Coronavirus Sicilia: quattro nuovi casi, terzo giorno senza decessi

Sicilia
©Fotogramma

Aumentano i guariti e diminuiscono i ricoveri. Risultano attualmente contagiate 1.519 persone, mentre 1.634 sono guarite e 268 decedute

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Aumentano i guariti, diminuiscono i ricoveri, sono quattro i nuovi positivi al Covid-19 e per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi. È il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola, rispetto a ieri, sull'emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI).

18:45 – Musumeci: “Apertura negozi domenica? Valuteremo”

"L'opportunità di riaprire alcune attività commerciali nei giorni domenicali e festivi sarà valutata, nei prossimi giorni, con la necessaria attenzione. Ogni decisione, comunque, non potrà prescindere da un confronto con i vertici regionali delle organizzazioni di categoria e sindacali, fissato per martedì e giovedì della prossima settimana". Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

17:32 - In Sicilia festival estivi a rischio: nasce network

Lo spettro di un'estate senza eventi culturali anche in Sicilia è sempre più vicino, molti festival musicali hanno già cancellato l'edizione per il 2020 altri rimangono in attesa, sospesi in un limbo legislativo e in un clima di totale incertezza. "Dopo oltre due mesi di emergenza l'ordinanza Regionale n.21 ha creato ulteriore confusione in un quadro generale di norme in cui non è chiara la responsabilità degli organizzatori e si rimane ancora in attesa di ulteriori linee guida per lo svolgimento degli eventi e delle manifestazioni culturali estive - spiega Andrea Cavallaro Direttore Generale di Ortigia Sound System Festival - per trasformare l'emergenza Covid-19 in un'opportunità di crescita e rilancio per tutto il territorio abbiamo deciso di fare squadra e creare 'Sicilia Festivals' il network dei festival esperienziali siciliani, ma nonostante tutti i nostri sforzi le risposte tardano ad arrivare". L'organizzatore sottolinea l'importanza di questi eventi culturali che rappresentano un importante strumento di promozione territoriale e crescita economica diffusa e, anche se durano pochi giorni, hanno dietro un lavoro lungo e complesso che dura un anno intero. "Senza precise linee guida anti-covid e misure adeguate che permettano alle manifestazioni di essere sostenibili - spiega - siamo impossibilitati a fare il nostro lavoro. Abbiamo bisogno di conoscere esattamente le nuove regole per rimodulare i nostri business plan e capire come immaginare le prossime edizioni". Tra le richieste avanzate sul tavolo di un recente incontro con l'Assessore al Turismo e Sport della Regione Manlio Messina c'è l'adesione alla misura di indennità per il mancato sbigliettamento e l' inserimento dei ticket festival all'interno della proposta voucher pacchetti viaggio. Ortigia Sound System, FestiValle dei Templi, The Djoon Experience Festival, Mondo Sounds, Mish Mash Festival e One Day Music sono eventi culturali, che si caratterizzano per la loro capacità di raccontare con un linguaggio contemporaneo e internazionale il territorio, la storia, le bellezze e la ricchezza culturale dell'isola. Appuntamenti che hanno attratto più di 120mila utenti all'anno generando un indotto turistico ed economico di oltre 20 milioni in tre anni e che coinvolge migliaia di lavoratori.

17:30 – In Sicilia 4 nuovi casi, terzo giorno senza decessi

Aumentano i guariti, diminuiscono i ricoveri, sono quattro i nuovi positivi al Covid-19 e per il terzo giorno consecutivo non si registrano decessi. È il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola, rispetto a ieri, sull'emergenza Coronavirus, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli i tamponi effettuati sono stati 129.431 (+2.083 rispetto a ieri) su 114.230 persone: di queste sono risultate positive 3.421 (+4), mentre attualmente sono ancora contagiate 1.519 (-3), 1.634 sono guarite (+7) e 268 decedute (0). Degli attuali 1.519 positivi, 113 pazienti (-5) sono ricoverati - di cui 10 in terapia intensiva (-1) - mentre 1.406 (+2) sono in isolamento domiciliare. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province. Agrigento: 41 (0 ricoverati, 99 guariti e 1 deceduto); Caltanissetta: 51 (5, 110, 11); Catania: 631 (35, 339, 97); Enna: 67 (5, 325, 29); Messina: 288 (33, 218, 56); Palermo: 365 (29, 175, 34); Ragusa. 28 (0, 62, 7); Siracusa: 33 (6, 187, 28); Trapani: 15 (0, 119, 5).

