Nuovo Dpcm, Conte: "Proteggere salute ed economia per arrivare sereni al Natale"

Politica

Il premier, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, dopo aver firmato il decreto con le misure valide fino al 24 novembre per provare a frenare la diffusione del coronavirus: "Sistema sanitario sotto stress, occorre scongiurare un lockdown generalizzato". E annuncia: "Sono già pronti gli indennizzi per tutte le categorie che sono penalizzate dalle nuove norme"

“Proteggere salute ed economia” con l’obiettivo di “arrivare al Natale con predisposizione d'animo serena”. Il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, motiva così il nuovo Dpcm, il terzo di ottobre, per provare a rispondere all’aumento dei contagi da coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE). Tra le misure contenute nel decreto (IL PDF) la chiusura di diverse attività, tra le quali piscine, palestre, cinema e teatri, l’orario di chiusura alle 18 imposto a bar e ristoranti. Nonostante i malumori delle categorie più penalizzate, Conte fa appello all’unità: "L'Italia è un grande Paese, l'abbiamo dimostrato la scorsa primavera, ce l'abbiamo fatta nella prima fase e ce la faremo anche adesso”.

"Scongiurare lockdown generalizzato"

leggi anche

Conte ha firmato il nuovo Dpcm: misure preservano salute ed economia

Ma basteranno queste misure? "Spero di sì - si augura Conte - ma certo non è che a Natale, anche se arriveranno le prime dosi dei vaccini, potremo tutti abbracciarci e fare feste e festicciole. Ma l'importante è arrivarci sereni”. Nelle mire del premier c'è un Natale sereno, ma non solo: "L'obiettivo è chiaro, vogliamo tenere sotto controllo la curva epidemiologica perché solo così riusciremo a gestire la pandemia senza rimanerne sopraffatti. Ma questo significa offrire risposta efficiente e cure adeguate a tutti i cittadini e scongiurare lockdown generalizzato, il Paese non può piu permetterselo".

"Pronti indennizzi per le categorie penalizzate"

approfondimento

Cig rinnovata, Imu sospesa, reddito d’emergenza: le misure del governo

"Non mi piace fare promesse - continua il premier - ma prendo un impegno a nome del governo. Sono già pronti gli indennizzi per tutte le categorie che sono penalizzate dalle nuove norme". Il provvedimento, un decreto legge messo a punto dai ministri Gualtieri e Patuanelli, dovrebbe essere già martedì in Gazzetta Ufficiale. I soldi, parole di Conte, "arriveranno direttamente sul conto corrente degli interessati con bonifico bancario dell'Agenzia delle entrate”.

"Confermata Cig e nuova indennità per turismo e spettacolo"

leggi anche

Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: il pdf con tutte le misure

Sono diversi gli interventi di ristoro annunciati dal premier. "Arriveranno nuovi contribuiti a fondo perduto - aggiunge Conte - ci sarà il credito di imposta per affitti commerciali di ottobre e novembre la sospensione della seconda rata Imu. Viene inoltre confermata la cassa integrazione, offerta una nuova indennità mensile una tantum per stagionali del turismo, spettacolo e lavoro intermittenti del mondo dello sport, un'ulteriore mensilità del reddito di emergenza e misure di sostengo della filiera agroalimentare”.

"Misure decise anche per stress su sistema sanitario"

leggi anche

Coronavirus in Italia, il bollettino con i dati di oggi 25 ottobre

"Gli ultimi dati epidemiologici che abbiamo analizzato - prosegue il premier - non ci possono lasciare indifferenti. L'analisi segnala una rapida crescita con la conseguenza che lo stress sul sistema sanitario nazionale ha raggiunto livelli preoccupanti”. Secondo Conte “non dobbiamo solo vedere il numero dei decessi ma dobbiamo anche vedere lo stress delle strutture ospedaliere e sanitarie. È anche questa una delle motivazioni che ci ha spinto ad agire in modo più risoluto con questo Dpcm”.

"Raccomandiamo di muoversi solo per necessità"

approfondimento

Coronavirus, tutte le misure nel nuovo Dpcm di ottobre

A differenza di molte regioni che hanno vietato gli spostamenti notturni, se non necessari, il Dpcm non prevede questa misura. “Non abbiamo introdotto il coprifuoco - dice Conte - non è una parola che amiamo ma raccomandiamo di muoversi solo per motivi di lavoro, salute studio e necessità. e di non ricevere a casa persone che non siano del nucleo familiare”. Il premier spiega inoltre: "I dati che stiamo esaminando dicono che la pandemia sta correndo in maniera uniforme e critica in tutta italia. Di qui l'intervento del governo a ridefinire quadro di misure restrittive. E potremo già nei prossimi giorni lasciare alle regioni di concordare con noi misure più restrittive".

"Chiusura teatri e cinema difficile, capisco frustrazione"

vedi anche

Nuovo Dpcm, cosa prevede il provvedimento per cinema e teatri

Il premier non nasconde le difficoltà. Ammette che il momento "è complesso" e che nel Paese "c'è molta stanchezza e frustrazione”, aggiungendo che "se fossi dall'altra parte anche io proverei rabbia contro le misure del governo” e sottolineando che “la chiusura di teatri, sale concerto e cinema è stata una decisione particolarmente difficile, tra le altre”.

"Il virus corre ma il governo non si è distratto"

vedi anche

Covid, oggi 25 ottobre 719 nuovi ricoveri e +80 in terapia intensiva

E a chi contesta all’esecutivo una imperfetta gestione dell'emergenza nei mesi in cui la curva dei contagi accertati si era abbassata, il premier risponde: “Non possiamo imputare al governo di essersi distratto e aver abbassato la soglia di attenzione: ricordo che prima dell'estate tutti, anche l'opinione pubblica, pensavano di aver passato la pandemia mentre il governo ha chiesto la proroga dello stato di emergenza ha detto che non potevamo abbassare la guardia e ha continuato a comprare mascherine e respiratori”.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.