Covid Sicilia, vaccini a Palermo: grande successo per dosi h24

Sicilia
©Ansa

Questo il pensiero del commissario per l'emergenza, Renato Costa, per quanto riguarda l'iniziativa lanciata alla Fiera del Mediterraneo, con la somministrazione dei vaccini h24 grazie all'apertura di un secondo padiglione aperto da mezzanotte alle 8 del mattino

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

"Questa prima notte di ciclo continuo dei vaccini in Fiera è stata entusiasmante. Sicuramente per noi che l'abbiamo voluta ma anche per i palermitani". Così il commissario per l'emergenza Covid a Palermo, Renato Costa.

Al via in Sicilia, dal 26 maggio, la vaccinazione degli studenti maturandi.

Intanto è iniziata la somministrazione dei vaccini ai lavoratori della zona industriale di Siracusa nel primo hub vaccinale multi-aziendale in Italia. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:08 - Policlinico Palermo riattiva 20 posti medicina

Passano da 96 a 63 i posti letto Covid nel Policlinico 'Paolo Giaccone' di Palermo. "L'azienda ospedaliera universitaria - si legge in una nota - ha rimodulato l'organizzazione interna sulla base del decremento dei contagi registrati in questi giorni. L'attenzione rimane alta e si continua a mantenere un assetto che consente di assistere i pazienti Covid, ma l'azienda ha scelto di rispondere tempestivamente alla necessità di assicurare continuità assistenziale ai pazienti no Covid, garantendo al tempo stesso un maggiore respiro all'area di emergenza del pronto soccorso che in questo periodo ha dovuto fronteggiare un elevato numero di accessi. Una situazione comune in tutti i pronto soccorsi della provincia". La riorganizzazione consente di riattivare il plesso 23 - attuale sede di posti Covid - aprendo nuovamente i 20 posti di medicina a pazienti no Covid, grazie a percorsi di accesso indipendenti. Qui sarà temporaneamente trasferita anche l'unità di gastroenterologia per l'avvio di alcuni lavori di ristrutturazione nel plesso della clinica medica 1 dove attualmente è collocata. "Il nostro proposito - sottolinea il commissario dell''azienda Alessandro Caltagirone - è quello di rispondere alle esigenze assistenziali rispettando da un lato le necessità che possono derivare dall'evolversi dei contagi, ma al tempo stesso garantendo la ripresa progressiva delle altre attività. Tutto ciò si inquadra in un contesto complessivo di ristrutturazioni che procedono su più fronti per velocizzare quel rinnovamento strutturale volto a rendere i reparti più confortevoli perché siamo consapevoli che anche questi aspetti sono parte integrante di un percorso di cura e di umanizzazione degli spazi", conclude.

17:53 - In Sicilia 493 casi su oltre 26mila tamponi

Sono 493 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia, su 26.335 tamponi processati, con una incidenza quasi del 1,9%, in diminuzione rispetto a ieri che era al 2,5%. La Regione è terza per numero di contagi giornalieri. I morti sono stati 11 e portano il totale a 5.720. Il numero degli attuali positivi è di 14.015 con una diminuzione di 998 casi. I guariti oggi sono 1.480. Negli ospedali i ricoverati sono 788, 30 in meno rispetto a ieri, quelli nelle terapie intensive sono 99, 5 in meno rispetto a ieri. La distribuzione tra le province: Palermo con 90 casi, Catania 145, Messina 96, Siracusa 24, Trapani 44, Ragusa 36, Caltanissetta 12, Agrigento 36, Enna 10.