15:03 – Palermo, tamponi in auto al Policlinico

Da lunedì 25 maggio, i pazienti seguiti dalle strutture del Policlinico 'Giaccone' di Palermo potranno eseguire gratuitamente il tampone rinofaringeo per accertare il contagio da Covid-19 senza uscire dalla propria auto. Il test sarà eseguito a tutti i pazienti che devono fare prestazioni non urgenti ma non ulteriormente differibili, come ad esempio interventi chirurgici, esami endoscopici, accertamenti per cardiopatie, malattie cronico-degenerative ed altro. I pazienti prenotati saranno contattati dal personale sanitario che li ha in carico e, attraverso un colloquio telefonico, riferiranno se hanno avuto contatti con casi sospetti e/o positivi e se manifestano in atto un eventuale rialzo febbrile. Se la temperatura riferita è maggiore di 37.5° si rinvierà l'appuntamento e verrà loro suggerito di contattare il proprio medico curante. I pazienti, opportunamente informati dai sanitari, dovranno firmare il consenso per il test il giorno in cui sarà eseguito il tampone. Per essere sottoposti al tampone bisogna andare in auto all'interno del Policlinico di Palermo, entrando dall'ingresso di via del Vespro n. 129 (accanto alla Dermatologia), seguendo le indicazioni percorso tampone "Drive-Through Test Site".

12:49 - Asp Messina, al via unità speciali a domicilio

La direzione generale dell'Asp di Messina ha comunicato ai distretti sanitari del territorio che da lunedì 25 maggio avrà inizio l'attività sanitaria di monitoraggio a domicilio dei pazienti Covid 19 positivi. Dopo l'individuazione del dott. Stefano Leonardi come coordinatore provinciale sono stati anche individuati i referenti distrettuali a cui è stata data disposizione di raccordarsi con i direttori dei distretti per svolgere capillarmente l'attività. Dopo avere reclutato il personale medico l'Asp di Messina ha consegnato ai referenti le apparecchiature sanitarie e la modulistica indispensabile; per quanto riguarda i farmaci ed altri materiali utili le procedure saranno disimpegnate nei punti di distribuzione territoriali.

10:28 - Università di Catania, medici legali: "Grave errore non fare autopsie"

La mancanza di autopsie eseguite sui decessi Covid 19 rappresenta un "lockdown della scienza" in Italia. Lo sostengono medici delle Università di Catania, Foggia e Catanzaro che hanno pubblicato sul "Journal of clinical medicine" un articolo sull''opportunità mancata perché, rilevano, "su 9.709 articoli scientifici redatti, soltanto sette hanno riportato indagini istologiche" e "sono state descritte solo due autopsie complete e la causa della morte è stata elencata come Covid-19 in una sola di esse".
"La morte per Covid 19 - o con Covid 19 - è ancora un'incognita legata a quadri variabili. In tale contesto l'autopsia è una 'fotografia' di quanto accaduto nell'organismo umano e di quali siano state le effettive cause del decesso, ed è proprio l'autopsia, partendo dall'accertamento delle cause, a fornire elementi per poter poi definire quali siano le terapie migliori in caso di malattia", sostiene Cristoforo Pomara, dell'università etnea, che ha coordinato il lavoro dei medici Monica Salerno, Francesco Sessa, Amalia Piscopo, Angelo Montana, Marco Torrisi, Federico Patanè, Paolo Murabito e Giovanni Li Volti.

9:21 - Sequestrate 2.205 mascherine in due farmacie

Militari della guardia di finanza hanno sequestrato, in due farmacie a Palermo, 2.205 mascherine in vendita. La segnalazione è arrivata al numero 117 da parte di alcuni cittadini. Nella prima farmacia sono state sequestrate 480 mascherine del tipo Ffp2 in vendita in confezioni da due; nella seconda 1.725 mascherine del tipo Ffp2 e Kn95 in vendita in confezioni da cinque.

7:34 - Migranti, dopo proteste sbarcati in 14 da nave quarantena

Quattordici tunisini, che hanno protestato per l'intera giornata chiedendo di poter scendere, sono sbarcati dalla nave quarantena Moby Zaza che si trovava già in banchina, a Porto Empedocle (Agrigento), per effettuare dei rifornimenti. La decisione è stata presa per evitare che si possano innescare problemi di ordine all'interno della nave dove, in due diverse aree, c'erano circa 120 persone. Confermato il viaggio verso Lampedusa per andare a imbarcare i 137 sbarcati ieri. I migranti sbarcati verranno foto segnalati dalla polizia e portati a nel centro di accoglienza villa Sicania a Siculiana.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.