Mattarella omaggia le vittime del Covid nel Bresciano: "Stop agli egoismi, unire le forze"

Politica
©Ansa

Il presidente della Repubblica è andato a sorpresa a Castegnato, dove nei mesi scorsi era stata rubata una lapide in ricordo di tutte i defunti per il coronavirus: "Ricordare i nostri morti è un dovere", ha sottolineato. "L'impegno per contrastare la malattia deve mettere da parte partigianerie e protagonisti", ha aggiunto

Visita a sorpresa nel Bresciano del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha scelto Castegnato - dove nei mesi scorsi era stata rubata una lapide in ricordo di tutte le vittime del Covid - nel giorno di Ognissanti e alla vigilia della commemorazione dei defunti. "In questi giorni dedicati al loro ricordo, sono venuto qui per rivolgere un pensiero a tutti i defunti e tra di loro alle vittime del coronavirus, ai tanti morti in solitudine. Ho scelto di farlo in questo cimitero dove è avvenuto il furto ignobile della croce posta a memoria delle vittime della pandemia", ha spiegato il capo dello Stato (CORONAVIRUS, COVID: GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

"Mettere da parte partigianerie e protagonismi, unire le forze"

leggi anche

Covid, Mattarella: "Il nemico è il virus, non dimentichiamolo"

Il presidente della Repubblica ha deposto una corona al cimitero di Castegnato. "Ricordare i nostri morti è un dovere che va affiancato a quello della responsabilità di proseguire nell'impegno per contrastare e sconfiggere questa malattia così grave - ha proseguito Mattarella - mettendo da parte partigianerie, protagonismi ed egoismi per unire le forze di tutti e di ciascuno, quale che sia il suo ruolo e le sue convinzioni, nell'obiettivo comune di difendere la salute delle persone e di assicurare la ripresa del nostro Paese".

Politica: I più letti