17:47 - Vaccini, in Sicilia 297.556 dosi in 7 giorni: 35mila oltre target

Nell'ultima settimana, da venerdì 14 a giovedì 20 maggio, in Sicilia sono state effettuate 297.556 somministrazioni, 200mila delle quali come prima dose. Un risultato che ha consentito di superare di 35 mila il target assegnato alla Regione dalla Struttura commissariale nazionale guidata dal generale Figliuolo. "Il mio ringraziamento - afferma il governatore Nello Musumeci - va a tutti gli operatori sanitari che continuano a lavorare incessantemente, in alcuni casi come a Palermo giorno e notte, affinché sia più vicino il giorno in cui potremo dire di avere finalmente lasciato il Covid alle nostre spalle». E proprio all'Hub dell'ex Fiera del Mediterraneo del capoluogo siciliano è stata accolta positivamente l'iniziativa di potenziare il Polo vaccinale aprendo un secondo padiglione, funzionante da mezzanotte alle 8 di mattina. Nel primo giorno di operatività oltre seicento gli "immunizzati", soprattutto lavoratori che non erano riusciti a trovare il tempo di vaccinarsi durante il giorno. È partito stamane - e durerà fino a domenica - inoltre, il progetto "Proteggi te e i nonni", voluto dal governo regionale per dare un ulteriore impulso alla campagna vaccinale. Destinatari gli ultra 80enni e i loro accompagnatori (anche più di uno) over 18, non necessariamente legati da un vincolo di parentela. Si potranno vaccinare senza prenotazione, con una corsia a loro riservata, riducendo così i tempi di attesa. "Dai vari centri dell'Isola - aggiunge Musumeci - ci arrivano notizie che anche quest'iniziativa sta riscuotendo un discreto successo. Ai più giovani il compito di aiutare gli anziani. Un messaggio di rinascita".

17:45 - Vaccini, Asp Siracusa da lunedì aprirà centro Carlentini

E' stato inaugurato oggi il nuovo centro vaccinale di Carlentini ospitato nella sede della Protezione civile, all'ingresso sud della città, concessa in comodato d'uso gratuito dal comune all'Asp di Siracusa per tutto il periodo emergenziale della campagna vaccinale. Le somministrazioni partiranno da lunedì prossimo. "Il nuovo centro - si legge in una nota dell'azienda sanitaria - va ad aggiungersi all'hub 'Urban Center' di Siracusa, al nuovo hub di Portopalo e ai numerosi altri centri vaccinali che l'azienda ha attivato in tutti gli ospedali e i comuni della provincia grazie anche alle sinergie interistituzionali messe in campo per assicurare la piena efficacia della campagna vaccinale e raggiungere le persone quanto più vicino possibile al proprio domicilio". Presenti il sindaco Giuseppe Stefio, il direttore generale dell'Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra, il direttore del distretto di Lentini Salvatore Nigroli e l'assessore comunale Alfredo Londra. Il nuovo centro vaccinale contribuirà a decongestionare le attività vaccinali del presidio ospedaliero di Lentini e dei servizi di epidemiologia e medicina preventiva di riferimento del territorio della zona Nord per il raggiungimento degli obiettivi distrettuali di 500 vaccinazioni al giorno nell'ambito territoriale, contribuendo al raggiungimento delle 4.000 vaccinazioni quotidiane che è il target di riferimento aziendale. Il centro di Carlentini ha un potenziale teorico di circa 200 vaccinazioni al giorno su due turni operativi mattina e pomeriggio.

17:11 – Confcommercio: “Saremo le sentinelle contro i contagi”

"Confcommercio Palermo farà uno sforzo straordinario, insieme con le aziende, a supporto delle istituzioni e delle forze dell'ordine, per vigilare sul rispetto delle misure di prevenzione del contagio, soprattutto nelle aree esterne in prossimità di pubblici esercizi e negozi. Una sorta di sentinella del territorio con l'obiettivo di evitare assembramenti non consentiti, le cui conseguenze - in caso di aumento dei contagi - ricadrebbero direttamente sugli imprenditori che hanno finalmente ripreso a lavorare e che hanno bisogno di certezze sul futuro". Lo annuncia Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo, che nei giorni scorsi insieme al presidente della Fipe Antonio Cottone, ha partecipato ad alcuni incontri con il prefetto Giuseppe Forlani, il Questore Leopoldo Laricchia e il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando per predisporre un piano di sicurezza sussidiaria per la corretta osservanza delle disposizioni in funzione anti contagio, a beneficio della stessa sopravvivenza delle imprese. Già da questa settimana, in via sperimentale, nelle serate di venerdì e sabato verrà attivato un servizio di vigilanza privata che sarà affidato alla Securpol Italia Vigilanza. "Dopo gli enormi sacrifici durati oltre un anno - spiega Patrizia Di Dio - vogliamo difendere la zona gialla che abbiamo conquistato lunedì scorso e anzi auspichiamo finalmente di tornare presto in zona bianca, ridando piena operatività alle nostre imprese commerciali. Questa iniziativa è stata concordata con le istituzioni, non certo per sostituirci ad esse ma per aiutarle con responsabilità a prevenire ulteriori passi indietro nella soluzione dei problemi del contagio, confermando nei fatti che il dialogo e la collaborazione possono far convivere il diritto alla salute e quello al lavoro e alla libera impresa".

