Terzigno, richiamo elettroacustico: cacciatore denunciato

Campania
©IPA/Fotogramma

Nel momento in cui carabinieri e guardie del Wwf sono arrivati nei pressi del cacciatore, lui tramite telecomando ha spento il richiamo

Seguendo un richiamo acustico, hanno scoperto e denunciato un cacciatore di frodo. È accaduto a Terzigno, in provincia di Napoli, nel corso di un servizio antibracconaggio attuato ieri dalle guardie particolari giurate venatorie-zoofile di Wwf Italiai, insieme ai carabinieri della Forestale della stazione parco di Boscoreale.

I contorlli

Dopo vari controlli venatori effettuati a Boscoreale, militari e guardie venatorie si sono spostati a Terzigno, dove si udiva in aperta campagna un richiamo elettroacustico in funzione che riproduceva il verso del tordo. Dopo una breve attività ispettiva, è stata individuata una persona armata di fucile, seduta dietro un piccolo appostamento, che esercitava l'attività venatoria con l'ausilio del richiamo elettroacustico vietato per legge se non preventivamente autorizzata dalla Regione per motivi tecnico-scientifici. Nel momento in cui carabinieri e guardie del Wwf sono arrivati nei pressi del cacciatore, lui tramite telecomando ha spento il richiamo. L'uomo non ha comunque evitato la denuncia all'autorità giudiziaria. Sequestrati il richiamo, il fucile e le munizioni.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24