Covid, in Sicilia 892 nuovi contagi su 27.829 tamponi. Istituite 4 nuove zone rosse

Sicilia
©Getty

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 121, quelle negli altri reparti sono 799 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 15.483

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

In Sicilia nelle ultime ore si registrano 892 nuovi contagi a fronte di 27.829 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 121, quelle negli altri reparti sono 799 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 15.483.

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato l'ordinanza che istituisce quattro nuove zone rosse in Sicilia. Si tratta di Centirupe, in provincia di Enna, Comitini, Racalmuto e Siculiana, in provincia di Agrigento. 

Il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi ha deciso di ritirare le dimissioni che aveva presentato lo scorso 8 marzo, a seguito della vicenda del vaccino anti Covid a cui si era sottoposto a gennaio insieme ad alcuni membri della giunta pur non essendo inseriti negli elenchi. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:27 - In Sicilia istituite altre quattro zone rosse

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha firmato l'ordinanza che istituisce quattro nuove zone rosse in Sicilia. Si tratta di Centirupe, in provincia di Enna, Comitini, Racalmuto e Siculiana, in provincia di Agrigento. L'ordinanza entrerà in vigore domani e sarà valida fino al 6 aprile compreso. Con la stessa ordinanza viene prorogata sino al 6 aprile la zona rossa a Caltavuturo e a San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo. Il provvedimento, che prevede anche la chiusura delle scuole, è stato richiesto dai sindaci e deciso in base alla relazione delle rispettive Asp.

18:10 – In Sicilia 892 nuovi contagi a fronte di 27.829 tamponi

In Sicilia nelle ultime ore si registrano 892 nuovi contagi a fronte di 27.829 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 121, quelle negli altri reparti sono 799 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 15.483. Questa la distribuzione dei nuovi positivi nelle province: Palermo 346, Catania 201, Messina 30, Siracusa 40, Trapani 47, Ragusa 56, Caltanissetta 61, Agrigento 91, Enna 20.

17:42 – Vaccinati tutti gli ospiti di una Rsa dell'Ennese

Il 100 per cento degli ospiti di Rsa e di comunità protette di Enna e provincia è stato vaccinato contro il Covi 19 grazie alla creazione di una squadra dell'Asp composta da due medici anestesisti in pensione, personale infermieristico coordinati dal direttore del distretto sanitario, Lia Murè. Sono 1.750 le dosi destinate a persone 'fragili' somministrate in 45 giorni. " Il successo di questa attività è anche dovuto alla collaborazione dei direttori dei distretti e referenti Usca, - spiega Lia Murè - senza l'impegno dei quali, non sarebbe stato possibile portare a termine l'ambizioso obiettivo di vaccinare il 100% degli utenti e dei dipendenti delle strutture interessate"

17:38 – Calcio, 13 positivi: rinviata Palermo-Foggia

La partita fra Palermo e Foggia, che si sarebbe dovuta giocare lunedì alle 21 al "Barbera", è stata rinviata a data da destinarsi. Lo ha disposto la Lega Pro accogliendo l'istanza presentata dal Foggia che ha chiesto il rinvio dopo l'accertamento di nuovi casi di positività al coronavirus. Nel club pugliese due giorni fa erano stati accertati i primi dieci casi, oggi nel nuovo giro di tamponi sono emerse altre tre positività, che portano il numero dei calciatori attualmente positivi a tredici. Inoltre sono stati riscontrati altri due casi di positività al tampone rapido che potrebbero portare il numero totale dei casi a quindici. "In accordo con le autorità sanitarie - comunica il Foggia - i tesserati sono già stati messi in isolamento fiduciario nelle rispettive abitazioni, sotto la supervisione dello staff medico rossonero".

17:24 – Vaccini, il sindaco di Corleone ritira le dimissioni

Il sindaco di Corleone Nicolò Nicolosi ha deciso di ritirare le dimissioni che aveva presentato lo scorso 8 marzo, a seguito della vicenda del vaccino anti Covid a cui si era sottoposto a gennaio insieme ad alcuni membri della giunta pur non essendo inseriti negli elenchi. Stamani i capigruppo consiliari hanno firmato un documento in cui "lo invitano a continuare senza remore il percorso intrapreso". L'intero Consiglio comunale aveva già chiesto il ritiro delle dimissioni all'unanimità. Nei giorni scorsi una busta con minacce e un proiettile era stata indirizzata a Nicolosi che aveva ricevuto numerosi attestati di solidarietà. Il sindaco ha anche scritto un messaggio alla cittadinanza in cui annuncia tra l'altro di voler rinunciare a procedere per le vie legali contro chi, in occasione del "caso vaccini", si era espresso con toni offensivi, auspicando il ritorno a un clima più disteso. "La riunione di oggi con i capigruppo consiliari - scrive Nicolosi - si è conclusa con un rinnovato impegno da parte di tutti a continuare l'attività amministrativa al servizio della città per portare a compimento i progetti di sviluppo già avviati. Personalmente sento il dovere di proseguire con dedizione ancora più grande, perché a Corleone possano trovare concreta realizzazione le grandi opere avviate e da inaugurare tra l'anno in corso e il prossimo". "Tutto ciò - prosegue Nicolosi - sarà ancora più possibile attraverso un nuovo patto di collaborazione e comprensione con tutta la cittadinanza, entrato in crisi a seguito delle vicende di queste settimane che hanno registrato fratture e contrapposizioni. Ribadisco il mio rammarico per quanto successo, auspicando che la prossima sia una Pasqua di Resurrezione e di Redenzione per tutti a partire dalla mia persona".