16:28 - Vaccini, da oggi in Sicilia campagna "Proteggi te e i nonni"

E' partita oggi in tutti gli hub vaccinali della Sicilia la campagna "Proteggi te e i nonni" lanciata dalla Regione siciliana: vaccinare nonni e nipoti insieme, anche i "nonni" in senso metaforico, non direttamente parenti del giovane che li accompagna. A Palermo la Fiera del Mediterraneo, dalle 8 alle 24, aprirà le porte del padiglione 20: per tre giorni, fino a domenica, over 18 e over 80 potranno andare insieme senza prenotazione. Per partecipare basta aver compiuto i 18 anni, accompagnare un ultraottantenne a vaccinarsi (anche se non si è legati da vincoli di sangue) e aderire alla vaccinazione con un siero a vettore adenovirale, il monodose Johnson & Johnson o Vaxzevria, nuova denominazione del vaccino AstraZeneca. Agli anziani sarà somministrato un vaccino a mRna, Pfizer o Moderna. Gli accompagnatori over 18 possono essere anche più di uno.

16:07 - Vaccini, Asp Palermo apre centri a over 40 senza prenotazione

Da domani l'Asp di Palermo aprirà i propri hub e centri di somministrazione agli over 40 che potranno vaccinarsi con AstraZeneca senza prenotazione. Basterà presentarsi muniti di tessera sanitaria e documento di identità. "La grande efficacia del siero AstraZeneca è ampiamente dimostrata - sottolinea il direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni - invitiamo i cittadini che rientrano nella fascia di età tra 40 e 79 anni ad andare in uno dei 20 centri tra città e provincia per ricevere il vaccino". L'iniziativa integra quella programmata, da oggi a domenica, dalla Regione Siciliana 'Proteggi te e i nonni': destinatari gli ultra 80enni ed i loro accompagnatori (anche più di uno) over 18, non necessariamente legati da un vincolo di parentela. Sarà consentito l'ingresso senza prenotazione, con una corsia riservata per ridurre i tempi di attesa. Per gli accompagnatori verranno utilizzati, previa adesione volontaria, vaccini a vettore adenovirale (AstraZeneca o Janssen). Sempre da domani, e fino a domenica, tornerà alla 'Casa del Sole' di Palermo il drive in per over 80 e fragili. L'iniziativa è rivolta soprattutto agli anziani che, dopo aver fatto la prima dose con il siero Pfizer proprio al drive in, sono in attesa della seconda dose. Eventuali prime nuove somministrazioni saranno garantite con Moderna. Proseguirà domani a Scillato la campagna di vaccinazione di massa nei comuni montani palermitani al di sotto dei mille abitanti. L'iniziativa, decisa dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è realizzata, in provincia di Palermo, dall'Asp con medici ed infermieri dei nuclei di vaccinazione mobili della Difesa che operano nell'operazione 'Eos', voluta dal ministro della Difesa Lorenzo Guerini. Coinvolte, oltre che le locali amministrazioni comunali, anche i medici di medicina generale e quelli di continuità assistenziale. Nella tappa di ieri a Santa Cristina Gela sono state 288 le vaccinazioni. Dalla prossima settimana la campagna di massa nei comuni montani al di sotto dei 1.000 abitanti si concluderà a Sclafani Bagni, ma proseguirà quella in altri comuni distanti dai punti di somministrazione. Sono previste vaccinazioni straordinarie - nel rispetto degli attuali target - a Palazzo Adriano, Prizzi, Castronovo di Sicilia, Camporeale, Roccamena, Alia, Valledolmo e Roccapalumba.

