Coronavirus, in Sicilia nessun nuovo caso positivo né decessi

Sicilia
©Getty

Continuano a calare i ricoveri: degli attuali 805 positivi, 28 pazienti (-6) risultano ancora ricoverati, di questi 3 sono in terapia intensiva (-1).

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Situazione stabile in Sicilia per quanto riguarda l'emergenza coronavirus: nell'isola non si registrano nuovi contagi né decessi negli ultimi due giorni, mentre continua a calare il numero dei ricoveri. Continua inoltre l'indagine di siero-prevalenza che ha l'obiettivo di stimare in modo puntuale il numero dei contagi asintomatici da Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI). Saranno undicimila i cittadini siciliani, residenti in 120 Comuni dell’Isola, che verranno invitati, attraverso una telefonata della Cri, a recarsi presso i punti di prelievo più vicini, Asp o Guardie mediche. “È importante rispondere all'eventuale chiamata del personale sanitario incaricato di questa indagine - dice l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza - perché si può contribuire nel cambiare le sorti della battaglia che tutti stiamo conducendo contro il Coronavirus”. Anche in Sicilia, al via oggi l'esame di maturità tra mascherine e gel igienizzanti. "Esami strani", il commento degli studenti dei licei di Palermo. (LO SPECIALE)

18:32 - Fase 3: Unità speciali attivate nel Ragusano per assistenza ai turisti

Sono state attivate nell'Asp di Ragusa tre unità speciali che garantiscono assistenza nelle zone a maggior afflusso turistico per la provincia di Ragusa. Sono allocate nelle sedi di guardia medica turistica di Casuzze (Santa Croce Camerina), Pozzallo e Scoglitti, con servizio diurno e notturno. Si occupano di monitoraggio, presa in carico e assistenza, per tutto il periodo della durata dell'emergenza sanitaria dei casi sospetti da Covid 19 relativi ai soggetti non residenti nell'isola. In caso di positività al contagio di un soggetto non residente e presente per ragioni turistiche o di lavoro si applicano i protocolli vigenti del ministero della Salute e dell'Istituto superiore di sanità. Tramite l'applicazione "SiciliaSiCura", i turisti registrati nel sito, in caso di insorgenza di sintomi sospetti di Covid, potranno mettersi in contatto con il personale operante nelle centrali operative presenti nel territorio che provvederà, in seguito a triage telefonico, ad attivare, eventualmente, il servizio più idoneo e prossimo.

18:09 - Università: a Palermo lauree in presenza da luglio

L'Università di Palermo, secondo le indicazioni delle autorità competenti e d'intesa con la Conferenza dei rettori degli atenei siciliani (Crus), dà il via a nuove disposizioni, a partire da luglio, dopo che in modalità a distanza si sono svolte tremila lauree, 29 mila esami e tutte le lezioni. Dalla sessione di luglio gli esami di laurea torneranno ad essere effettuati in presenza. Lo rende noto il rettore Fabrizio Micari. Complessivamente ciascuna sessione di laurea in presenza potrà contenere la discussione e la proclamazione di un numero indicativo di 10 candidati che potranno avere ognuno al seguito non più di 5 accompagnatori. Un'altra novità riguarda i tirocini, che si svolgeranno di nuovo in presenza a partire dall'1 luglio. Per la ripresa delle lezioni di settembre si stanno ricalcolando la capienza delle aule secondo le norme e predisponendo un piano di riorganizzazione e di redistribuzione dei posti a sedere. Anche questi corsi saranno comunque erogati anche in modalità online, in modo da favorire la frequenza degli studenti stranieri e fuorisede. Proseguiranno invece in remoto le lezioni dei corsi con un maggior numero di iscritti, che però svolgeranno in presenza, suddivisi in gruppi, le esercitazioni e le attività di laboratorio. 

17:54 - In Sicilia nessun nuovo contagio né decessi

Situazione stabile in Sicilia per quanto riguarda l'emergenza coronavirus: nell'isola non si registrano nuovi contagi né decessi, mentre continua a calare il numero dei ricoveri. Questo il quadro riepilogativo della situazione negli ultimi due giorni (16-17 giugno) , così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 184.412 (+4.085 rispetto a lunedì 15 giugno), su 154.287 persone: di queste sono risultate positive 3.462 (+4), mentre attualmente sono ancora contagiate 805 (-0), 2.377 sono guarite (+4) e 280 decedute (0). Degli attuali 805 positivi, 28 pazienti (-6) sono ricoverati - di cui 3 in terapia intensiva (-1) - mentre 777 (+6) sono in isolamento domiciliare. 

