Il Pd compie 10 anni, Renzi: "Sarà corpo a corpo col centrodestra"

Politica
Matteo Renzi a Roma per i 10 anni del Pd (Ansa)

Il segretario, durante le celebrazioni dell'anniversario a Roma: "Partito non appartiene a chi è sul palco oggi, chi se ne va sta tradendo se stesso". Veltroni: "Approvare lo Ius soli". Gentiloni: "Ci lavoreremo"

Il 14 ottobre 2007 nasceva il Partito Democratico. Oggi, esattamente dieci anni dopo, si celebra l’anniversario al Teatro Eliseo di Roma alla presenza, tra gli altri, di Walter Veltroni - che del Pd fu il primo segretario - di Paolo Gentiloni e di Matteo Renzi. E, proprio l’attuale segretario del partito ha voluto ricordare che "il Pd non appartiene a chi è sul palco oggi. Il Pd appartiene al popolo che lo ha creato e chi se ne va sta tradendo se stesso".

Renzi: "L'avversario è il centrodestra"

"Non mi interessa chi farà il premier, ma come", ha poi specificato il segretario, parlando del futuro politico del Paese. Mentre sul fronte del partito, Renzi ha detto che il nemico è  "l’autoreferenzialità, il parlarsi addosso, le nostre divisioni". Ma, per Renzi, l'"avversario" ora è il centrodestra. "Se passa come spero il Rosatellum abbiamo di fronte a noi un corpo a corpo in tutti i collegi con un centro destra populista", ha detto, "che ci ha lasciato con lo spread e la più grande crisi economica del dopoguerra. O noi saremo nelle condizioni di capire che questa è la sfida o rischieremo di perdere non noi come Pd, ma l'Italia". 

Veltroni a Renzi e Gentiloni: approvate Ius soli

Ma i dieci anni del Pd sono anche l’occasione per riflettere sull’attuale legislatura, anche a due giorni dall’approvazione della Camera della nuova legge elettorale. "Vorrei che la legislatura si concludesse con l'approvazione dello Ius soli. Paolo e Matteo fate ciò che è necessario", ha chiesto dal palco Walter Veltroni che è stato incaricato di aprire le celebrazioni del decennale.

Gentiloni: lavoriamo per approvare Ius soli entro fine legislatura

Sullo Ius soli, è arrivata subito la risposta del premier Paolo Gentiloni che, nel suo intervento, ha spiegato: "Stiamo lavorando per approvare la legge entro questa legislatura". Inoltre, Gentiloni, ha ribadito l’importanza del Pd: "Teniamocelo stretto perché non so come sarebbe sopravissuta una sinistra di governo e una sinistra in generale se non avesse assunto la forma del Pd". E il ricordo del presidente del Consiglio è andato anche ai segretari che si sono succeduti in questi dieci anni: "Dobbiamo essere grati ai diversi segretari, da Veltroni a Franceschini da Bersani a Epifani. Non sono stati anni facili, conosco le lacerazioni", ma bisogna guardare avanti, ha concluso.

Figure storiche assenti

Ma, nel giorno delle celebrazioni dei dieci anni del Pd, si notano anche le assenze di nomi storici del partito. Mancano infatti Pier Luigi Bersani e Massimo d’Alema, dopo l'allontanamento e il passaggio a Mdp. Ma è assente anche Romano Prodi che, ufficialmente, aveva un altro impegno, ma che aveva già rifiutato altri inviti del partito.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24