Beppe Sala: "Improprio Zingaretti a candidarsi alle primarie del Pd"

Giuseppe Sala ha voluto ribadire il suo "impegno per Milano e con i milanesi" (Fotogramma)
3' di lettura

Per il sindaco di Milano, il governatore ha sbagliato a candidarsi per la segreteria il giorno dopo aver vinto le elezioni nel Lazio. Sull'ipotesi di un governo 5 Stelle, il primo cittadino fa gli auguri a Di Maio, "che non ha mai governato nemmeno un condominio"

"Stimo molto Nicola Zingaretti ma ho trovato improprio, il giorno dopo le elezioni, candidarsi alle primarie: i compiti vanno portati avanti". Lo ha dichiarato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, intervistato da direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana a Tempo di libri, a proposito del neo rieletto governatore del Lazio, che ha espresso l'intenzione di candidarsi alla guida del Partito democratico dopo le annunciate dimissioni del segretario Matteo Renzi. "Per come sono fatto io – ha aggiunto Sala – i compiti e i mandati vanno portati a termine".

"Niente tessere ma sempre tra chi difende il Pd"

Durante l'intervista il sindaco ha voluto ribadire il suo "impegno per Milano e con i milanesi", spiegando che il bene della sinistra non può prescindere dal mantenere "questa città forte lavorando sui problemi che ci sono". Motivo per il quale esclude una sua entrata nell'arena politica nazionale: "Se mi metto anche io sono solo uno che si aggiunge, mentre da qui posso dare un grande contributo perché la città potrà confermare il suo ruolo in particolare sui temi della solidarietà e dell'immigrazione affrontata con misura". Sala ha voluto anche esprimere apprezzamento per la scelta del ministro uscente Carlo Calenda che "in un momento difficile ha preso la tessera del Pd". Scelta che non emulerà il sindaco di Milano, nonostante abbia voluto sottolineare quanto sia proprio il Partito Democratico "l'unico partito che ha una struttura sul territorio allargata all'associazionismo" e che quindi "mi troverete sempre dalla parte di chi lo difende".

"Di Maio? Mai governato un condominio: auguri"

A proposito di un incarico di governo al Movimento 5 Stelle dopo il successo alle politiche, Giuseppe Sala ha dichiarato: "Faccio gli auguri a Luigi Di Maio, che fino a ora non ha mai governato nemmeno un condominio. Ma non si illudano che se si torni a votare prendano il 50%" ha detto il sindaco, parlando dei 5 stelle. Durante l’intervista, il sindaco di Milano è tornato anche sulla larga vittoria di Attilio Fontana alle regionali in Lombardia: "Non pensavo che saremmo andati molto oltre il 19%" la "cosa che mi ha sconvolto è stata il distacco Gori-Fontana di 20 punti". Dopo la larga sconfitta del centrosinistra Sala ha assicurato che, per il bene dei cittadini, "dovremo trovare la formula di collaborare con il centrodestra. Certo è che ci saranno alcune partite in cui saremo d'accordo e altre no".

Leggi tutto
Prossimo articolo