16:06 - Vaccini, Uil: "Hub multiaziendale? Da esportare in Sicilia"

"Un modello da esportare anche nel resto di Sicilia. Si crei ogni condizione perché lavoratrici e lavoratori siano tutelati presto e bene dai rischi di contagio, senza trascurare il personale delle piccole e medie imprese che sono pilastro fondamentale del nostro sistema produttivo". Lo hanno dichiarato il segretario generale della Uil Sicilia Claudio Barone e Luisella Lionti, segretaria organizzativa della Uil Sicilia con delega all'Area Vasta Uil Palermo-Siracusa-Ragusa-Gela, oggi a Città Giardino di Melilli per l'inaugurazione dell'hub vaccinale multiaziendale della zona industriale siracusana. "Riteniamo - aggiungono - questa nuova realtà un passo avanti verso quella necessaria accelerazione nella lotta al Covid e nella ripartenza in sicurezza che da tempo noi della Uil sollecitiamo e sosteniamo con il massimo impegno. Certo, sarebbe assurdo se tutto ciò fosse vanificato da una insufficiente dotazione di vaccini".

16:02 - Prefetto Catania: maggiori controlli in zona 'movida'

A Palazzo del Governo di Catania si è svolta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, convocata dal prefetto Maria Carmela Librizzi, per pianificare i servizi di controllo sul rispetto delle misure di contenimento del contagio da Covid-19 nelle zone della 'movida'. E' stata disposta una pianificazione delle attività di controllo "privilegiando le aree esposte al rischio sovraffollamento, per flussi di mobilità e presenza di locali aperti al pubblico" tenendo conto delle fasce orarie della 'movida' e delle giornate festive e prefestive. Per il prossimo fine settimana, "particolare attenzione sarà stata dedicata a via Gemmellaro, a vico Santa Filomena e piazza Sciuti" che "in ragione della caratteristiche logistiche e tenuto conto della riapertura dei pub e ristoranti per la cena presentano particolari criticità". Sarà "oggetto di attenzione il flusso di persone nelle zone, al fine di disporre, in caso di assembramenti, una azione da parte della Polizia Locale, coadiuvata dalle Forze di Polizia, di deflusso e contingentamento". Per questo "saranno presidiati alcuni punti strategici delle predette zone". "Attenti servizi di prevenzione e controllo" sono stati poi disposti per tutte le altre zone tradizionali della 'movida', in particolare via Pulvirenti, ma anche in piazza Scammacca, piazza Vicenzo Bellini e piazza Currò. Le attività di vigilanza saranno svolte in modalità interforze con la partecipazione dalla Polizia Municipale e, altresì, con il contributo dei militari dell'operazione 'Strade sicure'. Sul Lungomare e a San Giovanni li Cuti sono confermati i divieti di transito veicolare e stazionamento in vigore nei fine settimana scorsi nonché i relativi servizi di controllo interforze.

15:42 – Cocina: “Con hub Caltagirone 50mila dosi al giorno”

"Con l'apertura del diciottesimo hub vaccinale di Caltagirone assolviamo al compito per il quale siamo stati chiamati dal presidente Nello Musumeci, al fine di sostenere la campagna di vaccinazione nell’isola e raggiungere il traguardo delle 50.000 somministrazioni al giorno". Lo ha affermato il capo della Protezione civile regionale, Salvo Cocina, presente all'inaugurazione del nuovo hub vaccinale anti Covid nel palasport 'Don Pino Puglisi'. Alla cerimonia erano presenti il Dg dell'Asp di Catania, Maurizio Lanza, il Commissario per l'emergenza covid a Catania, Pino Liberti, il vescovo di Caltagirone, mons. Calogero Peri, e il sindaco Gino Joppolo. Programmato e realizzato dalla Protezione Civile Siciliana nei tempi previsti, rispettando il crono programma concertato con tutte le Asp siciliane, voluto dal Presidente della Regione, il centro riuscirà a regime a garantire fino a 1000 vaccini al giorno. "Soltanto così - ha aggiunto Cocina -sarà possibile mettere in sicurezza la stragrande maggioranza dei siciliani ed evitare in autunno di farci trovare impreparati nel caso di una nuova ondata di covid. Per completare l’opera restano da aprire soltanto gli Hub di Messina Palarescifina e del centro Commerciale La torre a Palermo, così la dorsale vaccinale della Regione sarà ultimata, nei tempi e nei modi pianificati solo 45 giorni addietro". Il modello di intervento attivato anche nella cittadina del calatino ha visto la fattiva collaborazione tra Protezione civile regionale, ASP e Comune che insieme hanno lavorato ancora una volta in sinergia per recuperare una struttura sportiva e adattarla alle necessità dell'emergenza sanitaria in corso.

