Covid, in Sicilia 560 nuovi contagi a fronte di 26.837 tamponi processati

Sicilia
©Ansa

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 118, quelle negli altri reparti sono 676 mentre le persone in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.751

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Nelle ultime ore in Sicilia si sono registrati 560 nuovi contagi a fronte di 26.837 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 118, quelle negli altri reparti sono 676 mentre le persone in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.751.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha emanato due ordinanze che dispongono il divieto di stazionamento sul litorale e fuori dalle scuole e la chiusura di alcune strade e piazze cittadine. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

18:34 - Ufficio statistica del comune di Palermo: aumento contagi in città e provincia

L'ufficio statistica del Comune di Palermo ha elaborato i dati forniti dall'Azienda sanitaria, relativamente all'andamento dei casi positivi al Covid 19 sia in città che in provincia. Dai dati risulta una preoccupante ripresa dei contagi sia nel breve che nel medio periodo preso in considerazione. E' stata analizzata la situazione dal 2 febbraio al 2 marzo e anche dal 19 ottobre al 2 marzo. I positivi alla data al 2 febbraio erano circa 15mila, mentre il 2 marzo erano 13.029 in tutta l'area metropolitana, di cui circa 11.427 nella città di Palermo. A Bagheria i casi sono 236, a Carini 188, a Termini Imerese 147, a San Giuseppe Jato 85 e a San Cipirello 69, queste ultime due zone rosse.

17:10 – In Sicilia 560 nuovi contagi a fronte di 26.837 tamponi processati

Nelle ultime ore in Sicilia si sono registrati 560 nuovi contagi a fronte di 26.837 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 118, quelle negli altri reparti sono 676 mentre le persone in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.751.

16:49 – Vaccini, Fondazione Gimbe: “In Sicilia il 2,3% ha completato il ciclo”

In Sicilia, la percentuale di popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari al 2,33%, mentre quella di ultraottantenni che hanno terminato la vaccinazione è pari al 1,6%. I dati emergono dall'analisi settimanale che fa la Fondazione Gimbe di Bologna. Dal 24 febbraio al 2 marzo risulta in peggioramento l'indicatore relativo alla "Variazione percentuale dei nuovi casi" rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica, 19% rispetto al limite del 40%, e quelli di terapia intensiva al 15%, rispetto al limite del 30%, occupati da pazienti Covid-19. Infine, dal 24 febbraio al 2 marzo si registra una variazione percentuale dei nuovi casi maggiore del 20%, rispetto alla settimana precedente, nelle province di Agrigento e Catania.

14:11 - Nuova ordinanza del sindaco di Palermo

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha emanato due ordinanze sindacali quali misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del covid-19. La prima individua alcune aree in cui viene disposto il divieto di stazionamento; l'altra dispone, in particolari circostanze, la chiusura di strade e piazze cittadine. "Un pacchetto di provvedimenti concordati con il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza - dice il sindaco - che servono a dare ai cittadini indicazioni di comportamento, prima ancora che dare regole da seguire e prevedere sanzioni. Di fronte ad una situazione che non può che preoccupare anche in Sicilia per la risalita dei contagi, ancora una volta la paura del virus deve essere un deterrente più forte della paura delle sanzioni, fermo restando l'indispensabile ed encomiabile lavoro di prevenzione e controllo svolto dalle forze dell'ordine e dalla polizia municipale". La prima ordinanza prevede il divieto di stazionamento per le persone, dalla 11 alle 22 in alcune vie e piazze, tra le quali via Maqueda, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, piazza Giuseppe Verdi, via Cavour, via delle Croci, via Empedocle Restivo, via Notarbartolo. Nei giorni 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28 marzo e 3 e 4 aprile, dalle 5 alle 22 il divieto di stazionamento da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari in tutto il litorale, ivi comprese spiagge, coste, aree verdi aperte al pubblico. Divieto di stazionamento davanti agli ingressi delle scuole, dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 15. Con la seconda ordinanza, fino al 21 marzo, è vietato il transito di mezzi e pedoni , nei giorni 6, 7, 13, 14, 20 e 21: dalle 16 alle 22 in via Spinuzza, piazza Sant'Anna; dalle 11 alle 18 da viale Regina Elena, altezza Via Anadiomene, alla piazza di Mondello; dalle 16 alle 22 in alcune strade del centro storico: via Maccheronai/Piazza San Domenico; discesa Caracciolo/via Roma; via Pannieri/Corso Vittorio Emanuele; vicolo Mezzani/corso Vittorio Emanuele; via Argenteria/vicolo Paterna; via dei Coltellieri/vicolo della Rosa Bianca; vicolo Mezzani/via dei Frangiai.

