Tav, commissario Foietta: "Analisi governo pilotata e con pregiudizi"

Politica
foietta-toninelli-composit

Secondo il commissario per la Torino-Lione, il giudizio del ministro Toninelli non ha riscontri nei numeri e nelle analisi. Poi paragona il Frejus al ponte Morandi: "Quel traforo è inadeguato al trasporto delle merci ed è lontano da livelli di sicurezza minimi"

L’analisi costi/benefici sulla Tav decisa dal governo "è pilotata e con esito già scritto". A dirlo è il commissario di governo per l’Alta Velocità Torino-Lione Paolo Foietta, che attacca duramente l’esecutivo: "È sempre più fondato il sospetto che sia stata costruita sugli stessi pregiudizi del ministro Toninelli". "Il giudizio preventivo del ministro sull'inutilità della linea ferroviaria - spiega Foietta - non ha nessun riscontro né con i numeri più aggiornati né con le analisi su cui lavoriamo da molti anni e che dovrebbero essere lette e discusse, non mistificate" (COS'È LA TAV).

Foietta: "Analogia traforo Frejus e Ponte Morandi"

Foietta replica poi direttamente a Toninelli, che ieri su Facebook aveva spiegato come la priorità per l'Italia dovesse essere quella della manutenzione, mancata ad esempio a Genova con il crollo del ponte Morandi. "È inaccettabile e da irresponsabili negare l'analogia con il ponte Morandi del vecchio traforo del Frejus. Quel traforo è inadeguato al trasporto delle merci ed è lontano da livelli di sicurezza minimi che richiede l'Europa", ribatte Foietta.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24