Morte di Lorenza Famularo: arrivati a Lipari ispettori ministeriali

Sicilia

Gli ispettori per oltre quattro ore hanno compiuto accertamenti nel nosocomio dell'isola. Sempre oggi è arrivata sul posto anche la commissione Salute dell'Ars

Dopo la visita dell'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, ieri, sono arrivati oggi a Lipari gli ispettori del ministero della Sanità, guidati dalla dirigente medico Maria Grazia Laganà, per far luce sulla morte della 22enne Lorenza Famularo, deceduta il 23 agosto scorso dopo essere stata visitata nell'ospedale dell'isola. Gli ispettori per oltre quattro ore hanno compiuto accertamenti nel nosocomio di Lipari. Sempre oggi è arrivata la commissione Salute dell'Ars, presieduta da Margherita La Rocca Ruvolo, che ha incontrato i sindaci eoliani e alcuni rappresentanti del comitato isolano. La presidente La Rocca ha confermato che la commissione condivide in pieno gli impegni assunti ieri dall'assessore Razza. "In quest'isola - ha aggiunto- bisogna anche fare in modo di riaprire il punto nascite e in questa ottica solleciteremo il ministero preposto per la deroga".

Le parole dell'assessore Razza

"Sono qui per migliorare la situazione all'ospedale di Lipari, a partire dal potenziamento dell'organico dei medici", ha detto ieri l'assessore Razza, accompagnato dal direttore generale dell'Asp di Messina, Paolo La Paglia. "Ne abbiamo anche discusso nella giunta di governo insieme al presidente Nello Musumeci e c'è la volontà politica di rendere meno disagiata questa struttura. Un primo provvedimento lo abbiamo preso e riguarda il contributo per le partorienti delle isole minori siciliane. Per la riapertura del punto nascite - ha sottolineato l'assessore - non dipende da noi ma dal governo nazionale. Faremo delle valutazioni con il ministero della Salute perché queste sono zone disagiate e deve essere riconosciuto il diritto alla salute. E la presenza dei medici dovrà essere garantita". Durante gli incontri l'assessore Razza ha fatto il punto dei progetti della Regione per Lipari: un elicottero del 118 solo per l'isola, un concorso specifico per il locale ospedale per la copertura di tutte le posizioni previste, convenzioni con altre aziende ospedaliere o privati per coprire i 'vuoti' nel nosocomio e incentivi per chi lavora in zone disagiate. Inoltre il Tavolo per le Isole minori sarà integrato da un rappresentante del Comitato locale.

Sospeso il presidio davanti all'ospedale

Intanto la Procura di Barcellona Pozzo di Gotto lavora sull'ipotesi dell'omicidio colposo. Il direttore generale dell'Asp Paolo La Paglia invece ha precisato che "l'infermiere non è stato sospeso ma si sta valutando la sua posizione". Il comitato nato dopo la morte della giovane  ha sospeso il presidio, andato avanti una settimana, organizzato all'ospedale.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24