12:23 - Inchiesta mascherine: Musumeci, non mi occupo di acquisti

"Ho letto sul giornale. Buon lavoro alla magistratura e agli investigatori. Non mi occupo di acquisti, faccio il presidente della Regione. C'è un apposito ufficio che si occupa di acquistare beni e servizi: qualsiasi condizione anche di emergenza non può legittimare atti al di fuori della legge". Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ai cronisti sul filone dell'inchiesta della Procura a Roma sulla fornitura di guanti monouso e che vede indagato l'ex ministro e leader di Cantiere popolare, Francesco Saverio Romano.

12:03 - A Catania riabilitazione cardiorespiratoria post virus

Apre nell'ospedale Garibaldi-Centro di Catania la Riabilitazione cardio-respiratoria dedicata ai pazienti in fase di negativizzazione dal Covid-19, la prima del genere in Sicilia nell'ambito della sanità pubblica, dotata di sei posti letto per ricoveri ordinari e di 4 destinati al Day Hospital. "Racchiudere il programma di questa nuova unità operativa nella semplice denominazione di Riabilitazione cardio-respiratoria - ha detto il direttore dell'Arnas Garibaldi Fabrizio De Nicola - invero non rende giustizia agli ambiti d'intervento e ai suoi particolari contenuti. In questi mesi, com'è giusto che fosse, ci siamo concentrati sulla lotta al Coronavirus, ma oggi non possiamo trascurare la concreta esigenza di rispondere alla domanda di assistenza di coloro che, pur non essendo più positivi al Covid-19, continuano a pagarne i contraccolpi. Ecco perché non abbiamo perso un solo istante nel mettere a disposizione della città questo strumento che porterà grandi benefici all'intera collettività". Nel nuovo centro di Riabilitazione lavoreranno in piena sinergia numerose e disparate professionalità, seguendo un programma logico-sistematico capace di ripristinare quanto più possibile l'originario stile di vita del paziente. All'interno della struttura opereranno in piena sinergia numerosi medici, infermieri, fisioterapisti, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti e terapisti della riabilitazione, coadiuvati peraltro anche dagli esperti consulenti di settore, infettivologi o neurologi, in grado di intervenire prontamente al bisogno. 

11:13 - Musumeci: “Dallo Stato aspettiamo risorse sostanziose”

"Dallo Stato devono arrivare sostanziose risorse, noi possiamo mettere solo le briciole. Quello che avevamo da fare l'abbiamo fatto, sui fondi comunitari ci sono vincoli che a volte non ci permettono di riprogrammare i fondi. Adesso tra noi e quello che ci sarà da fare c'è un processo burocratico, ci saranno dei tempi che purtroppo spesso non sono legittimati da reali esigenze". Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, nel corso della visita al cantiere nella caserma dei carabinieri Dalla Chiesa, a Palermo, riferendosi al Recovery fund e alle misure a sostegno della ripresa dell'economia depressa dalla pandemia da covid.

10:26 - Ricercatori Catania: “Sicure autopsie su vittime Covid”

Le autopsie sui soggetti deceduti per Covid-19 si possono e si devono fare in sicurezza. Lo dice uno studio, condotto da alcuni ricercatori catanesi e coordinato dal professore Cristoforo Pomara, ordinario di medicina legale dell'Università di Catania e componente del Comitato tecnico scientifico per l'emergenza Covid in Sicilia, che verrà pubblicato nelle prossime ore sulla rivista internazionale specializzata 'Diagnostics', dal titolo "Safe management strategies in clinical forensic autopsies of confirmed Covid-19 cases". "La ricerca dimostra scientificamente che l'esecuzione di un'autopsia clinico-forense, su soggetti deceduti con Covid-19, è da ritenersi assolutamente sicura per gli operatori coinvolti qualora si rispettino le linee guida internazionali", dice Pomara.

7:28 - In Sicilia sono 539 i nuovi positivi su 25.171 test

Sono 539 i nuovi positivi al Covid-19 in Sicilia su 25.171 tamponi processati, con una incidenza di positivi di quasi il 2,1%. Le vittime sono state 17 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.187. Il numero degli attuali positivi è di 25.129. I guariti sono 1.122. Negli ospedali i ricoverati sono 813; quelli in terapia intensiva sono 117. La distribuzione nelle province vede Palermo con 190 casi, Catania 150, Messina 36, Siracusa 47, Trapani 12, Ragusa 28, Caltanissetta 22, Agrigento 44, Enna 10.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.