17:00 - Vaccini: gazebo e posti a sedere, la situazione all’hub di Siracusa

"L'Asp di Siracusa è impegnata a perfezionare l'organizzazione del centro hub vaccinale Urban Center di via Nino Bixio per ridurre al minimo eventuali disagi di una imponente campagna vaccinale anticovid. Non è facile creare "dal nulla, sia dal punto logistico che organizzativo, strutture adeguate all'erogazione di servizi obbligatori sanitari di interesse pubblico". Lo afferma il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra ricordando che "la provincia aretusea, con oltre 40 mila inoculazioni di vaccino, è tra quelle siciliane con il più alto indice di dosi somministrate". "E' chiaro - sottolinea Ficarra - che bisogna scegliere, e adeguare opportunamente i percorsi, se impiegare alcuni anni per raggiungere l'obiettivo o procedere celermente alla vaccinazione di massa come l'emergenza in atto impone nell'interesse di tutti noi" Nel Centro Urban tutti gli interventi possibili, spiega l'Asp, sono stati adottati per contenere in maniera ordinata l'alto flusso di persone che hanno diritto alla vaccinazione. L'accesso ai gazebo è consentito esclusivamente a due fasce orarie alla volta, in corridoi organizzati nel rispetto del distanziamento tra le persone e con la consegna di un numero tagliacode. Le persone che non rientrano in dette fasce orarie vengono invitate ad allontanarsi dalla imponente squadra di vigili urbani, forze dell'ordine e volontari della protezione civile costantemente presenti. Sotto i cinque gazebo antipioggia sono state riservate le aree per le persone in sedia a rotelle ed incrementati i posti a sedere per chi ne ha necessità. A disposizione dei cittadini sono stati posizionati cinque bagni chimici nell'area del Molo S. Antonio dove sono stati ridisegnati la viabilità e le aree di sosta gratuite per cittadini e operatori. Due infopoint esterni sono dedicati a fornire ogni utile informazione. Grazie ad un gruppo elettrogeno dedicato si sta provvedendo a posizionare nei gazebo esterni le stufe ad infrarossi. Nella struttura interna l'organizzazione è sempre più adeguata a rendere i percorsi vaccinali, dall'accettazione alla consegna dei referti, fluida e veloce.

13:56 - Sanitari 118 vaccinano anziani nelle case di riposo

I sanitari del 118 affiancano i medici dell'Asp di Palermo per vaccinare i fragili nelle case di riposo a Palermo e provincia. Il servizio è iniziato da ieri. La proposta era arrivata dal Gabinetto del Commissario per l'emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, che aveva scritto al presidente della Sis 118 Mario Balzanelli per vaccinare a domicilio i fragili e le persone non autosufficienti con l'uso di automediche, con medici e infermieri 24 ore al giorno e anche durante i festivi. L'iniziativa per proseguire nella vaccinazione per arrestare la diffusione del virus concentrandosi con una maggiore presenza nel territorio è stata colta dal direttore del 118 Fabio Genco. Gli equipaggi del 118 rappresentano la migliore garanzia di sicurezza in caso di eventi avversi rilevanti. Si inizia con le casa di riposo e poi il servizio potrebbe proseguire con i soggetti anziani con patologia che si trovano a casa.

12:35 - Orlando, nell'hub di Palermo eseguito 10% dei vaccini in Sicilia 

"In Fiera del Mediterraneo si è registrato il 10% delle vaccinazioni di tutta la Sicilia; in un solo luogo fisico. È evidente che si crei un sovraccarico. Detto questo, però, è chiaro e ho chiesto alle autorità sanitarie che bisogna mettere in campo condizioni di minor disagio". Lo ha detto stamattina il sindaco Leoluca Orlando intervenuto in diretta su Prima Radio. "Si potrebbe pensare - ha aggiunto - alla realizzazione di impianti nelle zone della provincia metropolitana, ma questo non dipende dal sindaco, piuttosto dal fatto che il numero di vaccini, al momento, non è elevato". Sul tema della povertà, esacerbata dalla crisi pandemica, Orlando ha precisato che "in città nessuno è rimasto senza beni di prima necessità. E questo grazie alla scheda ricaricata che permette l'accesso ai beni alimentari, ma anche per merito delle associazioni. Che hanno sempre garantito un pasto caldo. Il rapporto del Comune con gli enti del terzo settore è intenso, c'è una collaborazione straordinaria e spero che si possa continuare su questa strada". Il sindaco di Palermo ha anche spiegato il senso dell'ordinanza che vieta la vendita di alcolici dopo le 18: "Serve a scoraggiare l'assembramento;non è contro gli alcolici. Inoltre, come stabilito dal Tar, è una misura equilibrata in relazione all'andamento dei contagi che non diminuiscono".

12:14 - A Palermo competenze controllo a 65 ausiliari traffico 

Su proposta del comandante della polizia municipale, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha emanato oggi una determina con la quale conferisce a 65 dipendenti dell'Amat, già in possesso della qualifica di ausiliario del traffico, l'attribuzione - fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 - dei poteri e della competenza di effettuare, in materia di trasporto pubblico locale, attività di verifica delle prescrizioni previste dai Dpcm e legislazione di emergenza, tese a fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19, con attribuzione, del relativo potere sanzionatorio. 

7:20 - In Sicilia 895 casi su oltre 25mila tamponi

Sono 895 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 25.226 tamponi processati, con una incidenza di positivi di poco superiore al 3,5%. Le vittime sono state 20 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.513. Il numero degli attuali positivi è di 15.994; i guariti sono infatti 1.268. Negli ospedali i ricoverati sono 931, quelli nelle terapie intensive sono 118. La distribuzione nelle province vede Palermo 347, Catania 176, Messina 58, Siracusa 84, Trapani 27, Ragusa 28, Caltanissetta 45, Agrigento 80, Enna 50.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.