Maltempo nel Catanese, allagamenti e disagi

Sicilia

Oltre trenta gli interventi dei vigili del fuoco da stamattina. Nel capoluogo etneo è completamente allagata piazza Carlo Alberto. Danni e disagi anche nella fascia ionica, in particolare a Giarre

Ondata di maltempo sulla Sicilia, in particolare nel Catanese, dove da questa mattina sono circa 30 gli interventi di soccorso per il maltempo effettuati dai vigili del fuoco nei paesi etnei (San Giovanni la Punta e San Gregorio) e nella fascia ionica, a Giarre in particolare. Attualmente sono in corso una decina di interventi di soccorso per le avverse condizioni meteorologiche, principalmente per danni causati dall'acqua, allagamenti, alberi e intonaci pericolanti e per soccorrere persone rimaste bloccate all'interno di auto in panne. Sono impegnate tutte le squadre operative disponibili sul territorio. La Protezione civile regionale ha diramato allerta arancione sulla zona Orientale etnea. Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha annunciato lo stato di calamità. (LE PREVISIONI IN ITALIA - MALTEMPO: 3 VITTIME IN SARDEGNA)

La situazione a Catania e a Giarre

vedi anche

Maltempo Sardegna, tre vittime nel Nuorese. FOTO

A Catania si è completamente allagata piazza Carlo Alberto, da dove l'acqua defluisce con molta difficoltà. Sul posto sta operando una squadra dei vigili del fuoco per allagamenti, e per soccorrere automobilisti con auto in panne. Sempre a Catania, In via Fragalà, angolo via Etnea, è in corso un intervento per un incendio ad alcuni contatori dell' energia elettrica di un edificio.

A Giarre, in contrada Rovettazzo, per il crollo di un ballatoio e danni alle strutture portanti sono state evacuate da una palazzina di tre piani sei famiglie, in totale 21 persone, comprese due con disabilità. Sul posto stanno operando una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento di Giarre, agenti della polizia locale, personale dell'Ufficio Tecnico Comunale e dei Servizi Sociali.

Isolate le Eolie

A causa del forte vento di scirocco, le isole Eolie sono rimaste nuovamente isolate. In mattinata si sono fermati i traghetti della Siremar-Caronte e nel pomeriggio anche gli aliscafi della Liberty Lines: dapprima con le isole minori e poi anche nel collegamento principale da Milazzo per Lipari.

Danni per cinque milioni di euro

Ammontano a cinque milioni di euro, secondo una prima stima sommaria della protezione civile, i danni provocati dalla tromba d'aria che ieri sera si è abbattuta sulla zona sud di Catania. Gli operatori comunali al lavoro da stamattina hanno rimosso parte dei detriti che occupavano le sedi stradali interessate, rimuovendo le condizioni di pericolo che la caduta dei rami degli alberi ha accentuato. Analoghi interventi sono stati compiuti al cimitero di Acquicella e domani l'area riaprirà regolarmente al pubblico. Il Comune e' vicino a chi ha subito i danni:

Il sopralluogo di Musumeci

Nel primo pomeriggio nei luoghi colpiti dalla calamità si è recato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, accompagnato dal capo della Protezione civile regionale Salvo Cocina, dal vicesindaco di Catania Roberto Bonaccorsi, dal comandante dei vigili del fuoco Giuseppe Verme e dal responsabile del Corpo forestale della Regione colonnello Luca Ferlito. Il governatore ha annunciato la proclamazione dello stato di calamità e ha disposto una immediata ricognizione dei danni subiti dalle abitazioni e dalle aziende, in tutte le tre province, per avanzare alla Protezione civile nazionale la richiesta dello stato di emergenza e il conseguente ristoro ai privati. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.