Coronavirus Sicilia, sei nuovi contagi e nessun decesso

Sicilia
©Getty

Aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. Sono sei i nuovi casi positivi a Covid-19 e non si registra nessun nuovo decesso. Questo è il quadro riepilogativo dell'emergenza comunicato dalla Regione all'Unità di crisi nazionale

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. Sono sei i nuovi casi positivi a Covid-19 e non si registra nessun nuovo decesso. Questo è il quadro riepilogativo della situazione in Sicilia sull'emergenza coronavirus, così come comunicato dalla Regione all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 127.348 (+3.775 rispetto a ieri), su 112.329 persone: di queste sono risultate positive 3.417 (+6), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.522 (-1), 1.627 sono guarite (+7) e 268 decedute (0).

"Voglio esprimere il mio apprezzamento per tutti quei palermitani che fino ad oggi hanno dimostrato senso di responsabilità evitando in questi giorni inutili assembramenti e inutili passeggiate. Questo ha permesso di evitare episodi come quelli di lunedì sera", ha detto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando riferendosi alle foto della folla alla Vucciria circolate sul web. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:51- In Sicilia soli sei contagi e nessun decesso

Aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. Sono sei i nuovi casi positivi a Covid-19 e non si registra nessun nuovo decesso. Questo è il quadro riepilogativo della situazione in Sicilia sull'emergenza coronavirus, così come comunicato dalla Regione all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 127.348 (+3.775 rispetto a ieri), su 112.329 persone: di queste sono risultate positive 3.417 (+6), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.522 (-1), 1.627 sono guarite (+7) e 268 decedute (0). Degli attuali 1.522 positivi, 118 pazienti (-11) sono ricoverati (di cui 11 in terapia intensiva) mentre 1.404 (+10) sono in isolamento domiciliare. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province. Agrigento: 43 (0 ricoverati, 97 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta: 51 (5, 110, 11); Catania. 627 (35, 339, 97); Enna: 67 (5, 325, 29); Messina: 291 (35, 215, 56); Palermo: 365 (31, 175, 34); Ragusa: 29 (1, 61, 7); Siracusa: 33 (6, 187, 28); Trapani: 16 (0, 118, 5).

17:46 – Associazione librai a sindaco di Catania: “Saldare debiti con librerie”

L'Associazione Librai Italiani aderente a Confcommercio ha scritto ai sindaci di Catania e Napoli chiedendo "di saldare quanto prima i debiti con le librerie delle loro città". "Ci giungono segnalazioni di ritardo da molti comuni, ma Napoli e Catania rappresentano i due casi più preoccupanti, soprattutto per il forte ritardo per il pagamento delle forniture dei libri di testo" afferma Paolo Ambrosini, presidente di ALI Confcommercio. "Auspico quindi - dice Ambrosini - che i sindaci si attivino per trovare soluzioni immediate per aiutare le nostre imprese in questo difficile momento e non mettere a rischio un importante servizio per le famiglie e gli studenti. Senza garanzie precise di pagamento per il prossimo anno scolastico dovremmo valutare cosa fare". "Il comune di Napoli ha ancora un'esposizione con 33 librerie cartolibrerie per circa 1,7 milioni di euro per i libri di testo del corrente anno scolastico. Invece il comune di Catania ha debiti con librerie cartolibrerie per circa 1 milione di euro per i libri di testo degli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019, già ampiamente consegnati agli studenti e dai colleghi pagati ai fornitori. Questo debito fa parte dell'ammontare totale del dissesto di Catania" spiega in una nota di Ali-Confcommercio. E, sottolinea l'Associazione di Ali Confcommercio, "il mancato pagamento nei termini previsti dall'attuale normativa di 30 giorni ha costretto i librai ad accedere a linee di credito bancario aggravando già situazioni molto fragili che peraltro con la crisi sanitaria in atto sono diventate veramente pesantissime".

