Casellati come Nilde Iotti: è la seconda donna a ricevere l'incarico

Politica
combo_casellati_iotti

L’attuale presidente del Senato ha ricevuto da Mattarella il mandato esplorativo per tentare di formare un governo. Nella storia repubblicana solo l'ex leader comunista, che all'epoca presiedeva Montecitorio, ricevette lo stesso compito nel 1987

Maria Elisabetta Alberti Casellati come Nilde Iotti. L’attuale presidente del Senato, 71 anni e prima donna eletta sullo scranno più alto di Palazzo Madama, ha ricevuto questa mattina, 18 aprile, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il mandato esplorativo per tentare di uscire dallo stallo della crisi di governo dopo i due giri di consultazioni (COSA SONO) senza esito. Prima di lei nella storia della Repubblica, solo ad un’altra donna era stato affidato quest’incarico: si tratta della storica esponente del Partito comunista. La Iotti, infatti, nel 1987 presiedeva Montecitorio e ricevette dall’allora capo di Stato Francesco Cossiga un mandato esplorativo che, però, si concluse con esito negativo.

In Forza Italia fin dalla nascita del partito

Nata a Rovigo il 12 agosto 1946, la Casellati ha conseguito la laurea in giurisprudenza e in diritto canonico alla Pontificia Università Lateranense. È iscritta all'Ordine degli avvocati di Padova. Da sempre vicinissima a Silvio Berlusconi e a Renato Schifani, che ha affiancato per un periodo alla presidenza del gruppo di FI al Senato, vanta buoni rapporti anche nella Lega. È una 'forzista' della prima ora, dato che è entrata nel partito fin dalla sua fondazione nel 1994. Nello stesso anno è stata eletta per la prima volta in Senato. È alla sua sesta legislatura a Palazzo Madama, la quinta consecutiva. Nel corso della XII è stata presidente della commissione Sanità. La Casellati ha fatto parte di tre governi. È stata sottosegretario alla Salute nel secondo e nel terzo esecutivo guidato da Silvio Berlusconi, dal dicembre del 2004 al maggio del 2006. Nel quarto governo Berlusconi è stata invece sottosegretario alla Giustizia, quando il ministero era retto da Angelino Alfano, prima, e da Francesco Nitto Palma poi.

Riferirà a Mattarella entro il 20 aprile

Nel settembre del 2014 Maria Elisabetta Alberti Casellati ha lasciato il Senato dopo l'elezione a membro del Consiglio superiore della magistratura in quota Forza Italia, incarico che ha abbandonato pochi giorni fa a seguito dell'elezione in Parlamento dopo il voto del 4 marzo (LO SPECIALE). Oggi è arrivato l'incarico dal presidente della Repubblica con "il compito di verificare l'esistenza di una maggioranza parlamentare" per la costituzione di un governo. La Casellati cercherà di capire se ci sono le condizioni per formare un esecutivo con centrodestra e M5s. La presidente del Senato dovrà riferire al Capo dello Stato entro la giornata di venerdì 20 aprile.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24