Genova, Rixi a Sky tg24: "Vogliamo ponte nuovo, moderno e monitorato"

4' di lettura

A un mese dal crollo, il viceministro dei Trasporti è stato ospite dell’Intervista di Maria Latella insieme a Savina Scerni. "La città è coesa ma vogliamo tempi rapidi" ha detto la presidente del Teatro Politeama di Genova. L'INTERVISTA INTEGRALE

“Per Genova vogliamo un ponte nuovo, moderno e monitorato”. Lo ha detto il viceministro dei Trasporti Edoardo Rixi, ospite insieme a Savina Scerni, presidente del Teatro Politeama di Genova, dell’Intervista di Maria Latella su Sky tg24. (L'INTEGRALE)

Rixi: “Per Genova chiediamo consultazione con enti locali“

A un mese dal disastro in cui hanno perso la vita 42 persone, il viceministro ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra governo ed enti locali: "Credo che sia stata una decisione corretta quella del Consiglio dei ministri di consultare il presidente della Regione e il sindaco di Genova. Martedì discuteremo con loro i dettagli finali del decreto a Palazzo Chigi". Posizione condivisa anche dal vicepremier Matteo Salvini che interpellato a margine del Piccolo Festival dell'Essenziale a Milano ha ribadito che il nome del commissario straordinario per l'emergenza sarà concordato con gli enti locali.

Rixi: "Decisione sulla ricostruzione spetterà al commissario"

Sulla ricostruzione, il viceministro ha ricordato che nel decreto approvato dall’esecutivo è previsto che la parte finanziaria sia a carico completamente di Autostrade “che dovrà dare i soldi al commissario per procedere ad appaltare l'opera". Ma per quanto riguarda il lavori per il nuovo ponte, ha ribadito Rixi, "riterrei inopportuno il coinvolgimento" di Aspi. "Il Governo - ha aggiunto - ha aperto una procedura  per la revoca o la decadenza della concessione, che credo sia anche in funzione di quelli che saranno gli atteggiamenti". Rixi ha specificato però che la decisione spetterà al commissario che verrà nominato nei prossimi giorni e che avrà poteri speciali in deroga al codice degli appalti. L’importante “è fare veloce” ha dichiarato rispondendo alle domande.

I tempi della ricostruzione

“Da Genova si può cambiare l’Italia, siamo riusciti a fare in un mese cose che di solito si fanno in anni” ha detto Rixi aggiungendo che per ricostruire il ponte Morandi verranno chieste deroghe alle direttive comunitarie. proprio questa mattina, via Facebook, il presidente della Regione Liguria e commissario per l'emergenza Giovanni Toti aveva scritto: "Non tollereremo un'ora di ritardo, per nessuna ragione al mondo".

Scerni: "La città è coesa"

Trovare una soluzione in tempi rapidi è anche l’auspicio di Savina Scerni: “La città è coesa e ha fiducia nelle Istituzioni. In queste settimane abbiamo assistito a episodi di grande umanità e solidarietà e anche ieri durante le commemorazioni nessuno era presente solo per farsi vedere. C'erano con il cuore”. 

Crollo ponte Morandi, Scerni: "La città è coesa"

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"