Questi i casi di coronavirus riscontrati nelle varie province dell'Isola, aggiornati alle 15 di oggi, così come segnalati dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale: Agrigento, 32 (0 ricoverati, 108 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta, 9 (1, 157, 11); Catania, 397 (10, 579, 101); Enna, 8 (0, 388, 29); Messina, 120 (10, 387, 59); Palermo, 217 (7, 329, 38); Ragusa, 7 (0, 84, 7); Siracusa, 0 (0, 222, 29); Trapani, 15 (0, 123, 5). Il prossimo aggiornamento avverrà venerdì.

15:26 - In arrivo robot per sanificazione: incontro oggi a Palermo

Come un robot ad alta tecnologia riesce a sanificare in venti minuti qualsiasi ambiente contro virus e agenti patogeni, a cominciare dal Covid-19, ma anche le strategie per lo sviluppo del sistema Meccatronica e gli investimenti in Sicilia compreso un sito produttivo sull'automazione: sono i temi dell'incontro con la stampa in programma domani, giovedì 18 giugno alle ore 11, all'ospedale dei Bambini 'Giovanni Di Cristina', a Palermo. Nel corso dell'evento sarà possibile assistere in una stanza del reparto di pediatria al processo di sanificazione attraverso il sofisticato sistema Phs sviluppato dal gruppo Purity, che vede insieme l'azienda Klain Robotics della Meccatronica Lombardia, la toscana Autognity, con la partnership della Meccatronica Sicilia. Saranno presenti l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza; il direttore generale dell'Arnas Civico Roberto Colletti; il direttore sanitario responsabile dell'ospedale dei Bambini Maria Lucia Furnari; il direttore dello staff Arnas ing. Salvatore Caronia; il presidente di Meccatronica Sicilia Antonello Mineo; l'amministratore delegato di Klain Robotics Srl Fabio Greco; Enzo Catenacci business developer di Autognity Srl. A sancire l'interconnessione Nord-Sud del mondo Meccatronica è l'accordo firmato da Klain Robotics e dal Distretto produttivo siciliano. Obiettivo: realizzare il trasferimento tecnologico in Sicilia della rete e dell'assistenza tecnica e avviare nell'isola un sito industriale dove saranno prodotti i robot. A margine dell'incontro Meccatronica Sicilia donerà ai piccoli pazienti dell'ospedale dei Bambini le mascherine chirurgiche colorate in Tnt (lavabili) 'made in Sicily' e realizzate dalle aziende siciliane che si sono riconvertite. 

13:06 - Catania, polizia chiude trattoria che non rispetta norme

"Con la sua condotta ha messo a serio rischio l'incolumità della cittadinanza e la salute pubblica: somministrava alimenti anche privi di tracciabilità senza mascherina e senza l'adozione di alcun presidio di profilassi per impedire il diffondersi della malattia". Per questo motivo, per il mancato rispetto delle prescrizioni "anticovid", a Catania la Squadra di Polizia Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa della Questura, su disposizione del questore Mario Della Cioppoa, ha chiuso per 10 giorni una trattoria del centro storico. Il provvedimento è stato adottato ance in considerazione del fatto che il titolare era stato già sanzionato per oltre 4.000 euro.

12:15 - Associazione consumatori pronta a class action 

"Questi ultimi mesi della pandemia sono stati i più tragici del secolo; ma l'aspetto più grave è che migliaia di persone, ormai decedute, rischiano di non avere avuto, oltre un saluto dei propri cari ed un funerale adeguato, nemmeno giustizia. Stiamo vivendo difatti, in un clima assolutorio, giustificato spesso anche durante eventi calamitosi o stragi, dove la responsabilità sarebbe dovuta a provvedimenti 'necessari' per la contingenza del momento o a dati incompleti per un'analisi adeguata della situazione".A dirlo l'avvocato Ernesto Fiorillo, presidente nazionale di Consumatori Associati, che annuncia per venerdì prossimo 19 Giugno alle 10 all'Hotel S. Elia di Messina una conferenza stampa per annunciare le azioni a tutela di chi è stato colpito da Covid 19. "Noi siamo convinti invece - prosegue Fiorillo -, di poter dimostrare che per la morte di una parte di questa gente, ci siano precise e circostanziate responsabilità. Vogliamo quindi portare avanti per la prima volta in Italia azioni, anche collettive, per le vittime da Coronavirus. Saranno creati diversi sportelli 'Covid 360' in Italia che assisteranno i cittadini colpiti nella salute o nel portafoglio dalla pandemia per la superficialità delle istituzioni nazionali o regionali o locali". 

