istituzioni e le difenderanno a oltranza. Forza Presidente Giuseppe Conte, noi siamo con lei, l'Italia è con lei!", conclude. 
- di Daniele Troilo

Direzione Pd, Zingaretti: "Crisi di governo sconcertante. Rende vulnerabile l'Italia"

Il segretario Dem contesta l'operato di Renzi: "Ha indebolito la credibilità del nostro Paese, ha allontanato politica dai cittadini. Si rischia una fase incomprensibile. Ora spetta al Parlamento sancire la fiducia". LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Patuanelli: "Giudizio negativo Renzi ma in Iv fermento"

Matteo Renzi "se n'è fregato del Paese, agendo per avere uno spazio politico che non aveva più. Quella del Recovery è una scusa: ha rotto perché Conte è il più amato dagli italiani e lui il più odiato". Il giudizio negativo, precisa, "è su Renzi, non su Iv, dove c'è molto fermento". È quanto afferma, in un'intervista a Il Piccolo di Trieste, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, scongiurando la salita al potere della destra.
- di Daniele Troilo

Gubitosa: "Per M5s impossibile continuare con Renzi"

"Lunedì e martedì il parlamento è chiamato a esprimersi dopo l'irresponsabile decisione di Renzi di spingere alle dimissioni le ministre Bonetti e Bellanova. A questo punto tutti i parlamentari che hanno a cuore il futuro di questo Paese devono ritrovarsi attorno a un programma condiviso che riparta dal lavoro del Governo Conte, anche i colleghi di Italia Viva che non hanno compreso e condiviso la scelta scellerata di Renzi di aprire una crisi in piena pandemia". Lo afferma il deputato Michele Gubitosa del Movimento 5 Stelle in merito all'ipotesi che, dentro la maggioranza, ci sia chi ritiene che si possa andare avanti senza Conte a Palazzo Chigi. "Renzi sostiene che sia un problema di temi, come l'abolizione del Reddito di Cittadinanza, il Ponte sullo Stretto o l'accesso al Mes, ma se così fosse, allora, un eventuale nuovo governo sostenuto dalla stessa maggioranza e da Renzi, ma con un altro  premier al posto di Conte, sarebbe comunque non sostenibile in quanto il nuovo premier dovrebbe accettare l'imposizione di questi temi all'interno dell'agenda di governo e ciò è assolutamente inaccettabile per il MoVimento 5 Stelle", continua il deputato.
 
- di Daniele Troilo

Renzi: "Domani Conte in Aula, ma non credo avrà la maggioranza"

"Non ho un problema personale, non mi sta antipatico", dice il leader di Italia Viva riferendosi al Presidente del Consiglio. Poi aggiunge: "Io ho posto dei problemi politici e loro fanno telefonate per prendere senatori, lo facciano. Non voterò mai un governo che si ritiene il migliore del mondo". LA NOTIZIA
- di Daniele Troilo

Provenzano: "Tutti gli scenari sono aperti"

"Tutti gli scenari sono aperti". Lo ha ribadito il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano a 'Mezz'ora in più" su Rai 3. Anche quello di Italia Viva nella maggioranza? "Questo è uno scenario - ha aggiunto - che ha chiuso Renzi".
 
- di Daniele Troilo

Provenzano: "Crisi incomprensibile durante mediazione"

"La cosa assurda, incomprensibile, di questa crisi, è proprio questa: nel momento in cui noi abbiamo portato avanti un tentativo di mediazione, che ha spinto anche il presidente Conte a dire apriamo un tavolo e riscriviamo quel patto di legislatura, le riforme che dobbiamo fare, addirittura alcuni di noi hanno lavorato a riscrivere il Recovery Plan e nessuno di noi era disponibile a votarlo al buio e in bianco, come è stato detto. Tutto questo è stato interrotto. E si è risolto in una insopportabile perdita di tempo". Lo ha detto il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano a 'Mezz'ora in più' su Rai 3. 
- di Daniele Troilo

Crisi di governo, Renzi: "Domani Conte in Aula, ma non credo avrà la maggioranza"

“Non ho un problema personale, non mi sta antipatico", dice il leader di Italia Viva riferendosi al Presidente del Consiglio. Poi aggiunge: "Io ho posto dei problemi politici e loro fanno telefonate per prendere senatori, lo facciano. Non voterò mai un governo che si ritiene il migliore del mondo". L'approfondimento
- di Redazione Sky TG24

Rostan (IV): voto fiducia Conte alla Camera


"Ho deciso di votare la fiducia al governo Conte. Lo faccio perché tra la critica al governo e la crisi di governo c'e' una grande differenza, e la differenza si chiama politica, cioe' ricerca delle soluzioni, tentativo di intesa. Era giusto - come fatto - incalzare il governo nei suoi punti deboli, nelle incertezze e negli errori compiuti nella gestione della pandemia, sia quella sanitaria sia quella sociale ed economica; era giusto chiedere un maggiore impegno, una maggiore collegialità, un maggiore rispetto delle regole democratiche. Ma la crisi, no": cosi' Michela Rostan (Iv), vicepresidente Commissione Affari sociali della Camera. 
- di Redazione Sky TG24

Nannicini: Pd accompagni Conte alle consultazioni

"Due i punti della relazione di Zingaretti in Direzione che condivido. Primo: Italia Viva ha sbagliato i tempi e i modi per aprire una crisi al buio. Secondo: accanto a scelte importanti per il bene del Paese, come quella di aver garantito un forte ancoraggio all'Europa, il governo ha mostrato limiti evidenti, tanto che il Pd chiede da tempo una svolta e un rinnovato programma di legislatura". Lo scrive in un post su Facebook il senatore Pd Tommaso Nannicini. "In virtù di questo - prosegue - dopo il passaggio alla Camera, bisognerebbe permettere al presidente Conte di gestire in maniera trasparente consultazioni sotto l'egida del Presidente della Repubblica, per capire se esistono i margini politici per ricostruire un accordo all'interno dell'attuale maggioranza o eventualmente per costruirne una allargata, mettendo al primo posto le esigenze drammatiche dell'Italia. Inoltre il Pd non dovrebbe parlare ora di alleanze strategiche.
Questo è un tema da congresso, non da conte parlamentari, perché ridisegna l'identità del Pd. Adesso, capiamo come rilanciare il programma di un governo 'necessitato' dalla situazione drammatica che stiamo vivendo". 
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: M5s sostiene Conte con tutte le sue forze

"Da due anni e mezzo il MoVimento 5 Stelle è al Governo. Durante tutti i momenti più difficili abbiamo sempre chiesto il coinvolgimento del Parlamento per prendere le decisioni in piena democrazia". Lo scrive Luigi Di Maio in un post su Facebook. "Lunedi' e martedi', con la massima trasparenza e alla luce del sole, come Governo, andremo in Parlamento. Deputati e Senatori saranno chiamati a esprimersi
sui propositi di questo Governo e sul programma che illustrerà il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte . Il Movimento 5 Stelle è unito e deciso a sostenerlo con tutte le sue forze", aggiunge Di Maio. 
- di Redazione Sky TG24

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.