Regionali in Molise, affluenza finale al 52,16%. Chiusi i seggi

Politica

Al voto 331mila aventi diritto al voto che dovranno eleggere il successore di Paolo Frattura (Pd), il governatre uscente. Fino alle ore 19 erano stati quasi 130mila i molisani che sono andati alle urne

Chiusi i seggi in Molise, dove si è votato per l'elezione del nuovo presidente e del nuovo consiglio regionale. Ha votato il 52,16% degli aventi diritto. Alle ore 19 erano stati il 129.125 (pari al 38,98%) i votanti. Il dato è sensibilmente diverso rispetto alle scorse politiche del 4 marzo, quando alla stessa ora votarono al 56,46%, ma la giornata di oggi, soleggiata e calda, ha evidentemente allontanato gli elettori dai seggi durante la giornata.

I candidati

I seggi sono stati aperti dalle 7 per 331 mila aventi diritto al voto che dovranno eleggere il successore di Paolo Frattura (Pd), presidente uscente. Si confrontano Carlo Veneziale, sostenuto dal centrosinistra, Donato Toma, di centrodestra, Andrea Greco, del Movimento 5 Stelle, e Agostino Di Giacomo, di CasaPound. Gli elettori molisani eleggono un consiglio composto di venti consiglieri più il candidato presidente che risulterà vincitore. I seggi sono stati chiusi alle 23.  

L'affluenza alle ore 12

Alle ore 12 sono stati poco più di 50mila gli aventi diritto che si sono recati alle urne, pari a poco più del 15%. Alla stessa ora nelle consultazioni regionali del 2013 aveva votato il 9,71 per cento degli aventi diritto (in quella occasione però i seggi rimasero aperti domenica e lunedì): l’affluenza totale per le regionali fu del 61,63%. Alle politiche del marzo scorso alle 12 l'affluenza era stata del 17,88%, i votanti totali il 71,62% degli aventi diritto.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24