13:25 - Vaccini, nel Siracusano primo hub multi-aziendale in Italia

E' iniziata la somministrazione dei vaccini ai lavoratori della zona industriale di Siracusa nel primo hub vaccinale multi-aziendale in Italia voluto da Confindustria Siracusa, con l'Asp e l'assessorato alla Salute della Regione Siciliana. L'hub si trova nella sede del dopolavoro di Isab-Lukoil, a Città Giardino (Melilli), dove circa seimila dipendenti delle aziende potranno ricevere il vaccino anti-covid nelle tre postazioni allestite. "L'attivazione dell'hub è forse il passo più importante del percorso che tutte le aziende del polo industriale hanno effettuato sin dall'inizio della pandemia con l'obiettivo comune di tutelare la salute dei propri dipendenti - ha commentato Rosario Pistorio, vice presidente di Confindustria Siracusa con delega alla salute, sicurezza e ambiente, amministratore delegato di Sonatrach Raffineria Italiana -. L'applicazione di protocolli rigidi, d'intesa con i sindacati, ha permesso nel corso dell'ultimo anno di mantenere attivi i processi produttivi in totale sicurezza e ora la vaccinazione permetterà di tornare gradualmente alla normalità". ll protocollo d'intesa è stato deliberato il 14 maggio scorso. "L'istituzione di un Punto vaccinale industriale nel Polo petrolchimico di Siracusa - sottolinea il direttore generale dell'Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra - ha l'obiettivo di consentire una maggiore rapidità e facilità nella gestione dei flussi dei lavoratori dipendenti nella zona industriale, sia delle aziende committenti che dell'indotto". 

13:03 - Rizzo: "Hub di Caltagirone importante per il Calatino" 

"L'inaugurazione del grande hub vaccinale al PalaCaltagirone è sicuramente un momento importante per il Calatino tutto, e per la Sicilia in generale. La vaccinazione di massa rappresenta la strada maestra per uscire dall'incubo pandemia prima possibile. L'imperativo è vaccinarsi presto, mettendo in sicurezza per primi, come afferma il generale Figliuolo, over 60 e fragili, coloro cioè che hanno più probabilità di finire in ospedale o, peggio, in terapia intensiva". Lo ha affermato il presidente della commissione Difesa della Camera, il 5 stelle, Gianluca Rizzo, presente all'inaugurazione dell'hub vaccinale 'Don Pino Puglisi' a Caltagirone. 

11:48 - Fipe, con Covid la ristorazione in Sicilia ha perso 837 società

A fronte di 23.293 imprese legate al mondo della ristorazione attive in Sicilia nel 2020, in 837 hanno cessato l'attività. E' quanto emerge dal rapporto annuale Fipe di Confcommercio, aggiornato al 31 marzo 2021. "Intanto occorre inquadrare il contesto complessivo - spiegano i presidenti regionali di Fipe, Dario Pistorio, e Confcommercio, Gianluca Manenti - su 23.293 imprese (suddivise per il 22,2% in società di capitale; per il 15,5% in società di persone; e per il 60,2% in ditte individuali) i bar e altri esercizi simili senza cucina, sempre in Sicilia, sono 8.762; i ristoranti e le attività di ristorazione mobile sono 14.279 mentre sono 252 le imprese che svolgono attività di banqueting, di fornitura di pasti preparati e di ristorazione collettiva". Delle 837 società che hanno cessato l'attività nel 2020 sono: 71 quelle di capitali, 137 di persone e 627 ditte individuali. Per quanto riguarda i bar, 361 le attività che hanno chiuso i battenti (25 società di capitale, 63 di persone e 273 ditte individuali). I ristoranti e le attività di ristorazione mobile che hanno cessato l'attività sono 472 (43 società di capitali, 72 di persone, 355 ditte individuali). Con riferimento a mense e catering, il rapporto di nati-mortalità è pari a -4 (3 società di capitali e 2 di persone hanno cessato l'attività mentre è nata una nuova ditta individuale).