17:34 – Altri 710 buoni spesa con 'Catania aiuta Catania'

I fondi residui, 213 mila euro, della campagna di raccolta solidale 'Catania Aiuta Catania' che ha consentito la consegna di 4mila pacchi ad altrettanti nuclei familiari, verranno devoluti in buoni spesa a scorrimento della graduatoria dei nuclei bisognosi che hanno presentato istanza al Comune. Lo ha stabilito una delibera della giunta, presieduta dal sindaco Salvo Pogliese, che autorizza i funzionari dell'assessorato ai Servizi sociali, retto da Giuseppe Lombardo, ad erogare ticket alimentari da 300 euro agli aventi diritto, rimasti finora esclusi dal beneficio per via dell'esaurimento dei fondi nazionali, secondo l'ordine stabilito da criteri oggettivi di punteggio e priorità. Complessivamente a oggi la raccolta di fondi col sistema del crowfounding e bonifico bancario ha fruttato poco più di 387 mila euro. "Siamo felici di poter rispondere alle esigenze di altri 710 nuclei familiari -ha detto il sindaco Salvo Pogliese - grazie alla straordinaria mobilitazione di cittadini, imprenditori, forze sociali che hanno raccolto il nostro appello a contribuire economicamente per sostenere famiglie in difficoltà per via dell'emergenza coronavirus. Nonostante i fondi resi disponibili dalla protezione civile siano già andati tutti esauriti per 6398 famiglie beneficiarie, grazie alla straordinaria generosità di oltre 1.600 donatori, si riesce a venire incontro a tanti altri nuclei familiari per l'acquisto di generi di prima necessità alimentare"

17:15 – Amoroso: “Per gli spettacoli all'aperto bisogna fare rete”

L'estate degli spettacoli all'aperto in Sicilia rischia di fare la stessa fine della stagione invernale. Se il precetto nazionale prevede la riapertura dal 15 giugno, in Sicilia potrebbero aprire i cancelli dall'8 giugno, ma resta l'obbligo delle misure di sicurezza per le maestranze, i tecnici e i responsabili delle produzioni. Presidente della Commissione regionale per i teatri delle aree archeologiche è il professore Filippo Amoroso che manifesta le sue perplessità in merito. "Penso alle problematiche degli spettacoli - afferma Amoroso - che vanno aggiunte a quelle del patrimonio monumentale della Regione, che è immenso. Esempi? Le navette che devono salire al Teatro di Segesta, i costi della comunicazione che restano invariati, i costi di produzione per i concerti previsti a Siracusa, il 10 luglio per Nicola Piovani e il 30 agosto l'opera di Mircea Cantor, che prevede la presenza degli allievi dell'Accademia dell'Inda, iniziative meravigliose, ma con un pubblico consentito di 480 spettatori". Quali potranno essere, in queste condizioni, i ricavi? Amoroso lancia una proposta: "Proprio per le difficoltà del momento ritengo che si debba pensare a nuove strategie, unire le forze degli assessorati ai Beni Cuturali, al Turismo e alla Pubblica Istruzione. E' urgente investire sul pubblico oltre che sulle produzioni, coinvolgere le scuole e pensare a un utilizzo degli spazi anche a settembre e ottobre. E inoltre contenere le norme di sicurezza delle aree archeologiche che sono veramente infinite".

