Covid, ad Arzano morta 31enne non vaccinata che partorì gemelli in terapia intensiva

Campania

La donna, madre di tre figli, era incinta di due gemelli quando a metà ottobre è giunta in ospedale in gravi condizioni. I medici erano stati costretti a sedarla e a far nascere i bambini prematuri

Si sono svolti nel pomeriggio ad Arzano (Napoli) i funerali di Alessandra De Rosa, 31enne deceduta ieri dopo essere stata ricoverata per oltre un mese al policlinico Federico II di Napoli. La donna, positiva al Covid e non vaccinata, era incinta di due gemelli quando a metà ottobre è giunta in ospedale in gravi condizioni. I medici erano stati costretti a sedarla e, per salvare i neonati, farli venire alla luce prematuri. Il funerale della donna è stato celebrato nella parrocchia del Sacro Cuore di Gesù ad Arzano, dove nelle scorse settimane si erano svolte anche alcune veglie di preghiera (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA).

Ancora ricoverati i due gemelli

I due bambini, che al momento del parto pesavano meno di un chilo, sono risultati immediatamente positivi al Covid. Attualmente i medici del Policlinico li tengono sotto stretta osservazione ma sono ottimisti sulla possibilità di salvarli.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24