Coronavirus, Tajani a Sky Tg24: "Guerra contro nemico invisibile, governo usi l'esercito"

Politica

Per il vicepresidente di Forza Italia “dobbiamo impedire che il virus, così come si è diffuso in Lombardia, non passi nelle regioni del centro–sud, dove la sanità non ha stessa capacità”. “Controlli più radicali”, ha aggiunto, per poi criticare la Bce: "Misure tardive"

Quella contro il coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS) è “una guerra contro un nemico invisibile, dobbiamo assolutamente rispettare tutte le regole”. A dirlo ai microfoni di Sky Tg24 è il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani. “Soprattutto - ha aggiunto - dobbiamo impedire che il virus, così come si è diffuso in Lombardia, non passi nelle regioni del centro-sud, dove la sanità non ha la stessa capacità, la stessa efficienza delle regioni del nord. Credo possa essere utile utilizzare anche l’esercito, moltiplicare la presenza dei militari, affinché i controlli siano più severi". Poi un appello: "Si faccia capire ai cittadini che stare a casa significa aiutare se stessi, i propri figli, genitori, la propria famiglia. Se posso dare un consiglio al Governo, utilizzi l’esercito per effettuare controlli più radicali, soprattutto nei comuni più piccoli, dove non c’è una presenza numerosa di forze dell’ordine” (SPECIALE - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA DIFFUSIONE GLOBALE IN UNA MAPPA ANIMATA - LE FOTO SIMBOLO DELL'EMERGENZA).

"Macchina europea si è mossa in ritardo"

Tajani ha commentato positivamente le ultime misure prese dalla Bce, anche se giudicate tardive. “Sono stato critico con la macchina europea, che si è mossa in ritardo, gli Stati europei che non hanno capito la gravità della situazione. Finalmente ieri sera Lagarde ha usato il bazooka, i 750 miliardi saranno utili per combattere questa guerra contro il nemico invisibile, ma ne serviranno altri”, ha sottolineato, per poi precisare: “Serve immettere denaro sul mercato, per aiutare coloro che sono impegnati a tutelare i cittadini, ma anche per prepararci poi alla ripresa. Quando avremo vinto tutti insieme questa guerra bisognerà mandare avanti la nostra economia. Serve fare molto in tutta Europa, da soli non si vince”.

"Non mandiamo in frantumi il sogno europeo"

Rispondendo poi alla domanda su come sia percepita la situazione italiana in Europa, Tajani ha spiegato che gli altri Paesi europei “oggi capiscono l’offensiva del coronavirus, prima pensavano ai soliti italiani che sbagliano, adesso cominciano tutti a rendersi conto, dopo momenti di egoismo, adesso si rendono conto, visto che la malattia è alle loro porte e in alcuni casi è entrata anche da loro, che la malattia è una cosa grave e che gli italiani non erano i soliti allarmisti". "Se l’Europa capisce che in questo momento deve giocare una partita straordinaria allora batterà anche lei il coronavirus - ha aggiunto -Altrimenti i cittadini lo batteranno, ma rischierà di sconfiggere l’Europa, manderà in frantumi un sogno per il quale tutti quanti noi ci siamo battuti. Facciamo in modo che questo non accada, che una realtà che tanto bene ha fatto non venga sconfitta per incapacità, per paura, per codardia e per troppa burocrazia”, ha concluso.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24