11:35 - Mascherina e gel nei licei di Palermo. Gli studenti: ‘Esami strani'

Mascherina addosso, gel igienizzante all'ingresso e autocertificazione nello zaino: i primi maturandi del Liceo scientifico Albert Einstein di Palermo fanno così il loro ingresso a scuola dopo mesi di lockdown per sostenere quelli che loro stessi definiscono "gli strani esami" imposti dalla pandemia. C'è chi è più esitante nell'affrontare l'esame di Stato con la commissione seduta a distanza e le mascherine addosso e chi ha qualche rimpianto: "Forse non ho provato la stessa emozione dei mei colleghi - dice Gabriele, 19enne tra i primi a uscire - il primo mese di didattica a distanza non è andato bene, poi tutto è diventato più efficiente e se non ci fosse stata la tecnologia non so come avremmo fatto".

"Mi è dispiaciuto fare l'esame così - spiega - è stato strano parlare con i professori seduti anche alle mie spalle per rispettare le distanze, preferivo l'esame classico. Comunque temevo peggio, ero molto tesa”, il commento invece della 18enne Alessia. Quando i candidati che hanno già sostenuto gli esami raggiungono gli amici che aspettano pazientemente fuori con i genitori, la prima regola post pandemia a cadere è quella degli abbracci vietati: "ho vissuto il mio ultimo giorno di scuola senza sapere che lo fosse, mi sono mancati i compagni di classe ma anche i prof", dicono maturati e maturandi in attesa. 

Stesse scene anche davanti il liceo scientifico palermitano Benedetto Croce, nel quartiere palermitano di Ballarò, dove gli gli studenti si sono ritrovati prima dell'apertura dei cancelli. "Sono il secondo in lista della mia classe - dice Alessandro, in attesa di varcare il portone - . Certo c'è qualche timore è una prova d'esami comunque complessa anche se non ci sono gli scritti. Dobbiamo presentare tutto il programma e non è stato semplice che attende di entrare a scuola fuori dal portone. Tornare a scuola comunque è una bella sensazione anche se in questi momenti prevale la tensione".

11:29 - Istituito osservatorio su misure anti-Covid 19 per edilizia

Sindacati degli edili e provveditorato interregionale per le opere pubbliche Sicilia- Calabria hanno concordato l'istituzione di un osservatorio sul mercato del lavoro nelle costruzioni che monitorerà l'applicazione del contratto nazionale di lavoro, l'attuazione delle misure del protocollo per il contrasto alla diffusione nei cantieri del contagio da Covid 19, le condizioni di legalità per quanto riguarda il lavoro e il contrasto alle infiltrazioni mafiose. L'osservatorio si riunirà con cadenza trimestrale su convocazione del provveditorato e successivamente semestrale su richiesta di una delle parti. "E' una iniziativa positiva - commentano i segretari generali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil, Mario Ridulfo, Paolo D'Anca e Francesco Di Martino - perché si potranno verificare l'attuazione delle misure per la sicurezza sanitaria, l'applicazione della clausola sociale in caso di cambio di appalto, ma anche portare avanti in conseguenza del monitoraggio, iniziative contro il lavoro nero, l'evasione contributiva, il dumping contrattualec e di contrasto delle infiltrazioni mafiose". Riguardo all'applicazione del contratto di lavoro i sindacati, con l'accordo, si sono impegnati a favorire la stipula di un protocollo tra il provveditorato e le casse edili siciliane, per una collaborazione finalizzata agli obiettivi della corretta applicazione del Ccnl e del contrasto al lavoro nero.

10:34: Continua indagine di siero-prevalenza in Sicilia

Continua anche in Sicilia l'indagine di siero-prevalenza che ha l'obiettivo di stimare in modo puntuale il numero dei contagi asintomatici da Coronavirus. Saranno undicimila i cittadini siciliani residenti in 120 Comuni dell’Isola che verranno invitati, attraverso una telefonata della Cri, a recarsi presso i punti di prelievo più vicini, Asp o Guardie mediche. “È importante rispondere all'eventuale chiamata del personale sanitario incaricato di questa indagine - dice l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza - perché si può contribuire nel cambiare le sorti della battaglia che tutti stiamo conducendo contro il Coronavirus. “Faccio appello alla sensibilità dei siciliani che in questa emergenza, sino dalle fase iniziali della crisi, hanno dimostrato di essere ancora una volta un popolo straordinario".

La Sicilia, autonomamente, ha anche promosso una propria campagna di test sierologici riservata a precise fasce di popolazione fra cui, ad esempio, i lavoratori della sanità, delle Forze dell'ordine, del volontariato impegnato nell'emergenza Coronavirus, personale delle case circondariali e detenuti, ai quali l'esame viene somministrato gratuitamente. Si tratta di un campione di circa 150mila soggetti. Inoltre, così come previsto dalla circolare dell'assessorato regionale alla Salute, ogni privato cittadino può autonomamente richiedere il test. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.