Covid, in Sicilia 519 nuovi casi su 23.161 tamponi

Sicilia
©Ansa

Il numero degli attuali positivi è di 22.678, con un decremento di 1.867 casi rispetto a ieri. I guariti sono 2.374

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Sono 519 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 23.161 tamponi processati. La regione è undicesima nel contagio giornaliero di oggi.

La Sicilia resta in "zona gialla", ma in attuazione del nuovo Dpcm scuole chiuse in 14 comuni siciliani da lunedì 8 a sabato 13 marzo (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

18:12 - Asp Enna cerca infermieri per punti vaccinali

L'Asp di Enna cerca infermieri da impiegare nei centri vaccinali del territorio. La durata del contratto sarà annuale e la selezione avverrà per titoli. Il bando è stato deliberato dalla direzione dell'azienda sanitaria oggi e andrà in pubblicazione domenica prossima. Sarà in vigore per 10 giorni dalla pubblicazione nell'albo pretorio del sito istituzionale www.aspenna.it . "Gli infermieri saranno impiegati per coprire le esigenze dei reparti e dei centri vaccinali di Enna, Leonforte, Nicosia e Piazza Armerina", dice il direttore generale Francesco Iudica. 

17:00 - In Sicilia 519 nuovi casi su 23.161 tamponi

Sono 519 i nuovi positivi al Covid19 in Sicilia su 23.161 tamponi processati. La regione è undicesima nel contagio giornaliero di oggi. Le vittime sono state 12 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 4.213. Il numero degli attuali positivi è di 22.678, con decremento di 1.867 casi rispetto a ieri. I guariti sono infatti 2.374. Negli ospedali i ricoverati sono 790; 4 in meno rispetto a ieri, quelli in terapia intensiva sono 120, due in più. La distribuzione nelle province vede Palermo con 221 casi, Catania: 128, Messina 28, Siracusa 24, Trapani 11, Ragusa 33, Caltanissetta 14, Agrigento 46, Enna 14.

11:46 - Bonus lavoratori agricoli etnei da Ebat Ciala Catania

Potranno ricevere un bonus i lavoratori agricoli della provincia di Catania che hanno contratto il Covid 19 a partire dal 1 gennaio 2021 e siano stati costretti al ricovero in ospedale o all'isolamento domiciliare nel 2021 o che siano stati dichiarati negativi nell'anno in corso anche se hanno contratto la malattia nel 2020. E' quanto prevede una delibera dell'ente bilaterale Ebat Ciala di Catania, che ha varato il provvedimento denominato "Bonus tutela sanitaria Covid 19" stanziando 50 mila euro totali. Il bonus ammonta a 550 euro per chi ha subito il ricovero e a 450 euro per chi invece è stato costretto all'isolamento domiciliare. Il contributo è cumulabile con eventuali altre prestazioni percepite per malattia e/o infortunio sul lavoro. E' previsto anche un indennizzo pari a 1.500 euro in caso di morte del lavoratore. L'Ebat Ciala Catania è un ente che raggruppa le organizzazioni imprenditoriali, sindacali e le aziende che operano nel campo dell'agricoltura, e che offre servizi e benefici economici gratuiti ai lavoratori agricoli della provincia di Catania. È costituito da Confagricoltura, Cia, Coldiretti, Flai Cgil, Fai Cisl, Uila Uil, ha sede a Catania ma si avvale della collaborazione di tutte le organizzazioni territoriali degli aderenti presenti in tutta la provincia.

11:45 - Comune Marsala: - 70% tassa rifiuti per attività chiuse

È operativa a Marsala la riduzione del 70% sulla tassa dell'immondizia (Tari) per le attività chiuse nel periodo di lockdown per il Covid-19 imposto dal governo nazionale nel periodo marzo/maggio 2020. "Dopo diverse sollecitazioni in sede Anci Sicilia - dice il sindaco di Marsala Massimo Grillo - sono state finalmente stabilite modalità e termini attraverso i quali gli operatori commerciali otterranno l'agevolazione. Comprendo che il periodo resta ancora difficile per tutti, ma intanto diamo una mano a chi è stato duramente colpito dall'emergenza sanitaria che, purtroppo, continua a pesare economicamente su molte famiglie e sull'intero territorio".