9:26 - Vaccini: in Sicilia dosi a studenti maturandi dal 26 maggio

Via libera in Sicilia, dal 26 maggio, alla vaccinazione per gli studenti maturandi. Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, appena firmata. Visto l'approssimarsi degli esami negli istituti secondari di secondo grado, gli studenti, volontariamente e senza prenotazione, potranno essere immunizzati. Due le tipologie di vaccino che saranno impiegate, in base all'età. Per i maggiorenni si farà ricorso al siero monodose Janssen o in mancanza AstraZeneca. Ai minorenni, invece, verrà somministrato quello Pfizer. 

7:21 - Vaccini, il commissario Renato Costa: "Successo per dosi h24 a Palermo"

"Questa prima notte di ciclo continuo dei vaccini in Fiera è stata entusiasmante. Sicuramente per noi che l'abbiamo voluta ma anche per i palermitani". Così il commissario per l'emergenza Covid a Palermo, Renato Costa, ha commentato il successo dell'iniziativa lanciata alla Fiera del Mediterraneo di Palermo, con la somministrazione dei vaccini h24 grazie all'apertura di un secondo padiglione aperto da mezzanotte alle 8 del mattino. "Non c'è dubbio - sottolinea Costa - che dobbiamo continuare su questa strada. La gente ha voglia di vaccinarsi, continua a dimostrarlo a ogni nostra iniziativa e noi siamo qui per questo, da oggi 24 ore su 24". Il commissario per l'emergenza Covid, insieme al suo staff e a medici e infermieri, ha avuto anche il tempo per una pausa assaggiando i biscotti che sono stati portati con un vassoio da una signora che si è vaccinata e che ha voluto in questo modo ringraziare l'organizzazione. (ANSA).

7:17 - Vaccini, in Hub Palermo via a dosi h24

Saranno 600 le persone vaccinate da mezzanotte alle 8 alla Fiera del Mediterraneo di Palermo nel primo turno che ha portato l'hub provinciale a funzionare no stop per 24 ore al giorno. Una fila ordinata di persone ha iniziato a varcare i cancelli poco dopo la mezzanotte per vaccinarsi al nuovo padiglione 20A. Alla stessa ora passaggio di consegne senza strappi tra il padiglione 20 che chiudeva, per poi riaprire alle 8, e il 20A che iniziava ad accogliere i primi utenti. Code contenute, zero assembramenti. Una settantina di persone al lavoro tra medici, infermieri, personale amministrativo, volontari e sicurezza. Il nuovo spazio ha risposto alle esigenze di un'utenza fatta per lo più di lavoratori, che non riuscivano a trovare il tempo di recarsi ai centri vaccinali durante il giorno. Seduti nell'area di attesa pre e post-vaccino, molti giovani entro i trent'anni con patologie non gravi. Il primo a ricevere la dose , poco dopo la mezzanotte, un 29enne palermitano, professione informatico. C'è poi chi ha colto l'opportunità della nuova fascia tardo notturna per risparmiarsi un po' di fila o chi era prenotato per i prossimi giorni ma non ha disdegnato un posto a notte fonda pur di accelerare i tempi anche di poco. Una signora si è presentata con un vassoio di biscotti per il commissario Renato Costa e il suo staff: "Grazie infinite per quello che fate e per la vostra organizzazione splendida". Le fasce di maggior successo sono state quella iniziale, tra mezzanotte e le 2, e quella finale, dalle 6 alle 8. Poco meno di un centinaio i "temerari" delle fasce intermedie, tra le 3 e le 5 del mattino.

7:14 - Sicilia 443 nuovi casi su 17.911 tamponi

A fronte di 17.911 tamponi, sono 443 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Sicilia, con una incidenza quasi del 2,5%. Le vittime sono state 10 e portano il totale a 5.709. Il numero degli attuali positivi è di 15.013 con una diminuzione di 255 casi. I guariti sono 688. Negli ospedali i ricoverati sono 808, quelli nelle terapie intensive sono 104. La distribuzione tra le province: Palermo ha 127 casi, Catania 111, Messina 43, Siracusa 30, Trapani 22, Ragusa 34, Caltanissetta 10, Agrigento 32, Enna 34.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.