Rientro a scuola, Salvini: "Linee guida sono un disastro". VIDEO

Politica

Durante una manifestazione di protesta davanti al ministero dell'Istruzione, il leader della Lega è tornato ad attaccare il ministro Azzolina: "Inviso alla maggioranza, lo cambiassero". E ha aggiunto: "Mi rifiuto di mettere mia figlia di 7 anni a settembre in una classe buia, senza insegnanti e senza tutele"

Le linee guida per il rientro in sicurezza a scuola sono un "disastro". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini partecipando a una manifestazione di protesta (FOTO) davanti al ministero dell'Istruzione a Roma (CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE). "Mi rifiuto di mettere mia figlia di 7 anni a settembre in una classe buia, senza insegnanti e senza tutele", ha aggiunto.

"Ministro Azzolina inviso anche alla maggioranza"

vedi anche

Scuola, Salvini: “Non mando mia figlia in aula con mascherina". FOTO

Salvini ha anche attaccato il ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina: "Non è in grado di gestire le scuole italiane. Non c'è certezza su come si riparte e quando si riparte. Il ministro è inviso anche alla maggioranza, lo cambiassero. In tutta Europa i bambini vanno a scuola, in Italia no. È una follia".

"La scuola non è un carcere"

leggi anche

Speranza: “Meno giochi di Palazzo, serve un patto per la Sanità”

"Sono qua non da senatore ma da genitore. Non c'è certezza per gli studenti, i presidi, per gli insegnanti, per i sindaci e per i nostri figli su come si riparte, quando si riparte, chi mette la mascherina, dove si mette il plexiglass, le ore diventano di 45 minuti, si va a scuola al sabato nei parchi e nei musei… Chi paga non si sa, chi sanifica non si sa, quanti alunni per classe non si sa, un disastro", ha continuato Salvini, sottolineando come la scuola non sia "un carcere".

Politica: I più letti