12:56 – Alitalia aumenta i collegamenti con Roma e Milano

Alitalia aumenta da oggi il numero di collegamenti fra i due aeroporti siciliani di Catania e Palermo con lo scalo di Roma Fiumicino. Complessivamente - si legge in una nota - sulle rotte Catania-Roma e Palermo-Roma i voli passano da 6 a 8 al giorno. Fino alla fine di maggio Alitalia aggiungerà ai collegamenti già operativi un volo in partenza da Catania alle 15:25 e uno da Palermo alle 15:15, mentre le partenze addizionali da Roma saranno alle 13:20 verso Catania e alle 13:15 verso Palermo. Da giugno altri voli aggiuntivi consentiranno di partire da Catania alle ore 6:25 e da Palermo alle 6:45, mentre le nuove partenze da Fiumicino saranno alle 22:00 per Catania e alle 21:55 per Palermo. Dal 3 giugno inoltre, fa sapere la compagnia, salvo eventuali proroghe delle restrizioni al trasporto aereo da e per la Sicilia attualmente in vigore, Alitalia tornerà a operare un collegamento diretto fra i due aeroporti siciliani e Milano, con due voli quotidiani sulla rotta Catania-Malpensa e due sulla Palermo-Malpensa. Tutti i voli Alitalia - ricorda la nota - vengono effettuati utilizzando meno della metà dei posti disponibili a bordo, al fine di rispettare le attuali disposizioni di legge sul mantenimento del distanziamento minimo.

11:21 - Fase 2, il sindaco Orlando: "Palermitani hanno capito come comportarsi"

"Voglio esprimere il mio apprezzamento per tutti quei palermitani che fino ad oggi hanno dimostrato senso di responsabilità evitando in questi giorni inutili assembramenti e inutili passeggiate. Questo ha permesso di evitare episodi come quelli di lunedì sera, frutto tanto di tardiva comunicazione delle nuove norme quanto di una scarsa percezione del perdurare di una situazione di pericolo". Lo dice il sindaco di Palermo Leoluca Orlando. "Desidero ringraziare - aggiunge - tutte le forze dell'ordine e la Polizia municipale che portano avanti un lavoro di controllo sul territorio a difesa della salute di tutti e di ciascuno. Credo sia legittimo il desiderio di passeggiare per la città, ma credo sia legittimo aspettarsi da tutti senso di responsabilità per evitare pericolosi assembramenti e inutili rischi. Nei giorni scorsi con estrema chiarezza ho fatto appello a questo senso civico, a questa forma di tutela personale e collettiva, augurandomi che gli apprezzabili comportamenti dimostrati negli ultimi giorni dai palermitani continuino, evitando altri provvedimenti di chiusura di alcune zone della città da parte mia".

7:37 - A Palermo aereo da Cina con materiale sanitario

È atterrato alle 19:45 all'aeroporto di Palermo Falcone-Borsellino il Boeing 777F della Ethiopian Airlines Cargo con a bordo 35 tonnellate di materiale sanitario e accessori medicali proveniente da Shanghai, destinati al dipartimento della Protezione civile della Regione Siciliana per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. 

7:33 - Alla Vucciria di Palermo chiude un locale storico

La Taverna Azzurra, locale storico in piena Vucciria ha annunciato che chiuderà il locale fino a data da destinarsi. "Constatata l'incompatibilità tra la Taverna Azzurra e le norme vigenti sul distanziamento sociale - dice P.S., uno dei titolari - e consapevoli dell'impossibilità di esprimerci al massimo, chiudiamo fino a data da destinarsi. La Taverna Azzurra è sempre stata luogo di aggregazione, multietnico e trasversale lle fasce sociali. In queste condizioni si perderebbe questo spirito e le norme attuali nel nostro locale sono inattuabili". La decisione segue le immagini scattate lunedì scorso alla Vucciria, con assembramenti che hanno provocato l'intervento delle forze dell'ordine e la minaccia, da parte del sindaco, di chiudere l'area.

6:59 - Sanità: arrestato commissario per emergenza Covid in Sicilia

C'è anche Antonio Candela, 55 anni, attuale Coordinatore della struttura regionale per l'emergenza Covid-19 in Sicilia, tra i dieci arrestati dell'operazione della Guardia di Finanza su alcuni appalti pubblici milionari della sanità. Candela, che è ai domiciliari, è stato Commissario Straordinario e Direttore generale dell'Asp 6 di Palermo. Proprio alcune gare indette dall'Asp di Palermo, secondo gli inquirenti, sarebbero al centro di un giro di mazzette. 

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.