Bimbo morto a Modica, madre era già stata indagata per maltrattamenti

Sicilia

L'inchiesta era stata aperta dalla procura di Siracusa all'inizio dello scorso luglio dopo che il bambino era stato portato nel pronto soccorso dell'ospedale di Noto per delle contusioni

La madre 23enne del bimbo di 21 mesi, morto il 17 agosto scorso nell'ospedale di Modica, era stata già indagata per maltrattamenti in famiglia. A quanto si apprende, l'inchiesta era stata aperta dalla Procura di Siracusa all'inizio dello scorso luglio dopo che il bambino era stato portato nel pronto soccorso dell'ospedale di Noto per delle contusioni. Anche in quel caso la madre del piccolo aveva affermato che il bambino era caduto mentre giocava, ma il medico di turno non aveva creduto alla sua ricostruzione e aveva segnalato l'accaduto alla polizia che aveva presentato una relazione alla Procura.

L'inchiesta sulla morte del bambino

Nell'ambito dell'inchiesta sulla morte del bambino la donna è indagata per le lesioni riscontrate sul corpo del bambino, secondo l'accusa provocate dal 32enne convivente della donna. La coppia è in carcere per omicidio in concorso. Durante un sopralluogo nella casa della coppia, a Rosolini, è stata sequestrata la fodera di un cuscino della culla dove, con il reagente 'luminescene', la polizia scientifica ha trovato tracce di sangue.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24