11:39 - Migranti: Sea Watch, positivi al Covid a bordo da 3 giorni

Sei minori e un non vedente positivi al Covid si trovano ancora a bordo della Sea Watch 3, arrivata tre giorni fa nel porto di Augusta. Lo denuncia su Twitter la Ong tedesca sottolineando che si tratta di "persone vulnerabili": "ritardarne lo sbarco è una grave violazione dei loro diritti". Secondo la Ong, altri sei minori positivi sono stati fatti scendere solo oggi. 

10:35 - Isole minori, Confesercenti Sicilia. "Diventino Covid free"

"Fare delle Isole minori siciliane mete Covid free da cui far ripartire nell'immediato il turismo siciliano". Confesercenti Sicilia prende posizione a favore della vaccinazione di massa nelle Isole minori "per consentire arrivi in sicurezza e far crescere l'appeal della regione sui mercati internazionali". Una posizione contenuta in un documento programmatico consegnato all'assessore regionale agli Autonomie Locali Marco Zambuto da una delegazione dell'associazione formata dal presidente regionale Vittorio Messina, dal coordinatore regionale di Assoturismo Salvo Basile e dai rappresentati di Confesercenti delle Isole minori: Dominga Monte di Lipari per le isole Eolie; Giuseppe Mineo di Favignana per le Egadi; e Tonino Martello da Lampedusa per le Pelagie. "La Sicilia e ancora di più le sue Isole minori - dice Salvo Basile - scontano non solo gli effetti della pandemia ma gli svantaggi determinati dalla condizione di insularità che sono stati formalmente riconosciuti dall'Europa ma che non trovano ancora adeguate misure di compensazione". Le priorità non mancano: dalla tutela dei borghi marinari dall'erosione costiera alla messa in sicurezza delle strade comunali e provinciali, all'adeguamento dei servizi essenziali come trasporti, scuola e sanità. Intanto, per la prossima Pasqua le previsioni sono tutt'altro che positive. In molti, tra hotel e ristoranti, hanno già deciso di restare chiusi. "Pensiamo che per ripartire occorra programmare e guardare in modo mirato al territorio. Per questo chiediamo - dicono i rappresentanti di Confesercenti Isole Minori - adeguati e celeri aiuti economici e opportuni sgravi fiscali, ma anche una programmazione che, in linea con le opportunità derivanti dalla Next Generation EU e del Piano nazionale ripartenza e resilienza (PNRR), consenta alle imprese e alle professioni del settore turistico di arrivare preparate per la ripartenza".

7:19 - Nello Musumeci: "Scuole chiuse in 14 comuni siciliani"

La Sicilia resta in "zona gialla", ma in attuazione del nuovo Dpcm scuole chiuse in 14 comuni siciliani da lunedì 8 a sabato 13 marzo. Lo ha deciso il presidente della Regione, Nello Musumeci, con una propria ordinanza firmata ieri sera. In base al report dell'assessorato alla Salute, infatti, sono stati superati i 250 casi positivi al Covid su 100mila abitanti. Lo stop alle lezioni riguarderà: Caccamo, San Cipirello e San Giuseppe Jato, in provincia di Palermo; Castell'Umberto, Cesarò, Fondachelli Fantina e San Teodoro, nel Messinese; Licodia Eubea e Santa Maria di Licodia, nel Catanese; Montedoro, Riesi e Villalba, in provincia di Caltanissetta. La valutazione sulla chiusura o riapertura degli istituti scolastici verrà fatta settimanalmente in base ai dati del servizio di Sorveglianza ed epidemiologia dell'assessorato. Con la stessa ordinanza, visto il crescente numero di casi positivi, è stata disposta l'istituzione della "zona rossa" a Riesi, nel Nisseno, da domani lunedì 22 marzo. Attualmente sono già "off limits" San Cipirello e San Giuseppe Jato, nel Palermitano. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.