Commissari Ue cantano Bella Ciao, critiche di Meloni e Salvini. Gentiloni: "È un onore"

Politica

La leader di Fdi aveva ridefinito l'Ue "Unione sovietica europea" condividendo il video che vede protagonisti i commissari di area socialista. Zingaretti al leader della Lega: "Tanti sono morti per la nostra libertà cantando quella canzone. Non offenda la nostra storia"

"Mi dicono che qualcuno si è scandalizzato perché a una festa dei socialisti europei abbiamo cantato 'Bella Ciao'. Per me, un onore". Così il commissario europeo agli affari economici Paolo Gentiloni su Twitter replica agli attacchi arrivati da Giorgia Meloni e Matteo Salvini dopo la diffusione sui social di un video in cui i i commissari europei di area socialista cantano “Bella ciao”. Ai leader di Lega e Fratelli d’Italia risponde anche il segretatrio del Pd Nicola Zingaretti, che sottolinea: “Caro Salvini, se vivi in un Paese democratico è anche perché ci sono stati tante e tanti che hanno perso la vita cantando Bella Ciao per la nostra libertà. Non offendere una storia italiana che è di tutti”.

Gli attacchi di Meloni e Salvini

È stata la leader di Fdi Meloni ad andare all'attacco per prima con un post su Twitter in cui ha definito l'Ue "Unione sovietica europea", scrivendo: "Solo io reputo scandaloso questo ridicolo teatrino da parte delle più alte istituzioni europee? Non hanno nulla di più importante di cui occuparsi?". A stretto giro anche l’intervento di Salvini: “Complimenti a Pd e 5 Stelle per la scelta di Gentiloni come rappresentante dell’Italia in Europa, al prossimo giro canteranno anche Bandiera Rossa, poi Sanremo e tournée internazionale!”, ha scritto su Twitter il leader leghista.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.